Mister Semeraro sulle pagine del Carlino: “Salvezza meritata, siamo felicissimi”

DSC_4455“Ci siamo salvati e abbiamo lanciato molti giovani di prospettiva. Cosa chiedere di meglio?”. E’ questo il riassunto dei pensiero di Alessandro Semeraro (in foto), che nella prima stagione sulla panchina della prima squadra della Folgore Rubiera (l’anno scorso ha guidato i juniores), l’ha portata alla salvezza nel campionato di Eccellenza con una giornata di anticipo, grazie alla vittoria nello scontro diretto di domenica in casa contro l’Axys Val.Sa.
Mister, obbiettivo raggiunto con 90′ di anticipo.
“Era quello che volevo e volevamo fin dall’inizio della stagione. Un campionato che si è dimostrato travagliato già dalla partenza, con una squadra rivoluzionata rispetto a quella della passata stagione. Siamo però riusciti a creare un bel mix tra giocatori più esperti, pochi, e giovani, molti”.
Salvi con merito, crede?
“Sì, anche perché durante il campionato non siamo mai entrati nella zona playout. Sarebbe stato un peccato finirci proprio alla fine. Abbiamo avuto momenti di difficoltà con molti infortuni, giocando con 5/6 giovani dall’inizio, tenendo duro e alla fine meritandoci questa sudata salvezza”.
Ha nominato i tanti infortuni e i giovani, le note rispettivamente negative e positive della stagione. Partiamo da quelle negative, i tanti infortuni.
“Purtroppo nel calcio succedono. Io sono il responsabile della preparazione atletica, e dico sinceramente che potrei anche avere sbagliato qualcosa. Ma io darei più la colpa alla sfortuna, al caso. Si sono infortunati giocatori più avanti con l’età, mentre altri sono stati fisicamente perfetti per tutta la stagione”.
Parliamo ora dei giovani, la nota positivissima.
“Credo di avere in squadra alcuni dei giovani più forti della categoria. Emanuele Cavazzoli in primis, classe ’96, secondo me il giovane più forte della categoria, in un ruolo, mediano, molto delicato, ha dimostrato qualità importanti. Ma non solo lui, anche Maletti e Frannceschini hanno stupito, oltre ai tanti altri in rosa”.
Il futuro suo e della Folgore sarà ancora a braccetto?
“Sinceramente non lo so, nel senso che non ci ho ancora pensato e non ne abbiamo ancora parlato con la società. Quello che posso dire è che la Folgore non dovrà attuare un’altra rivoluzione come ha fatto l’estate scorsa, perché ha in casa una base importante di giocatori, con molti giovani che fanno i vecchi. Valuteremo comunque nelle prossime settimane”.

Intervista pubblicata sul numero odierno de “il Resto del Carlino”.

Annunci
Pubblicato in: News

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...