L’intervista: Francesco Tognetti a tutto tondo

DSC_4347Abbiamo incontrato Francesco Tognetti, difensore centrale,  grande stagione per lui quest’anno alla Folgore Rubiera, Anni 25, laureato in Economia, buyer per una catena di abbigliamento e articoli sportivi con sede a Campogalliano. Cresciuto nel settore giovanile della Reggiana, e aggregato in prima squadra nell’anno vittorioso della C2, ha  giocato a Castellarano in serie D, e ha fatto parte della selezione nazionale giovanile nel Torneo di Viareggio. Un anno  a Carpi, poi di nuovo a Castellarano, e Bagnolese, Brescello e Bibbiano. Quest’anno a Rubiera, con la voglia di fare l’Eccellenza e di avvicinarsi al lavoro. Dopo la prima telefonata di Tagliavini non ha avuto dubbi sul fatto che fosse la soluzione migliore.
In quale posizione ti piace di più giocare?
“Mi piacerebbe fare il trequartista, ma ho da sempre fatto il difensore centrale”.
Come giudichi la tua stagione?
“Non mi piace dare giudizi su me stesso, lo lascio fare agli altri”.
Come è stato il campionato finora? 
“Un campionato molto equilibrato, sia nella parte alta della classifica che nella parte bassa,  e direi di buon livello”.
Giudizio sulla squadra ?
“La squadra si è  dimostrata all’altezza di questo campionato, non sfigurando contro nessuno; in molte occasioni avremmo meritato più di quello che abbiamo raccolto. Sono comunque abbastanza soddisfatto per la mia prima in Eccellenza, ma si può certo migliorare”.
Domenica a Busseto con il Pallavicino: che partita ti aspetti?
“E’ bello giocare queste partite. Conteranno non solo le qualità calcistiche ma anche quelle mentali. Sarà  sicuramente una partita tosta ma ci faremo trovare pronti”.
Conosci qualche giocatore della squadra parmense?
“Non personalmente. Hanno comunque dei bei giocatori: uno su tutti Terranova, attaccante imprevedibile e di grande qualità”.
Cosa pensi della volata finale per evitare i playout?
“Tutto dipende da noi. Abbiamo la possibilità di guadagnarci la salvezza diretta con le nostre mani e questo è positivo, non dipendiamo dai  risultati degli  altri”.
L’attaccante più forte in  Eccellenza e quello più bravo che hai incontrato?
In Eccellenza sul podio metto 1° Ferrari, 2° Miftah e Mezgour del Lentigione, e 3° il nostro Sasà Greco. A livello assoluto ho giocato con e contro grandi attaccanti; sono cresciuto giocando con Andrea Catellani adesso in serie B”.
Il prossimo anno ancora a Rubiera?
“Ora penso solo al finale di stagione, per il prossimo anno si vedrà”.
Annunci
Pubblicato in: News

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...