Eccellenza: Luzzara – Folgore Rubiera 2-1

DSC_4347Nella prima partita del 2016, la Folgore Rubiera viene sconfitta per 2-1 sul campo del Luzzara, in modo immeritato. “L’arbitro oggi, purtroppo, ha deciso la partita”, commenta a caldo al termine del match mister Semeraro. Per la Folgore, in rete Tognetti (in foto), arrivato al quarto centro in campionato, prima delle reti di Guastalli e Scappi (con un contestatissimo rigore) che hanno regalato il successo al Luzzara.
Il report del match.

Luzzara: Fava, Meneghinello, Nese,  Iori, Scappi, Caggiati, Magro, Guastalla, Michelini, Nunziata, Dall’Aglio (28′ st Zendeli), Toniato. A disp: Begnardi, Azzi, Parmigiani, Gianferrari, Perini, Tagliafierro. All: Dall’Asta.
Folgore Rubiera: Pè, Maletti, Teggi (30′ st Borghi), Cavazzoli, Tognetti, Dallari, Spadacini, Bergamini, Greco, Owusu, Hoxha (46′ st Dabre). A disp: Scalabrini, Aieta, Saetti Baraldi, Neri, Rossi. All: Semeraro
Arbitro: Dell’Isola di Ferrara.
Reti: 12′ pt  Tognetti (F); 42′ pt Guastalla (L); 17′ st  Scappi (L) rig.
Note: Spettatori 200 circa. Ammoniti: Caggiati e Nunziata (L); Maletti, Teggi, Bergamini e Owusu (F). Espulsi: Toniato (L) al 24’st per somma di ammonizioni; Dall’Asta(allenatore Luzzara) al 49′ st per proteste.

Sconfitta immeritata della Folgore a Luzzara, dopo una partita giocata con autorevolezza per larghi tratti, decisa e rovinata pesantemente da alcune decisioni arbitrali. Al 4′ Hoxha apre bene per Spadacini, bravo a crossare e trovare Greco che al volo tira a botta sicura, ma Fava  compie un miracolo e devia in calcio d’angolo. Al 7′ Meneghinello ci prova con una punizione da 25 metri, ma Pè riesce a respingere. Al 12′  calcio d’angolo di Spadacini e Tognetti è bravo a inserirsi e da centro area di testa portare in vantaggio Rubiera. Al 13′ Luzzara reclama il rigore per fallo di mano di Greco in area, ma la palla ha toccato prima il corpo dell’attaccante  e da regolamento l’arbitro fa bene non concederlo. Al 25′ bel gesto atletico di Spadacini che ci prova in rovesciata, ma la palla finisce a lato. E’ il miglior momento della Folgore, mentre il Luzzara non riesce a trovare trame che possano permettere di avvicinarsi a Pè. Al 36′ Spadacini ha una buona occasione in area, ma il suo tiro viene ribattuto da un difensore. Al 40′ Hoxha – spina nel fianco della difesa di casa – entra in area  e cade a terra, toccato da un difensore, ma l’arbitro non ravvede gli estremi del rigore, che dalla tribuna è sembrato netto (poco prima altro episodio simile, ma meno clamoroso di quest’ultimo). Sul rovesciamento di fronte bravo il giovanissimo Nunziata (classe ’98, uno dei migliori in campo) a districarsi sulla destra tra i nostri difensori e servire l’indisturbato Guastalla, che controlla e batte Pè’ trovando il pareggio del Luzzara. Al 43′ Maletti scende sulla destra e mette al centro un bel pallone per l’accorrente Owusu, a cui non riesce però a pochi metri da Fava  l’impatto decisivo sul pallone.
Nella ripresa Owusu al 10′ scende bene sulla sinistra e crossa per Greco che di testa spedisce a lato. Al quarto d’ora l’episodio decisivo della partita, che ha fatto imbestialire la Folgore: dalla destra il Luzzara batte un calcio d’angolo all’indietro per l’accorrente Meneghinello, a cui Spadacini ruba la palla con un contrasto di spalla; per l’arbitro è tutto regolare, ma il collaboratore  si porta sulla linea di fondo dell’area, suggerendo di fatto il calcio di rigore, che l’arbitro dopo qualche incertezza decreta, tra le proteste giustificate di Rubiera. Dopo qualche minuto Scappi dal dischetto trasforma, portando in vantaggio il Luzzara. Al 24′ Toniato si prende la seconda ammonizione per proteste, dopo la prima comminata per fallo di gioco un minuto prima. Inizia l’assedio della Folgore al fortino del Luzzara, sorretto da Caggiati e compagni, che trova  una rovesciata di Hoxha al 29′, parata a terra di Fava, e un tiro di Cavazzoli dal limite, fuori di poco. L’occasione più limpida è però sui piedi di Greco che, a due minuti dalla fine, dopo un rimpallo vincente di Hoxha su un difensore, si trova a tu per tu con Fava, ma la palla finisce a lato. Ci riprova ancora Greco al 44′, ma Fava è pronto e para la conclusione centrale. C’è tempo ancora per l’espulsione dell’allenatore di casa al 49′ per proteste, e l’arbitro – contestatissimo alla fine – decreta la fine dell’incontro.
Il Luzzara vince una partita con l’abnegazione e il sacrificio, al cospetto di una Folgore che  ha dimostrato di essere superiore per larghi tratti ma che non ha concretizzato al meglio alcune azioni pericolose, penalizzata oltremisura da alcune decisioni sbagliate della terna arbitrale.
Al termine del match, l’allenatore locale Dall’Asta commenta: “E’ stata una partita piena d’agonismo, molto combattuta, ed è un po’ la caratteristica di entrambe le squadre. Abbiamo fatto il massimo che potevamo fare in questo momento, avendo molti giocatori indisponibili. Su alcuni episodi ci è girata bene, ma sulle ripartenze abbiamo fatto un buon lavoro. Alla fine credo che tutto sommato la vittoria sia legittima”.
Di tutt’altro tono le parole di Semeraro, allenatore della Folgore: “Il primo tempo poteva finire tre a zero per noi. Hoxha è stato atterrato in maniera decisiva al 40′, un minuto prima del loro pareggio. Le decisioni arbitrali ci stanno condizionando il campionato, ce lo dicano prima ed evitiamo anche di venire a giocare. Tutte le domeniche c’è qualche decisione che ci penalizza pesantemente. L’arbitro purtroppo ha deciso la partita”.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...