Prima squadra, Mattia Teggi: “A Rolo un punto di grande valore. Contro la Bagnolese, la componente emotiva sarà un valore aggiunto per noi”

TEGGI Mattia“Il punto che abbiamo ottenuto a Rolo ha senza dubbio un grandissimo valore: siamo usciti indenni dal campo di una tra le squadre meglio attrezzate della categoria”. Parole di Mattia Teggi (nella foto), difensore della Folgore Rubiera: anche lui è pienamente convinto che la classifica della squadra di Ferraboschi sia bugiarda. “Parlando degli avversari che abbiamo fronteggiato domenica scorsa, credo proprio che la graduatoria non debba trarre in inganno: il Rolo ha attraversato un periodo negativo per quanto riguarda infortuni e squalifiche, ma dispone di un’intelaiatura di squadra veramente valida. Quindi, non mi stupirei se molto presto i biancoblù riuscissero a trovare piazzamenti più elevati: intanto, la notevole caratura degli avversari impreziosisce in modo ulteriore il pari che siamo stati capaci di conquistare”.

E secondo te, Teggi, l’1-1 rispecchia ciò che si è visto in campo?
“Sì, anche se da parte nostra può esserci qualche motivo di rimpianto. Innanzitutto abbiamo avuto il merito di non demoralizzarci dopo aver preso gol nei primi minuti: poi, nel corso dell’incontro, siamo stati noi ad avere i migliori spunti in chiave offensiva. Ad ogni modo, per noi si è trattato di un’ottima rinascita dopo l’inaspettato capitombolo casalingo contro il Salsomaggiore: lo 0-3 che i termali ci hanno rifilato può essere archiviato in modo definitivo come una semplice giornata storta. Mi sia inoltre permessa una nota personale: a Rolo sono tornato nell’undici titolare, e ciò rappresenta per me un grande motivo di orgoglio e soddisfazione. Ringrazio dunque lo staff tecnico, i compagni di squadra e la dirigenza per la notevole fiducia che mi è stata accordata in un match di così grande importanza: mi sento in piena forma, e sono convinto di poter fare sempre più e meglio per questa Folgore”.
CAVAZZOLI ManueleSpenti i riflettori sul confronto con la compagine dell’Autobrennero, è già tempo di pensare all’immediato futuro: domenica al “Valeriani” arriva la Bagnolese. Come vi presenterete?
“Di sicuro rientrerà Cavazzoli (nella foto qui a destra), che ha scontato il proprio turno di squalifica: è inoltre previsto il ritorno di Luca Maletti, che ha smaltito sia il lungo infortunio sia il virus influenzale che gli ha impedito di essere a disposizione contro il Rolo. Per il resto è da valutare la condizione di Pavarotti, alle prese con un fastidioso stiramento”.
Il derby con la squadra di mister Siligardi è molto sentito da ambo le parti: nella Folgore militano infatti tanti ex rossoblù, a partire da mister Vacondio e dal bomber Sasà Greco (nella foto in basso). La componente emotiva avrà il suo peso nell’economia del confronto?
“Senza dubbio non si tratta di una partita tra le più facili, perchè la Bagnolese ha dimostrato di meritare in pieno la sua attuale posizione di medio-alta classifica. La componente emotiva si farà sentire, ma credo che per noi sarà un fattore positivo: è una sfida che stiamo attendendo con entusiasmo e impazienza, e gli ex di turno sono fin da ora motivatissimi nel mostrare il proprio valore. Lo slogan potrebbe quindi essere “nessuno sconto da parte della Folgore”, ma sarebbe un motto piuttosto scontato: preferisco dire che questo derby così particolare saprà darci l’adrenalina giusta per cercare la vittoria con ulteriore convinzione”.
GRECO SalvatoreE quali doti serviranno per centrare i tre punti?
“Dovremo ripartire dalla partita col Rolo, dove siamo stati capaci di ben figurare: sarà quindi necessario giocare come sappiamo, mantenendo un alto livello di concentrazione e impegno. Sono certo che sapremo esprimerci al meglio, anche perchè sappiamo bene che i tre punti sarebbero di basilare importanza per il nostro cammino in campionato”.
Un cammino diretto verso quali traguardi? Ormai il primo posto sembra irraggiungibile, visto che la Vigor Carpaneto non sta (quasi) sbagliando un colpo…
“Io dico: “mai dire mai“. Tanto per fare un esempio spicciolo, a inizio stagione la San Michelese sembrava imbattibile dopo aver inanellato 6 successi di fila: poi però sono arrivate tre sconfitte consecutive, e i sassolesi hanno abbandonato una vetta che sembrava saldamente nelle loro mani. Tutto ciò per dire che il campionato è ancora lungo, e si presta ancora a molte rivoluzioni di classifica: inoltre c’è sempre una seconda piazza che a fine stagione dà l’accesso agli spareggi nazionali, e quella dista solo 5 lunghezze da noi. Dunque intanto pensiamo a vincere e convincere, senza farci condizionare troppo dagli equilibri numerici dell’alta classifica di Eccellenza”.
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...