Prima squadra, Tognetti: “Il probabile ko a tavolino? Non pensiamoci. Ora dobbiamo consolidare i confortanti segnali di domenica scorsa”

TOGNETTI Francesco“La probabile sconfitta a tavolino è ovviamente un durissimo colpo, ma non per questo ci faremo scoraggiare”. Il difensore della Prima squadra Francesco Tognetti (nella foto) suona la carica, e invita fermamente la Folgore a non abbattersi dopo le vicende che hanno riguardato la sfida con la Vigor Carpaneto. “Ora abbiamo il preciso compito di guardare con fiducia alla prossima partita – prosegue Francesco – ossia al match interno di domenica contro il Bibbiano San Polo. Dovremo confrontarci con il grande entusiasmo degli avversari, ma si tratta di un impegno che non può e non deve spaventarci: già contro i piacentini, abbiamo dimostrato di avere la stoffa necessaria per essere una grande squadra”.

Tognetti, partiamo da ciò che si è visto in campo nella sfida che vi ha opposti al Carpaneto. La prova fornita dalla Folgore può dirsi soddisfacente?

“A mio parere sì: il match ha preso la piega che ci aspettavamo, e credo che il nostro gruppo sia stato capace di interpretarlo in maniera efficace. Nel 1° tempo gli ospiti sono stati più pimpanti e propositivi, soprattutto in chiave offensiva: d’altro canto, noi abbiamo saputo contenere bene le loro sfuriate in avanti. Peccato solo per quell’errore difensivo sul finire della prima frazione, che ha poi propiziato il gol messo a segno da Franchi: è stato l’unico vero svarione all’interno della notevole solidità che abbiamo mostrato”.

Nella ripresa, che tipo di partita hai visto e vissuto?

“Dopo l’intervallo abbiamo ripreso coraggio, e il nostro potenziale è uscito meglio in ogni reparto del campo: i nostri sforzi sono stati coronati soltanto nei tempi di recupero col pareggio di Hoxha, ma in ogni caso credo che si tratti di un 1-1 pienamente meritato”.

SPADACINI SimoneFin qui per quanto riguarda le vicende del rettangolo verde: tuttavia, come ben sappiamo, molto probabilmente il Giudice Sportivo assegnerà al Carpaneto la vittoria a tavolino. Di conseguenza, il vostro grande lavoro di domenica scorsa non sarà servito a nulla: in che modo pensate di riprendervi da una batosta simile?

“Innanzitutto, lungi da noi l’intenzione di recriminare nei confronti della Vigor: i piacentini sono nel loro buon diritto, e la disattenzione relativa alla squalifica di Blotta è solo colpa nostra. Adesso, c’è un solo modo per uscire da questa delusione: dobbiamo ispirarci alla buona prestazione di domenica scorsa, per ripeterla e anzi migliorarla ulteriormente contro il Bibbiano San Polo. Non va dimenticato che ieri l’altro siamo stati capaci di tenere sotto scacco il Carpaneto, che rappresenta una tra le fuoriserie del girone A di Eccellenza: ciò la dice lunga sul reale valore, credo elevato, che caratterizza il nostro gruppo”.

E a proposito del Bibbiano San Polo: quali doti serviranno per avere ragione del team di mister Paganelli?

“In passato io ho giocato là: quindi, conosco bene il loro ambiente e molti dei giocatori. Paganelli può contare su una compagine solida e ben organizzata: inoltre, è diretta da un allenatore senza dubbio tra i migliori della categoria. Ritengo che dovremo concentrarci con ancora più forza sulle doti tecniche e agonistiche che ci caratterizzano: in particolare, saremo chiamati a migliorare in modo ulteriore la fase difensiva. La retroguardia si sta già comportando bene, ma distrazioni come quelle di domenica scorsa non devono ripetersi. Ad ogni modo, se la Folgore Rubiera saprà esprimersi complessivamente sui suoi livelli abituali, penso proprio che la vittoria sia più che mai alla portata”.

SDC16624Come vi presenterete?

“La posizione di Blotta è da definire a livello regolamentare: dovrebbe poi tornare Spadacini, che domenica era assente per motivi personali. Assente invece Pavarotti, ancora fuori a causa del suo stiramento”.

Domanda sgradevole, ma da fare: se domenica non dovesse arrivare un risultato positivo, all’interno della Folgore Rubiera potrebbe farsi largo qualche pericoloso malumore?

“Non credo proprio, anche perchè siamo soltanto alle primissime battute del campionato: dunque è ancora presto per trarre conclusioni definitive, sia in positivo sia in negativo. In ogni caso, l’avvio della stagione non è affatto da buttare per noi: con il Carpaneto abbiamo dimostrato di avere la stoffa per essere un gruppo vincente”.

Nella foto al centro: Simone Spadacini, al rientro in vista della partita di domenica prossima. Nell’immagine in basso: una formazione della Folgore Rubiera 2016/2017.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...