Prima squadra, successo scoppiettante nel derby del Secchia. Mister Vacondio: “Vittoria meritata, ma le dimensioni del punteggio ci premiano in modo eccessivo. Nel 2° tempo abbiamo sofferto troppo”


Salvatore GrecoFOLGORE RUBIERA – CASALGRANDESE 5 – 2
RETI: 15’pt Luca Ferrari (F), 31’pt Agrillo (F), 32’pt Daniele Vacondio (C), 40’pt Greco (F), 25’st Formato (C), 36’st Hoxha (F), 50’st Lusoli (F).
FOLGORE RUBIERA: Pè, Teggi, Blotta, Cavazzoli, Castrianni (dal 26’st Dallari), Tognetti, Lusoli, Agrillo, Greco, Luca Ferrari (dal 37’st Sekyere), Hoxha (dal 45’st Addona). A disp.: Burani, Kouadio, Bassoli, Koridze. All.: Ivano Vacondio.
CASALGRANDESE: Toni, Lionetti, Ristori, Daniele Vacondio, Welle, Marco Ferrari, Morra (dal 1’st Fabbri), Carrozza (dal 19’st Notari), Formato, Malivojevic, Barbieri (dal 39’st Gazzani). A disp.: Botti, Riccardo Ferrari, Cappellini, Mirra. All.: Francesco Cristiani.
ARBITRO: Pilato di Forlì (assistenti Cornacchia e Guizzardi di Lugo di Romagna).
NOTE: spettatori 200 circa. Ammoniti Pè, Cavazzoli, Agrillo e Addona (F), Lionetti, Ristori e Morra (C).
Nella foto: Sasà Greco, autore del terzo gol rubierese.

CASTRIANNI DarioUna Folgore Rubiera scoppiettante, almeno per quel che riguarda il risultato finale: oggi al “Valeriani” i nostri beniamini hanno conquistato il sesto successo nelle ultime sette partite, aggiudicandosi l’attesissimo derby del Secchia al cospetto della Casalgrandese. Una vittoria che non era niente affatto scontata: i precedenti stagionali parlavano infatti di due pareggi (uno in Coppa, l’altro in campionato), e per giunta la Folgore è giunta all’appuntamento odierno con alcuni problemi relativi alla formazione. Durante la fase di riscaldamento, Davide Addona ha accusato il riacutizzarsi di un problema al polpaccio: ciò lo ha costretto a sedere in panchina per quasi tutto l’incontro, e il suo posto sul terreno di gioco è stato preso dal comunque generoso Dario Castrianni (nella foto qui a destra). Non va poi dimenticata l’assenza del lungodegente Alessandro Taglia, che comunque si sta riprendendo dall’infortunio al flessore: inoltre in settimana Luca Ferrari ha dovuto fare i conti con un fastidioso attacco influenzale, che tuttavia si è risolto in tempo per la sfida di oggi. Quanto alla Casalgrandese, mister Cristiani ha potuto contare sull’organico quasi al completo: out solo Teocoli, fuori a causa di problemi legati anche in questo caso al flessore.
Quanto alla cronaca, i primi sussulti giungono pochi istanti dopo il fischio d’inizio: pronti-via, e Lusoli impegna Toni con un’insidiosa conclusione da posizione angolata in area. Al 6′ Formato avrebbe un’occasione d’oro per colpire dal limite, ma il suo tiro è debole e si spegne a lato: un minuto più tardi Agrillo si rende autore di una staffilata da fuori area, che tuttavia è troppo centrale e viene respinta senza affanni da Toni. All’ 11′ Formato, servito da Barbieri, conclude sull’esterno della rete da posizione angolata ravvicinata: al 15′ è poi la Folgore a passare in vantaggio, grazie a un’azione concertata in modo pressochè perfetto. Nella circostanza Greco serve Hoxha, e quest’ultimo lascia partire un ficcante diagonale con palla che giunge a ridosso della linea di porta: lì Luca Ferrari è il più lesto di tutti, e realizza da pochi passi il momentaneo 1-0. Ancora Folgore al 24′: Agrillo effettua un buon tentativo dal limite lasciando partire una sorta di pallonetto, e la sfera sfila non di molto fuori a destra di Toni. Al 26′, Pè esce con sicurezza sulla punizione di Carrozza: al 31′, sugli sviluppi dell’angolo di Hoxha, Greco tocca bene per Agrillo e quest’ultimo insacca il raddoppio da posizione ravvicinata. La Casalgrandese, pur ferita, non ci sta affatto a perdere: sùbito al 32′, Daniele Vacondio è ben piazzato in area e dimezza le distanze con un’astuta conclusione che sorprende tutti. La palla si infila appena sotto la traversa, e i biancoblù ritornano in carreggiata. Al 36′ Formato lascia partire un assist d’oro verso l’area piccola rubierese: la palla sfila davanti alla linea di porta, ma nessun giocatore biancoblù è pronto a ribadirla in rete. Al 40′, Greco ci toglie le castagne dal fuoco: Teggi serve col contagiri il bomber della Folgore, e Sasà si rende autore di una spizzata di testa da pochi passi che beffa l’estremo casalgrandese.
GRECO SalvatoreNella ripresa, al 7′ contatto in area tra Castrianni e Formato: gli ospiti reclamano il rigore, ma l’arbitro non è affatto dello stesso avviso. Al 14′ Greco (nella foto qui a sinistra), ben pescato da Hoxha, si inventa un pericoloso pallonetto da posizione angolata in area: Toni è battuto, ma la sfera esce di un niente fuori a destra del guardiano biancoblù. Al 25′, la Casalgrandese riapre nuovamente il confronto: Formato sfrutta una svista difensiva avversaria per andare in gol indisturbato, con un tiro da centroarea che spedisce la sfera in rete a destra di Pè. Altri brividi per noi alla mezz’ora, quando Malivojevic serve alla perfezione Formato: quest’ultimo si presenta a centroarea solo davanti a Pè, e il nostro estremo respinge la minaccia con un intervento in bello stile. Sùbito dopo, Blotta tranquillizza ulteriormente la Folgore spazzando via la sfera. Al 36′, arriva la quaterna che chiude i conti in modo quasi definitivo: Greco offre un eccellente passaggio a Hoxha, e l’attaccante di origine albanese sigla il 4-2 con un gran colpo di testa da pochi passi. Nella fattispecie, il pallone si insacca nell’angolino in alto a sinistra di Toni. Da qui alla fine, i padroni di casa riescono addirittura ad arrotondare il punteggio in proprio favore: in pieno recupero è Lusoli a trovare la via del gol, con un tiro da posizione angolata in area che non dà scampo al portiere ospite.
Ivano Vacondio“La vittoria ci sta tutta – spiega a fine gara il tecnico della Folgore Rubiera Ivano Vacondio (nella foto qui a destra) – Credo che la superiorità da parte nostra sia stata visibile, anche se c’è da dire che il risultato finale ci premia in modo eccessivo. Il film della partita racconta di un ottimo primo tempo da parte della Folgore: nella ripresa invece abbiamo sofferto molto di più, e la Casalgrandese ha saputo piazzare tutte le mosse necessarie per metterci in difficoltà. Una settimana fa sul campo del Bibbiano San Polo avevamo giocato meglio, pur senza riuscire a vincere: d’altro canto, stavolta avevamo previsto di incontrare qualche grattacapo in più. Durante la settimana, siamo stati costretti a fare i conti con una condizione fisica di squadra non perfetta: tra influenze e acciacchi vari non abbiamo potuto lavorare al meglio della condizione, e come se non bastasse oggi si è aggiunto pure l’improvviso inghippo di Addona. Ad ogni modo, avanti così – chiosa Vacondio – stiamo man mano consolidando il 2° posto, e ciò rappresenta già un grande risultato”.
“Voi avete meritato di vincere, inutile negarlo – commenta invece il mister biancoblù Francesco Cristiani, grande ex di turno – La Folgore ha saputo gestire in maniera molto più efficace le varie situazioni che si sono verificate durante il confronto. Per capirlo basta osservare i gol che abbiamo subìto: le cinque reti sono arrivate grazie all’indubbia esperienza degli avversari, ma anche a causa dell’inesperienza e della poca lucidità da parte della Casalgrandese. Come ho già detto varie volte, l’obiettivo che ci poniamo quest’anno sta nel migliorare partita dopo partita: stavolta non ci siamo riusciti, così come domenica scorsa contro il Carpaneto. Ora dovremo dunque mettere in campo una dose ben maggiore di maturità tecnico-agonistica, per riprendere quanto prima il nostro percorso di crescita”.
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...