Mister Semeraro alla Gazzetta di Reggio: “Domenica partita decisiva per il nostro campionato”

Alessandro SemeraroNon è un finale di campionato tranquillo, quello che aspetta la Folgore Rubiera. La squadra di mister Semeraro – appena fuori dalla zona play out, a 37 punti – domenica giocherà contro l’Axys Val.Sa, che la segue a ruota a – 1.
Forse la partita più importante del campionato, dato che una vittoria potrebbe garantirvi la salvezza diretta… 
“L’Axys è a un solo punto da noi – risponde l’allenatore del Folgore Rubiera – e quindi la partita di domenica sarà decisiva per l’esito finale del campionato. Per ora la classifica ci vuole salvi, ma solo per un punto. Salvarsi direttamente sarà molto dura: è una partita da giocare non solo contro l’Axys Val.Sa ma anche contro Meletolese, Pallavicino e Crociati Noceto. Erano anni che non si vedeva un finale di campionato così combattuto e livellato”.
Sarebbe stato meglio vincere contro il Pallavicino.
“Se avessimo vinto saremmo più tranquilli: in questa situazione anche un punto può fare la differenza. E, soprattutto, con tre punti in più potremmo accontentarci di un pareggio contro l’Axys Val.Sa. Purtroppo il Pallavicino è sceso in campo determinato e agguerrito: noi, per loro, rappresentavamo l’ultima spiaggia per fare punti dato che le prossime domeniche affronteranno Sanmichelese e Lentigione, seconda e prima in classifica. Noi abbiamo dato il massimo, ma eravamo rimaneggiati e in difficoltà”.
Mancavano molti giocatori?
“Sono parecchi mesi che giochiamo senza Bruini e Fornetti (difensori), Dallari e Di Gianmarco (centrocampisti), e senza l’attaccante Baia. Tutti fuori per infortuni molto gravi. Con la rosa al completo avremmo giocato un intero girone differente: non perché chi ha sostituito gli infortunati non abbia giocato bene, ma perché avremmo avuto più respiro. Alla fine del girone d’andata eravamo messi meglio”.
Questi giocatori saranno fuori anche domenica?
“Purtroppo sì. Forse qualcuno potrebbe stare meglio, ma non so se valga la pena rischiare subito un ingresso in campo”.
Cosa la spaventa dell’Axys?
“È una buona squadra, molto quadrata, che si è rafforzata molto con il mercato di dicembre. Quello che mi preoccupa di più, però, è che noi siamo in estrema difficoltà. Durante il campionato abbiamo dimostrato di potercela giocare contro tutti, ma quando hai la panchina corta o devi giocare sempre con gli stessi non è facile. Soprattutto perché gli infortunati sono tutti giocatori d’esperienza e da dicembre noi abbiamo sempre almeno 5 giovani in campo. Da un lato è positivo perché diamo spazi a ragazzi che sono cresciuti nel settore giovanile del Folgore Rubiera, ma dall’altro, quando ti devi salvare, servono l’esperienza e la malizia”.
Il desiderio di salvarsi direttamente senza andare ai play out, però, potrebbe compensare la leggerezza dell’organico…
“I miei ragazzi hanno sempre dato tutto e noi stiamo preparando al meglio la gara di domenica. Però i giovani potrebbero sentire la pressione. É tutto il girone di ritorno che siamo a tre punti dalla zona retrocessione:è una situazione pesante, soprattutto per chi non è abituato a giocare da titolare in categoria. Speriamo di vincere contro l’Axys e toglierci un po’ dagli impicci”.
Contro chi giocherete l’ultima partita?
“In trasferta contro il San Felice. Sulla carta potrebbe essere una partita da punti, visto che loro non devono andare né su né giù e non hanno più niente da dire, ma non si sa mai».

Articolo pubblicato sulla Gazzetta di Reggio martedì 21 aprile.

Annunci
Pubblicato in: News

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...