Juniores, Oleari: “Stiamo già lavorando duramente, come è giusto che sia. Gli obiettivi? Intanto battere la Scandianese…”

Davide Oleari“I primi allenamenti sono stati piuttosto duri, come è giusto che sia all’inizio di un percorso calcistico: comunque sia, la squadra ha risposto molto bene fin da sùbito alle sollecitazioni proposte dall’allenatore”. Sono parole del centrocampista Davide Oleari (nella foto), uno tra i tanti volti nuovi della Folgore Rubiera Juniores: anche lui fa parte del folto gruppo di giocatori provenienti dalla Reggio Calcio. “Per quanto mi riguarda – prosegue Davide – l’ambientamento è stato decisamente rapido: del resto conosco già parecchi compagni di squadra, e dal punto di vista fisico io non temo affatto le fatiche. Sugli obiettivi stagionali, abbiamo parecchie ragioni per essere ottimisti: tuttavia, come sottolinea il mister, intanto il nostro primo traguardo è battere la Scandianese nel turno inaugurale di campionato”.

Oleari, fin qui come si è sviluppata la tua carriera in ambito calcistico?

“Ho iniziato nelle file della Galileo, quando la fusione con la Falk non si era ancora concretizzata: sono rimasto là per sette stagioni, per poi passare alla Reggio Calcio dove ho disputato le ultime quattro annate”.

Tu provieni dagli Allievi regionali, e ora ti appresti a cimentarti con il campionato Juniores emiliano-romagnolo: in che modo stai vivendo questo rilevante cambiamento?

“Il balzo dagli Allievi agli Juniores è consistente, inutile negarlo: le differenze tra le due categorie sono sotto gli occhi di tutti. Nell’imminente stagione agonistica, dovrò riporre una dose di impegno, concentrazione e qualità tecnica ancora maggiore rispetto al recente passato: lo so bene, e lo sanno altrettanto bene tutti i nostri giocatori che provengono dagli Allievi. Ad ogni modo, questo salto di qualità non mi spaventa affatto: anzi, dal mio punto di vista rappresenta un ulteriore incentivo a dare il massimo. Poi, sono molto gratificato dalla prospettiva di cimentarmi con parecchi giocatori più grandi di me: io infatti sono nato alla fine del 1999, quindi posso quasi considerarmi un 2000…”.

Come ti stai trovando con mister Cavalletti?

“Avevo parlato con lui già a giugno, quando ci sono stati i primi colloqui tra me e la Folgore Rubiera: fin da sùbito ne avevo ricevuto un’impressione positiva, che si è puntualmente confermata in questi primi allenamenti. Abbiamo iniziato lavorando sùbito con un ritmo sostenuto: le fatiche si fanno indubbiamente sentire, ma in fin dei conti fanno bene. E’ un’intensità che ci aiuta a entrare rapidamente nella dimensione del campionato che affronteremo”.


Fausto Strozzi 2E quali saranno i reali obiettivi della Folgore Rubiera?

“Dopo il titolo di vicecampione regionale conquistato dal gruppo dello scorso anno, è lecito che tutti si aspettino molto da noi. Di certo abbiamo un organico molto ben assortito e attrezzato, ma per ora preferirei non sbilanciarmi in pronostici. Come dice il mister, ora il nostro primo traguardo è rappresentato dal battere la Scandianese nella prima giornata di campionato”.

Sette giorni dopo la Scandianese, ospiterete il Castellarano in un altro derby di fuoco: avresti preferito un avvio più soft?

“No: partiremo contro due squadre reggiane, e il fatto di disputare due derby ci aiuterà a sviluppare un ulteriore valore aggiunto in termini di efficacia e combattività”.

A tuo parere, quali saranno le squadre maggiormente favorite per la lotta al vertice?

“Anche qui preferisco non perdermi in pronostici di vario tipo: ci attende un’annata molto ricca di incognite e imprevisti, sia per noi sia per le altre squadre. Comunque sia, dovendo fare un nome in particolare, vado controcorrente rispetto alle previsioni che ho sentito in questi giorni: anche se se ne parla poco, secondo me l’Arcetana ha un organico in grado di dare molto fastidio alle cosiddette “grandi” del girone. I biancoverdi possono essere la vera sorpresa del gruppo C”.

Hai qualche ringraziamento da fare?

“Alla Galileo e soprattutto alla Reggio Calcio, con cui ho vissuto quattro anni molto significativi. Ora, sto già riponendo la massima determinazione per fare il meglio possibile con la maglia della Folgore”.

Lunedì sera, alle ore 19, prima uscita stagionale per la Folgore Juniores: i nostri beniamini saranno a Bibbiano, in occasione del prestigioso Memorial Chiari. L’avversaria sarà una squadra da definire tra Casalgrandese e Brescello. Martedì sera (ore 20.30), al Ristorante Sider Park di Rubiera, la presentazione ufficiale della squadra.

Nella foto in basso: Massimo Tirelli, viceallenatore della Folgore Rubiera Juniores.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...