Prima squadra, Judmir Hoxha: “Il derby del Secchia ci ha fornito segnali molto confortanti sul piano della concretezza e della lucidità. Contro la San Michelese, lo spirito di rivincita sarà un rilevante aspetto a nostro favore: in palio ci sono punti pesanti, ma in ogni caso domenica non usciranno verdetti definitivi”. A livello personale: “Spero di raggiungere la doppia cifra nella classifica marcatori”

judmir-hoxhaIl morale della Folgore Rubiera è sempre più alto: ci riferiamo ovviamente alla Prima squadra, che domenica scorsa ha ottenuto il sesto successo nelle ultime sette partite. Un ruolino di marcia davvero invidiabile, il migliore all’interno del girone A di Eccellenza: dal 27 novembre in avanti nessuna squadra ha saputo fornire un rendimento migliore, nemmeno quella Vigor Carpaneto che al momento resta saldamente capolista. Inoltre, i nostri beniamini provengono da un successo di notevole prestigio anche dal punto di vista del campanile: la vittoria nel derby del Secchia con la Casalgrandese è stata larga e inequivocabile, ma nel contempo ha lasciato spazio a qualche spunto di riflessione. “In effetti si è trattato di un’affermazione pienamente meritata – evidenzia l’attaccante della Folgore Judmir Hoxha (nella foto), autore del 4° gol contro i biancoblù – Considerando l’andamento complessivo dell’incontro, noi ci siamo distinti sia in quanto a vivacità sia per quel che riguarda il maggior numero di proiezioni offensive. Ad ogni modo, le perplessità espresse da Vacondio nel dopo gara sono senza dubbio motivate”.

lusoli-nuovaGiusto per rinfrescare la memoria, il mister ha parlato di una partita dai due volti: Folgore frizzante e tambureggiante nel 1° tempo, ma più affaticata e a tratti impacciata durante la ripresa. Dunque, condividi tale visione?
“Nel primo tempo abbiamo fornito una prova di notevole impatto: i 45′ iniziali si sono chiusi sul 3-1 in nostro favore, un risultato parziale che rispecchia in pieno ciò che si è visto sul terreno di gioco. In seguito, la Casalgrandese ha confermato la propria fama di squadra coriacea e molto tosta pure sul piano del carattere: il gol di Formato ha riaperto la sfida, e da quel momento abbiamo vissuto dei minuti piuttosto complessi. Comunque sia, va detto che non abbiamo mai perso la lucidità necessaria per interpretare il confronto in modo efficace: dopo il 3-2 gli avversari si sono molto sbilanciati in avanti, ma la nostra retroguardia si è fatta trovare pronta e attenta su ogni pallone. Inoltre, nel tentativo di pareggiare i conti, la Casalgrandese si è scoperta in fase difensiva: noi ne abbiamo saputo approfittare al meglio, come testimoniano il mio gol e quello messo a segno negli istanti da Lusoli (foto qui sopra)“.
Vacondio ha inoltre detto che il risultato di 5-2 è troppo generoso a favore della Folgore: inoltre, l’allenatore ha aggiunto che sul piano del gioco eravate andati molto meglio contro il Bibbiano San Polo…
“A essere sinceri, l’entità del punteggio punisce la Casalgrandese in modo eccessivo: su questo siamo un po’ tutti d’accordo all’interno della squadra. Quanto alla partita di San Polo, là eravamo stati più spettacolari e vivaci per tutti i 90 minuti: anche se alla fine abbiamo raccolto soltanto un pareggio, ci siamo espressi con maggiore continuità senza mai incappare in momenti difficili. Ad ogni modo, c’è un dato che non va certo tenuto in secondo piano: tutte queste giuste considerazioni non tolgono nulla agli oggettivi meriti che siamo stati capaci di sviluppare durante il derby. Domenica scorsa spicca pure la concretezza offensiva: abbiamo attaccato molto e segnato molto. Ciò rappresenta di certo un aspetto molto confortante in ottica futura”.

CAVAZZOLI ManueleE parliamo allora del futuro, perchè l’immediato avvenire ha in serbo un altro impegno che non si preannuncia affatto semplice: domenica prossima sarete di scena sul sintetico di San Michele dei Mucchietti, contro la vostra maggior rivale in ottica 2° posto. Come vi presenterete?
“Purtroppo saremo privi degli squalificati Cavazzoli (nella foto qui a sinistra) e Addona: non dovrebbe esserci neppure il lungodegente Taglia, che in questi giorni si è allenato ma ancora a ritmo piuttosto ridotto. Altri problemi non ce ne sono: salvo sgradite sorprese dell’ultima ora, tutto il resto dell’organico dovrebbe essere al completo”.
Assenze pesanti, non trovi?
“Certo che sì, ma va detto che questa Folgore ha un organico ricco di talento e decisamente ben assortito. Quindi, disponiamo dei mezzi necessari, sia tecnici sia umani, per far fronte a ogni forfait: del resto, fin qui siamo stati capaci di cogliere vittorie rilevanti anche senza avere la squadra al completo. Del resto, la compattezza e la solidità di un organico si vedono pure dal modo in cui si riesce ad arginare le assenze”.
folgore-casalgr-2Quali doti serviranno per battere i sassolesi?
“Saremo innanzitutto animati da un forte e sano spirito di rivincita: ciò rappresenterà senz’altro un aspetto di notevole importanza a nostro favore. Come sapete, nella sfida di andata la San Michelese ha espugnato il “Valeriani” battendoci 1-2: con tutto il rispetto per i biancoverdi, si è trattato di una sconfitta che noi non abbiamo affatto meritato. Di conseguenza, il confronto di domenica rappresenta una formidabile occasione per mostrare il nostro valore anche al cospetto della squadra di Frigieri: un’opportunità che vogliamo cogliere al volo, perchè riteniamo di avere tutte le carte in regola per continuare il cammino vincente che stiamo portando avanti. Chiaramente, non ci attende affatto un’avversaria accomodante: la San Michelese sa creare grattacapi a qualsiasi avversaria, e per giunta proviene da un prezioso successo sul campo della Bagnolese. Ad ogni modo, lo ripeto: da parte nostra c’è massimo ottimismo”.
In palio ci sono tre punti che pesano parecchio: la tensione potrebbe giocarvi qualche scherzo sgradevole?
“Non credo proprio, perchè ormai noi siamo più che mai abituati a disputare sfide del genere: e in ogni caso, il campionato non finisce certo domenica”.
folgore-casalgr-1Se doveste riuscire a cogliere una nuova vittoria, le speranze di assaltare il 1° posto prenderebbero ulteriore forma?
“Al momento è meglio non pensare troppo al 1° posto: è vero che tre giorni fa la Vigor Carpaneto ha rallentato la propria marcia pareggiando con il San Felice, ma guai a farsi trarre in inganno da tale risultato. La compagine piacentina è una vera corazzata, e d’altro canto noi dobbiamo pensare a difendere la nostra attuale posizione: se vincessimo ci porteremmo a 9 lunghezze di distanza proprio dalla San Michelese, e ciò rappresenterebbe una seria ipoteca almeno sulla seconda piazza. A livello più generale, è ovvio che la Folgore punti sempre al meglio in ogni occasione: intanto però pensiamo a una partita per volta, senza eccedere in troppi voli di fantasia”.
Per quanto ti riguarda, Hoxha, sei soddisfatto dell’annata agonistica che stai vivendo?
“Adesso come adesso sì, ma l’obiettivo che mi pongo per l’immediato futuro è quello di aumentare la mia concretezza offensiva. Fin qui sul campo ho messo a segno 5 gol, compreso quello che ho siglato nella sfida di andata con il Carpaneto: da qui a fine stagione, punto con fermezza ad arrivare in doppia cifra”.
Nelle due foto in basso: un paio di fotogrammi relativi a Folgore Rubiera-Casalgrandese di domenica scorsa.
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...