Prima squadra, nessun colpo di scena: la Commissione disciplinare conferma lo 0-3 a tavolino per il Carpaneto. Tagliavini: “Accettiamo la sentenza, ma è un verdetto difficile da capire”

crer figcNiente da fare: oggi è stata scritta la parola fine sul caso-Carpaneto, e purtroppo il verdetto non sorride alla Folgore Rubiera. La Commissione disciplinare territoriale della Figc ha confermato la sconfitta a tavolino: dobbiamo quindi dimenticarci in modo definitivo l’1-1 maturato sul campo, e il risultato resta omologato sullo 0-3 a favore dei piacentini. I fatti sono ben noti, e si riferiscono alla prima giornata del campionato di Eccellenza: il 4 settembre scorso i nostri beniamini avevano impattato al “Valeriani” con la Vigor Carpaneto, ma il club ospite ha inoltrato ricorso ravvisando la posizione irregolare del difensore Simone Blotta.

blottaBlotta ha ricevuto una squalifica in occasione del Torneo Emiliagol-Memorial Barella, competizione Juniores che si era svolta nel maggio scorso sotto l’egida della Figc: la Delegazione di Parma ha pubblicato il relativo comunicato sulla bacheca della propria sede, senza però provvedere a pubblicarlo sull’apposito portale internet. Di conseguenza, la Folgore non poteva essere a conoscenza del provvedimento comminato a Blotta (nella foto qui a destra): peraltro il nostro club non ha partecipato alla competizione nocetana, e dunque era pressochè impossibile venire a sapere le decisioni disciplinari relative a quel torneo.
La sentenza ha pienamente recepito le motivazioni della Folgore, ed elogia la buona fede della dirigenza rubierese: inoltre, il testo lascia intendere che la Delegazione di Parma avrebbe potuto compiere maggiori sforzi per garantire la conoscibilità del comunicato. Per giunta, il dispositivo di Noceto è stato affisso in bacheca con la dicitura “ad uso delle società partecipanti al torneo”: una dicitura fuorviante, come espressamente detto anche dalla sentenza di appello.
Tuttavia la Commissione ha confermato l’assegnazione dei tre punti al Carpaneto, adducendo una motivazione che non mancherà di suscitare discussioni. Vale la pena di menzionare la frase esatta: “Fin tanto che l’ordinamento sportivo non si sarà ufficialmente adeguato all’era digitale in cui viviamo, il solo mezzo valido di conoscenza delle decisioni adottate dagli Organi e dagli Enti operanti nell’ambito federale è rappresentato dall’affissione negli appositi albi, istituiti presso le sedi dei Comitati regionali e delle Delegazioni provinciali. Mentre allo stato attuale delle cose, tutte le altre modalità di comunicazione, compresa quella via internet, non hanno alcun valore ufficiale e devono intendersi, qualora siano utilizzate, come forme di cortesia verso le società, i tesserati e l’utenza in generale”.
Leke, Tagliavini, FontanaA stretto giro la reazione della Folgore Rubiera, attraverso le parole del direttore sportivo Fabrizio Tagliavini. “Accettiamo con serenità la sentenza –spiega amareggiato il diesse – e ora ci concentriamo con ancora più fermezza sulla partita di domenica con l’Axys Zola. Tuttavia, non possiamo non rilevare l’assurdità di questo verdetto d’appello: in buona sostanza la Commissione ci dà ragione, ma conferma il risultato favorevole al Carpaneto. Un controsenso difficile da capire, specie considerando il passaggio che parla dell’ufficialità dei comunicati. Ma dico: adesso dovremo noleggiare dei pullman e dei tassì per andare nei Comitati di tutta Italia a leggere chi sono gli squalificati? E se Blotta fosse stato squalificato a Vibo Valentia, avremmo dovuto recarci in Calabria per prenderne coscienza? Davvero inspiegabile che nel 2016 i comunicati su internet non abbiano valore ufficiale: e per giunta, nessuno si sta adoperando per mettere a posto queste dannose pieghe del regolamento. Per come la vedo io – evidenzia Tagliavini – credo che dovrebbe essere la Figc regionale a prendersi cura di problemi simili: la spinta verso un cambiamento in meglio dovrebbe partite dal Comitato emiliano-romagnolo, ovviamente parlandone con le società durante le periodiche riunioni che si svolgono a Bologna”.
Inoltre la Folgore aveva espresso dubbi sul fatto che una squalifica rimediata in un torneo avesse valore in Eccellenza: dubbi respinti al mittente, perchè la Commissione ne ha pienamente confermato la validità.
Capitolo chiuso, dunque, e via verso la sfida con l’Axys: “Ringraziamo l’avvocato Grassani – conclude Tagliavini – per il grande supporto che ci ha fornito durante questa vicenda”.
* * *
CAVAZZOLI FUORI UN TURNO. Il Giudice Sportivo ha inoltre inflitto una squalifica di un turno a Cavazzoli, espulso a Colorno: Manuele dovrà quindi saltare la sfida di domenica contro il team bolognese.
Nella foto in basso: da sinistra il viceallenatore Mathew Leke, il diesse Fabrizio Tagliavini e l’allenatore dei portieri Daniele Fontana.
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...