Alessandro Taglia si avvicina senza timori al suo debutto in Eccellenza: “Qui vivrò un’annata molto significativa”

taglia per sito“Il mio primo approccio con il gruppo della Folgore non è stato buono… E’ stato fantastico! Credo proprio che qui a Rubiera potrò vivere un’annata molto significativa: non solo per quanto riguarda i risultati di squadra, ma pure sotto l’aspetto della mia ulteriore crescita tecnica e agonistica”. Il centrocampista Alessandro Taglia (nella foto) è un volto nuovo all’interno della Prima squadra, ma gli è bastato pochissimo per calarsi al meglio nella dimensione biancorossoblù. “Dal punto di vista degli obiettivi, non possiamo affatto nasconderci – spiega l’ex Falkgalileo – Siamo attrezzati per dare vita a un grande campionato, anche se sappiamo bene di doverci confrontare con delle vere e proprie corazzate”.

Innanzitutto, Taglia, ti chiediamo di presentarti al nostro pubblico: fin qui, come si è articolato il tuo percorso a livello calcistico?

“Ho iniziato a Reggio, all’interno del vivaio della Galileo: in seguito ho trascorso tre stagioni nelle file del Carpi, per poi trasferirmi nelle giovanili della Reggiana dove sono rimasto due anni. Il resto è storia quanto mai recente: nel 2015/2016 ho disputato il campionato di Promozione con la maglia della Falkgalileo”.

Tu sei dunque al debutto in Eccellenza: che effetto ti fa la prospettiva di giocare in questa categoria?

“Si tratta di un’occasione che ho colto al volo, senza esitazioni: finchè si è giovani, sono treni che non vanno affatto persi. Il mio approdo a Rubiera ha potuto concretizzarsi grazie agli ottimi rapporti tra Folgore e Falkgalileo: avevo sentito parlare molto bene sia di Vacondio sia del diesse Tagliavini, e il primo colloquio è bastato per confermarmi in pieno la loro fama. Dunque, ho scelto di trasferirmi all’ombra del Forte con assoluta convinzione e senza paure: garantisco fin da ora il massimo impegno, e ora chiaramente ho il compito di migliorare sempre più. Sono certo che per me quest’annata sarà pure all’insegna della sperimentazione: il mister mi sta facendo lavorare anche su ruoli che in precedenza non avevo mai rivestito, come ad esempio quello di mezzala”.

prepartitaE ora parliamo di obiettivi: tanti addetti ai lavori sono pronti a scommettere su una Folgore in grado di lottare, diciamolo sottovoce, per la serie D…

“Non è mia abitudine sfornare proclami a destra e a manca, specie quando il campionato non è nemmeno iniziato. Ad ogni modo, credo che le nostre potenzialità siano sotto gli occhi di tutti: “senatori” come Greco e Dallari sono un’autentica sicurezza, e penso che la campagna acquisti sia stata condotta con competenza e notevole efficacia. Ad esempio, non nascondo di essere molto gratificato dal fatto di poter giocare con Luca Ferrari: è un giocatore per cui ho sempre fatto il tifo, fin da quando lo seguivo solo sugli spalti. Poi abbiamo giovani di notevole prospettiva, come Neviani e Pavarotti: parlo a ragion veduta, perchè li conosco entrambi fin dai tempi della Reggiana. Quanto alla guida tecnica, Vacondio e Leke non hanno affatto bisogno di presentazioni: loro costituiranno due veri valori aggiunti”.

Quali saranno, dunque, le principali rivali nell’alta classifica?

“Direi soprattutto il Rolo, ma anche la Vigor Carpaneto che affronteremo già alla prima di campionato. Inoltre io non sottovaluterei nemmeno la Fidentina e, udite udite, il Bibbiano San Polo: la compagine della Val d’Enza si è mossa bene in sede di mercato, e poi farà valere l’entusiasmo tipico delle neopromosse”.

amichevole maranello 2La sfida col Carpaneto arriverà già alla prima giornata, mentre quella col Bibbiano San Polo è calendariata sette giorni dopo: vi proverete sùbito la febbre…

“Già, ma comunque credo che il calendario ci favorisca: preferisco infatti un avvio in salita, per calarci immediatamente al meglio nell’universo del prossimo torneo di Eccellenza. In ogni caso, come avrete capito, noi non abbiamo timori di sorta: siamo pronti a farci valere in ogni occasione”.

E l’amichevole di ieri con il Maranello? Quali indicazioni ne avete ricavato?

“Ovviamente dal primo test stagionale non si possono trarre sentenze definitive: comunque sia, considerando che siamo davvero agli inizi della preparazione, ritengo che la nostra prova sia stata convincente. Di certo non siamo ancora al meglio, ma già si intravede da parte nostra una buona organizzazione di gioco. Parlo in primo luogo della difesa, che ieri si è rivelata il nostro autentico punto di forza: del resto, il Maranello non ha quasi mai tirato in porta. Ce la siamo cavata bene, contro un’avversaria che comunque si è dimostrata tenace e ricca di grinta”.

Nelle foto al centro e in basso: due momenti del test di ieri a Rubiera contro il Maranello.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...