Juniores, un nuovo ko che costa l’eliminazione dal Memorial Chiari. Sinagra: “Siamo comunque in crescita, sabato prossimo ci faremo trovare pronti”

SINAGRA AntonioIl percorso della Folgore Rubiera Juniores nel Memorial “Corrado Chiari” 2016 è già terminato: con la sconfitta di ieri sera al “Bedogni” di Bibbiano, i nostri beniamini sono stati costretti a salutare anzitempo la prestigiosa competizione precampionato. Stavolta la formazione di Cavalletti ha pagato dazio contro i pari categoria del Brescello: il primo tempo si è chiuso a reti inviolate, ma nella ripresa i canarini hanno preso il largo vincendo 3-1. Purtroppo non ci è bastato il gol di Gallinari, che al 15′ del secondo tempo ha realizzato il punto del momentaneo pareggio. Si tratta del secondo ko di fila, dopo quello di giovedì scorso con la Casalgrandese sempre al Memorial Chiari: comunque sia, Antonio Sinagra (nella foto) continua a manifestare piena fiducia nei confronti di questa Folgore. “Il risultato di ieri ci punisce in modo davvero eccessivo – spiega l’attaccante rubierese – Durante i primi 45′ abbiamo retto molto bene il confronto, e peraltro ci sono stati negati due rigori veramente nettissimi. Dopo l’intervallo un Brescello comunque volenteroso ha sbloccato la partita proprio dagli 11 metri, e inoltre ha saputo essere più incisivo in chiave offensiva: d’altro canto noi, pur non demeritando, siamo stati puniti da un pizzico di sfortuna. In ogni caso, sul piano del gioco questa sfida rappresenta un passo avanti rispetto al ko con la Casalgrandese: sono certo che sabato prossimo, in occasione della prima di campionato, sapremo farci valere in modo ancora più concreto”.

Sinagra, come vi siete presentati a Bibbiano per il match contro i rivieraschi? Assenze di rilievo, oppure eravate al completo?

“Mancava solo Lusvardi, che deve ancora riprendersi dai suoi problemi fisici: per il resto, Cavalletti ha potuto contare su tutti gli effettivi a propria disposizione. Ad ogni modo, non va dimenticato che il nostro organico ha subìto notevoli cambiamenti rispetto alla scorsa stagione: dobbiamo quindi trovare la nostra migliore dimensione, ed è chiaro che ci serva un po’ di tempo in più rispetto ad altre squadre con organici già consolidati”.

E dunque, quanto tempo vi occorrerà ancora per riuscire a esprimere tutte le vostre potenzialità calcistiche?

“Non molto, fidatevi: credo proprio che già sabato prossimo inizieremo a far vedere il nostro temperamento. Fin qui abbiamo svolto un lavoro molto valido, sia dal punto di vista strettamente tecnico sia per quanto riguarda l’aspetto psicologico: il tutto è finalizzato a iniziare il campionato col piede giusto, e la qualità degli allenamenti svolti fin qui fa davvero ben sperare in tal senso”.

STROZZI FaustoTuttavia, il turno inaugurale propone una sfida decisamente complessa sul campo della Scandianese: avresti preferito un avvio più soft?

“Ritengo che il calendario non abbia grande importanza: prima o poi bisogna affrontarle tutte, e quindi ben venga anche una prima giornata contro un’avversaria molto competitiva come la Scandianese. Noi non abbiamo motivi per nutrire timori: sappiamo che ripetere i fasti dello scorso anno sarà un’impresa molto complicata, ma disponiamo dei mezzi appropriati per provarci fino in fondo. Del resto, anche nella passata stagione avevamo iniziato contro una corazzata come il Castelvetro: poi, sapete benissimo dove siamo arrivati…”.

A livello personale, come stai? Sei in forma, o devi smaltire degli acciacchi di vario tipo?

“Io sto bene, grazie. Devo solo recuperare una buona dose di fiato, ma si tratta di una necessità normale dopo la lunga pausa estiva: per il resto la mia condizione è in crescita, proprio come il resto del gruppo”.

E quanti gol hai promesso di segnare nell’annata 2016/2017?

“Io non faccio promesse di questo genere: il mio auspicio di base è quello di mettere a segno dei gol pesanti, che siano determinanti per conquistare vittorie. Quanto all’aspetto numerico, io effettivamente non ho mai segnato moltissimo: tuttavia, c’è sempre una prima volta nella vita…”.

Nella foto in basso: Fausto Strozzi, dirigente accompagnatore della Folgore Rubiera Juniores.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...