Ingaggiato il giovane Aieta: “Possiamo fare bene”

E’ uno dei volti nuovi della Folgore Rubiera Alessandro Aieta, ingaggiato dall’inarrestabile direttore sportivo Fabrizio Tagliavini. Classe ’97, è un centrocampista proveniente dalla Correggese, e prima ha indossato le maglie di Carpi e Sammartinese. L’ha intervistato il quotidiano Prima Pagina, in cui Aieta spiega a cosa può ambire la squadra.

Con la festa di presentazione, che si è svolta la scorsa settimana, la stagione 2015/2016 della Folgore Rubiera ha ufficialmente preso il via. La prima squadra sta respirando un clima di notevole e motivato ottimismo, rispecchiato alla perfezione dalle impressioni di Alessandro Aieta: il centrocampista classe ’97 è tra i volti nuovi della compagine biancorossoblù.
Aieta, fin qui come si è svolto il suo percorso nel mondo del calcio?
“Ho mosso i primi passi nel settore giovanile della Sammartinese, e successivamente mi sono trasferito nel vivaio del Carpi. Durante le ultime due annate ho quindi “giocato in casa”, visto che io sono di Correggio: ho infatti vestito la casacca biancorossa, prima nel team Allievi e poi in quello degli Juniores nazionali”.
Come si è concretizzato il suo approdo alla Folgore?
“Sono stato contattato dal diesse Fabrizio Tagliavini: fin dai primi colloqui con dirigenza e staff tecnico, mi sono sentito circondato da fiducia e stima. In più, la prospettiva di far parte di un gruppo così competitivo era davvero impossibile da rifiutare”.
Quali sono le sue maggiori caratteristiche sul piano tecnico?
“Io infatti sono come esterno, e più di recente ho ricoperto il ruolo di terzino: quindi, non ho alcun timore nel dare il mio contributo alla squadra adattandomi a varie situazioni”.
Conosce già mister Semeraro?
“La preparazione ufficiale avrà inizio il 17 agosto, ma intanto abbiamo svolto due allenamenti informali: da ciò che riesco a intravedere, l’impostazione di lavoro del mister è convincente e costruttiva. Va inoltre evidenziata la forte autostima che sta regnando all’interno dell’organico: grande merito va dato ai giocatori più esperti, che sanno trascinare noi giovani con i loro preziosi con- sigli e con la loro consistente dose di entusiasmo”.
Quali potranno essere i vostri obiettivi nel prossimo campionato di Eccellenza?
“Tanti addetti ai lavori ci vedono inquadrati nei primi cinque-sei posti della classifica: un traguardo fattibile, ma intanto pensiamo a mettere fin da sùbito la maggior quantità possibile di “fieno in cascina”. Ad esempio, il nostro campionato inizierà con l’atteso derby di Bagnolo: sarebbe bene vincere, perché ciò rappresenterebbe un’ulteriore iniezione di fiducia pure sul piano psicologico. Sono tre punti che varrebbero come 6…”.

Nicolò Rinaldi
Prima Pagina Reggio

Intervista Alessandro Aieta – Prima Pagina Reggio

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...