Prima squadra, Spadacini è tornato a ruggire in chiave offensiva: “Questa Folgore è partita bene, ma solo tra un mese sapremo chi siamo veramente”

SPADACINI SimoneMister Vacondio crede molto nelle sue potenzialità, e i fatti dicono che si tratta di una fiducia ben riposta: ieri Simone Spadacini (nella foto qui a sinistra) ha giocato solo un quarto d’ora, un tempo limitato che però gli è stato sufficiente per trovare la via del gol. “In effetti avrei potuto segnarne anche un altro – evidenzia il nostro attaccante – Tuttavia non sono certo qui a lamentarmi, perchè sarebbe del tutto fuori luogo. In quella fase della partita, l’importante era trovare una rete che ci permettesse di chiudere i conti in modo definitivo: il compito è riuscito a me, e sono molto felice di avere già iniziato a rendermi utile alla squadra in chiave realizzativa”. Sulle sorti della squadra: “Le premesse sono molto positive, ma solo tra un mese sapremo chi siamo veramente”.

Spadacini, partiamo dal tuo giudizio generale sulla sfida di ieri contro il Bibbiano San Polo: il risultato rispecchia ciò che si è visto in campo?

“Sì, ma non del tutto: a essere sinceri, si tratta di un punteggio che ci premia in modo un po’ abbondante. Sia chiaro: la nostra vittoria non fa una grinza, perchè abbiamo legittimato l’affermazione giocando un ottimo secondo tempo. D’altro canto, chi ha visto la partita sa bene che i nostri avversari hanno saputo crearci parecchi grattacapi nei primi 45′: di conseguenza credo che la squadra di Paganelli non meritasse una lezione così severa, ma si sa che il calcio è anche questo…”.


PE MaurizioNella prima frazione di gioco la compagine della Val d’Enza ha colpito una traversa con Beatrizzotti, senza dimenticare gli interventi compiuti da Maurizio Pè (nella foto qui a destra). Da che cosa sono nate le difficoltà della Folgore?

“Non va dimenticato che siamo appena all’inizio della stagione agonistica, e dunque in questa fase i valori delle varie squadre sono molto più livellati. Guai a sottovalutare il Bibbiano San Polo: si tratta di una squadra ben disposta in campo, e guidata con grande competenza da mister Paganelli. Noi dobbiamo ringraziare Pè, che ha fornito un contributo di basilare importanza per evitare di andare sotto nel punteggio. D’altronde il gol era la “medicina” che ci serviva per sbloccarci, e c’è da dire che Luca Ferrari lo ha siglato appena gli avversari ci hanno concesso qualcosa: ciò significa che siamo sulla buona strada per diventare protagonisti di questa Eccellenza. Dunque abbiamo parecchi motivi per essere ottimisti, anche se al momento la fiducia va comprensibilmente mischiata con la giusta dose di cautela”.

Domenica prossima sarete di scena a Villalunga, nella trasferta sul campo dei “cugini” della Casalgrandese. I biancoblù hanno iniziato il campionato con due sconfitte, 3-1 a Fidenza e 5-1 ieri sul campo del Carpaneto. Può quindi essere l’occasione per spiccare il volo…

“Non andiamo certo a Villalunga con l’intento di fare una gita: sappiamo molto bene che sarà tutt’altro che una passeggiata. Come sapete, di recente abbiamo affrontato la Casalgrandese in Coppa Italia: in quell’occasione noi non siamo andati oltre lo 0-0, con la squadra di Cristiani che si è fatta valere durante tutti i 90′. Inoltre, il fatto che loro provengano da due sconfitte non è affatto un buon motivo per abbassare la guardia: anzi dovremo riporre una dose ancora maggiore di attenzione, perchè la Casalgrandese avrà il chiaro obiettivo di rompere il digiuno di punti cogliendo una vittoria di prestigio nel derby. Non dimentichiamo poi la conformazione del campo di Villalunga: giocare sul sintetico presenta sempre insidie, specie per chi non ci è abituato. Dalla nostra c’è il fatto che dovremmo essere al completo: è infatti previsto il rientro di Blotta”.

Vi attende un mese piuttosto tosto, con sei partite di campionato nel giro di neppure 30 giorni…

“Un tour de force impegnativo, che tuttavia non ci deve affatto spaventare. L’agenda dei prossimi 30 giorni dirà se siamo davvero in grado di lottare per traguardi di vertice: come detto io rimango fiducioso, perchè questa Folgore Rubiera può contare su un gruppo veramente straordinario. Già lo scorso anno avevamo un ottimo organico, e il 4° posto che abbiamo raggiunto lo testimonia: ora ci siamo ulteriormente rinforzati, e dunque dobbiamo nutrire massima convinzione nei nostri mezzi”.

ferrari per sitoE’ facile pensare che tu ti stia trovando bene con mister Vacondio…

“Lo conoscevo già da prima, le mie impressioni positive sono state puntualmente confermate: del resto il nostro gruppo è composto da tanti personaggi che conosco da tempo. Leke, Gabriele Iotti, Luca Ferrari (nella foto qui a sinistra), Lusoli, i ragazzi confermati dallo scorso anno… Insomma, qui a Rubiera sono sempre più a casa: inoltre sto attraversando un buon momento anche dal punto di vista fisico, perchè il problema che ho avuto al ginocchio la scorsa stagione sembra ormai superato”. 

Intanto, c’è una dedica particolare per il gol che hai messo a segno ieri?

“Certo che sì! Lo dedico alla mia ragazza Veronica, che ieri è venuta a vedermi allo stadio per la prima volta da quando gioco a Rubiera… Lei ha portato molta fortuna, quindi spero proprio che torni ancora…!”

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...