Prima squadra, Blotta è già un leader: “Ho iniziato bene, però guai a montarsi la testa… Il Carpaneto è una corazzata, ma non abbiamo motivi per temerla”

blottaAveva mostrato una stoffa da leader già nella Correggese Juniores, e ora Simone Blotta (nella foto) sta pienamente confermando la sua indole: il difensore classe ’98, in forza alla nostra Prima squadra, è tra i giocatori che più si stanno mettendo in mostra nel precampionato della Folgore Rubiera. “In effetti credo di avere iniziato bene – evidenzia il diretto interessato – Merito soprattutto del grande affiatamento che ho già sviluppato con i miei compagni di squadra. Ad ogni modo, non sono ancora al massimo della mia condizione: ritengo di essere al 70-80% della forma”.

Blotta, innanzitutto ripercorriamo le tappe del tuo percorso calcistico: quali altre maglie hai vestito, prima della Folgore Rubiera?

“Ho iniziato nelle file della Fides Reggio Emilia, società con la quale ho vissuto parecchie stagioni: poi c’è stato il grande balzo nella Correggese, dove l’anno scorso ho disputato il campionato Juniores nazionale. Quando mi si è presentata l’opportunità di giocare l’Eccellenza qui a Rubiera, non ci ho pensato su troppo tempo: si tratta di un’occasione da cogliere al volo, per tanti motivi”.

panchina con sassuolo berrettiVale a dire?

“Dapprima, gli obiettivi ambiziosi che si pone la società: inoltre, l’ottimo ambiente che caratterizza questo club. Tutto ciò senza dimenticare Vacondio e Leke: la loro guida tecnica sarà utile non solo all’intera squadra, ma anche a me personalmente per compiere ulteriori miglioramenti. Ringrazio moltissimo la Folgore per la fiducia che mi ha accordato: si tratta di un autentico onore. Un “grazie” va poi a Fides e Correggese, perchè entrambi i sodalizi hanno contribuito parecchio alla mia crescita”.

Quali sono le tue maggiori prerogative in campo? Su che cosa punti di più quando sei in partita?

“Su tre doti: sono agguerrito, tenace e riesco a sviluppare una rilevante forza fisica. Non ho problemi o acciacchi fisici da smaltire, ma ritengo di non avere ancora raggiunto il massimo della forma: del resto siamo ad agosto, quindi è piuttosto normale… Adesso come adesso, sono al 70-80% del mio potenziale”.

E anche se non ti reputi ancora al meglio, tu stai già destando impressioni molto favorevoli…

“Se riesco a essere incisivo, il merito non è soltanto mio: devo pure ringraziare i miei compagni di squadra, con i quali ho già sviluppato un utile affiatamento. Mi sono ambientato al meglio fin da sùbito, e questo mi sta aiutando a lasciare il segno: tuttavia non è affatto il caso di montarsi la testa, perchè davvero siamo soltanto all’inizio…”.

pubblicoIntanto sabato avete battuto la Berretti del Sassuolo, nell’amichevole che si è disputata al “Valeriani” di Rubiera: come valuti la prestazione che avete fornito?

“A mio parere, il 3-o rispecchia in modo fedele ciò che si è visto in campo: pur trovandoci di fronte a un’avversaria pimpante e ricca di energia, siamo stati capaci di fornire una prova convincente soprattutto per quel che riguarda il primo tempo. Nella ripresa siamo forse stati meno appariscenti, ma la Folgore è ugualmente riuscita a contenere ogni “sfuriata” dei neroverdi: poi nei secondi 45′ abbiamo arrotondato il punteggio da 1-0 a 3-0, quindi penso proprio che il test abbia fornito indicazioni quanto mai confortanti. Detto questo, sta di fatto che si può migliorare ancora: sono certo che ci presenteremo al via del campionato con un assetto di gioco ancora più perfezionato”.

E dove arriverà la Folgore Rubiera nel campionato di Eccellenza ormai imminente?

“I nomi delle squadre che lotteranno per la D sono noti a chiunque: Vigor Carpaneto, Rolo, e direi anche Fidentina. Di certo, noi abbiamo i mezzi necessari per dare fastidio a tutte e tre: di conseguenza, credo che il nostro gruppo sia quanto mai in lizza per ritagliarsi un posto al sole nell’altissima classifica”.

Il calendario ci aiuta, o avresti preferito un’agenda strutturata in modo differente?

“Intanto, non va dimenticato che dopodomani sfideremo la Casalgrandese in Coppa Italia: un test in cui ci impegneremo a fondo, per continuare a dimostrare quanto effettivamente valiamo. Quanto al campionato, bene iniziare con la Vigor Carpaneto: visto che abbiamo l’obiettivo di essere una grande squadra, non dobbiamo affatto temere i confronti con le cosiddette “corazzate” del girone A”.

Nella foto al centro: la panchina rubierese nell’amichevole col Sassuolo Berretti. Il primo a sinistra è mister Ivano Vacondio. Nella foto in basso: uno scorcio del pubblico in tribuna durante il test di sabato scorso.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...