Prima squadra, Omar Dallari intravede un orizzonte felice: “Clima incoraggiante, il 4° posto dello scorso anno è un ottimo punto di partenza”

Omar DallariE’ ormai un’autentica istituzione per la Folgore Rubiera, e anche nella prossima stagione non mancherà di dare il proprio sensibile contributo alla Prima squadra: si tratta di Omar Dallari (nella foto), navigato centrocampista che non ha affatto bisogno di grandi presentazioni. “Anche se ho già messo insieme 36 primavere, il calcio continua a non pesarmi affatto – evidenzia Omar – Viceversa, sono sempre più motivato: la prospettiva di vivere un’altra stagione ad alto livello mi sta dando ulteriore carica, sia dal punto di vista emotivo sia per quanto riguarda le energie che sono in grado di riporre in campo. Qui a Rubiera si sta respirando un clima molto incoraggiante, già in questi giorni di pre-raduno. La società ci ha chiesto di fare bene, senza tuttavia esercitare eccessive pressioni su di noi: ritengo che sia l’atteggiamento giusto per costruire un’annata davvero ricca di soddisfazioni”.

E dunque, Dallari, dal punto di vista fisico la tua condizione continua a essere eccellente…

“Direi proprio di sì. Oggi sono momentaneamente fermo a causa di un attacco febbrile, ma nulla di grave: martedì sarò pronto per il primo allenamento ufficiale con Vacondio. Mi sento ancora in piena forma, anche sotto l’aspetto psicologico: l’Eccellenza è un campionato che richiede grossi sforzi pure sotto l’aspetto mentale, e sono tutte fatiche che riesco a fronteggiare senza affanni. Per me il calcio continua a essere gioia e divertimento, senza tuttavia dimenticare la doverosa serietà da mantenere durante allenamenti e partite”.

La foto presente su Facebook - Da sinistra Omar Dallari della Folgore e Fabio Galli della FidentinaPer la prossima domanda, la risposta non deve essere di circostanza: dove potrà arrivare, ragionevolmente, la nuova Folgore Rubiera? Quasi tutti gli addetti ai lavori sono concordi nel collocarla tra le prime cinque forze del girone A…

“Innanzitutto va detto che noi non siamo affatto nuovi ai piani alti della classifica: dobbiamo infatti ricordare che proveniamo da un campionato chiuso al 4° posto, sotto la straordinaria guida di mister Alessandro Semeraro. Si è trattato di un piazzamento miracoloso, specie considerando il notevolissimo potenziale delle avversarie: ritengo quindi che il lavoro svolto da Semeraro rappresenti un ottimo punto di partenza, sia tecnicamente sia sotto l’aspetto della tenuta del gruppo”.

Un punto di partenza… Verso quali traguardi?

“La società ci ha chiesto di migliorare la quarta piazza ottenuta nel 2015/2016: visto che l’attuale organico si presenta più forte rispetto a quello dello scorso anno, credo proprio che il compito sia fattibile. Inoltre, la dirigenza si sta muovendo nel migliore dei modi: prima con una campagna acquisti mirata ed efficace, poi con le parole rivolte a ognuno di noi giocatori. La richiesta del club è quella di fare bene, ma senza mettere eccessive pressioni ad atleti e staff tecnico: tale atteggiamento rappresenta il primo passo per gettare le basi di un’ottima stagione”.

A tuo parere, quali sono le compagini maggiormente favorite nella lotta al vertice?

“Beh… Così sulla carta Rolo, Vigor Carpaneto, Nibbiano/Valtidone… E Folgore Rubiera, perchè no?”

Da voi ci si aspetta comunque molto: questo aspetto potrà portare a qualche tensione di troppo?

“Potrebbe essere, ma nutro assoluta fiducia verso mister Ivano Vacondio e il suo vice Leke: entrambi non hanno certo bisogno di lezioni, nè sul piano tecnico nè per quanto concerne la gestione dello spogliatoio. Poi, il compito di noi “senatori” è anche quello di aiutare il gruppo a mantenere nervi saldi: lo so bene, e ad esempio lo sa bene anche il grande Sasà Greco”.

E tu, Omar, quanti gol hai promesso di realizzare? 

“Di promesse simili non ne ho fatte, perchè ciò che conta davvero sono i risultati di squadra. Ad ogni modo nelle ultime stagioni mi sono sempre attestato sui 5-6 gol per annata, e sarei già felice di riuscire a mantenere tale rendimento. Se poi dovessi fare ancora meglio, sarebbe il compimento di una vera impresa!”

Nella foto in basso: un’immagine dello scorso campionato. A sinistra, Omar Dallari in azione durante la vittoriosa trasferta sul campo della Fidentina.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...