Prima squadra, un altro pari che lascia un po’ di amaro in bocca. Mister Vacondio: “Peccato, ma non allarmiamoci. Stiamo giocando da grande squadra”

GRECO SalvatoreCITTADELLA VIS SAN PAOLO – FOLGORE RUBIERA 0 – 0

CITTADELLA VIS SAN PAOLO: Borghi, Caracci (dal 31’st Porrini), Righi, Balestri, Muratori, Guicciardi, Turci, Owusu, Gripshi, Cissè (dal 39’st Teggi D.), Ciarlantini (dal 30’st Angoh). A disp.: Corghi, Lo Bello, Natali, Rizzo. All.: Emilio Piccinini.
FOLGORE RUBIERA: Pè, Castrianni (dal 28’st Sekyere), Blotta, Cavazzoli (dall’ 11’st Taglia), Addona, Tognetti, Lusoli, Dallari, Greco, Koridze, Hoxha (dal 19’st Spadacini). A disp.: Neviani, Pavarotti, Teggi M., Agrillo. All.: Ivano Vacondio.
ARBITRO: Bertozzi di Piacenza (assistenti Cornacchia di Lugo di Romagna e sig.ra Hader di Ravenna).
NOTE: spettatori 150 circa. Ammoniti Balestri, Cissè e Owusu (C), Cavazzoli (F). Espulso il viceallenatore Pedroni (C) per proteste.
Nella foto: Sasà Greco, attaccante della Folgore Rubiera.

Un’altra parziale delusione, al termine di una partita che ha avuto un andamento molto simile a quella di domenica scorsa con l’Axys Zola. Anche contro il Cittadella Vis San Paolo la Folgore ha messo in mostra una visibile superiorità, specie nel corso della prima frazione di gioco: tuttavia, i nostri beniamini hanno di nuovo raccolto meno rispetto a quanto seminato. Sul piano del gioco, oggi al “Botti” di Modena i nostri beniamini hanno continuato a fornire risposte chiare e convincenti: d’altro canto i rubieresi hanno steccato nella fase realizzativa, nonostante le numerose occasioni da gol create. Grande merito va dato pure al portiere di casa Borghi, autore di una prestazione davvero da incorniciare.
HOXHA JudmirQuanto ai cenni di cronaca, nella prima frazione di gioco i modenesi si dimostrano un po’ titubanti al cospetto della pressione avversaria: è così la Folgore a dettar legge fin da sùbito. Già al 5′ Greco sfiora il punto del vantaggio: nell’area piccola Sasà si rende autore di un’imperiosa girata di destro, con palla che tuttavia finisce a lato. A seguire i rubieresi costruiscono ripetuti attacchi, ma la difesa di casa riesce infatti a gestire con ordine le sfuriate avversarie: peraltro Borghi si dimostra molto attento nelle circostanze in cui viene chiamato in causa. Nella ripresa Hoxha (nella foto a destra) e soci conservano un gioco propositivo e brillante, ma il Cittadella mette in campo un cipiglio ben più combattivo rispetto a quanto visto in precedenza: gli sforzi della compagine d’oltre Secchia potrebbero concretizzarsi al 15′ quando Owusu serve Ciarlantini, ma il colpo di testa di quest’ultimo da ottima posizione termina appena alto sulla traversa. Pochi minuti più tardi la Folgore si fa comunque viva con Greco, che viene pescato in fuorigioco poco prima di poter concludere a rete: intorno alla mezz’ora occhio ad Addona, che impegna Borghi direttamente da calcio d’angolo. Gli istanti conclusivi si rivelano densi di intensità agonistica, tant’è vero che entrambe le contendenti sfiorano il punto del ko. Dapprima il Cittadella con Dennis Owusu, che ci prova dalla distanza con Pè fuori dai pali: la sfera è alta, davvero di pochissimo. Sùbito dopo la Folgore si rende artefice di una furibonda mischia nell’area piccola avversaria: il tutto viene però risolto da Borghi abile e lesto nello spedire in angolo.
ivano vacondio“In poche parole, la sfida odierna è stata l’esatta fotocopia di quella dell’Axys Zola – spiega il tecnico della Folgore Rubiera Ivano Vacondio (nella foto qui a sinistra) – Io sono davvero molto contento per come i nostri ragazzi si sono espressi in campo: stiamo davvero giocando da grande squadra, e gli ultimi due pareggi non ci rendono affatto giustizia. In particolare, nel 1° tempo siamo stati capaci di creare una netta e inequivocabile superiorità anche sul piano offensivo: abbiamo provato a fare gol da tutte le parti, ma non c’è proprio stato verso di trovare lo spunto vincente. Nella seconda frazione il Cittadella ci ha poi creato più grattacapi rispetto a quanto visto in precedenza: nonostante ciò, abbiamo comunque costruito tre limpide occasioni da rete. A fine gara mi sono complimentato con Borghi – sottolinea Vacondio – I modenesi sono riusciti a fare il punto soprattutto per merito dei suoi eccezionali interventi. Sempre al termine dell’incontro, i nostri giocatori erano distrutti: comunque sia, credo che in fin dei conti non ci sia motivo per essere così abbattuti. E’ vero che avremmo ampiamente meritato la vittoria, ma il gioco che abbiamo mostrato è una solida base di partenza in vista della sfida casalinga di domenica prossima col Nibbiano Valtidone”.
Notizie positive dall’infermeria, specie per quel che riguarda Lusoli: “Leonardo ha giocato 90′ minuti, e peraltro anche lui ha sfiorato il gol – racconta il trainer – Ringrazio il dott. Taglia, che gli ha somministrato una puntura di antidolorifico essenziale per poter giocare oggi. Al 28′ della ripresa Castrianni accusava qualche piccolo fastidio fisico, e l’ho sostituito più che altro a scopo precauzionale: nulla di grave”. Quanto a Luca Ferrari, “per il suo ritorno bisognerà attendere i primi di novembre. Purtroppo domenica col Nibbiano non sarà ancora a disposizione”.
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...