Prima squadra, Mattia Teggi rassicura sulle proprie condizioni dopo l’infortunio di domenica scorsa: “Menisco e crociato sono salvi, conto di tornare a disposizione già ai primi di aprile”. Sul Carpineti: “I biancoazzurri stanno vivendo un momento eccezionale, proprio come il Colorno. Gara di notevole difficoltà, anche se Barozzi dovesse mancare”

TEGGI MattiaDomenica scorsa le sue condizioni fisiche avevano destato qualche preoccupazione: fortunatamente, l’infortunio in cui Mattia Teggi (nella foto) è incappato sembra essere meno grave del previsto. A Pianello Valtidone, durante la vittoriosa trasferta contro il Nibbiano, il nostro difensore ha dovuto abbandonare la partita 14′ della ripresa: ginocchio fuori uso, in seguito a un contrasto di gioco. E’ comunque lo stesso giocatore a rassicurare sulle proprie condizioni: “Sono stato immediatamente accompagnato a Piacenza, per gli accertamenti ospedalieri di rito – racconta Mattia – Menisco e crociato sono salvi: dunque, se tutto andrà senza intoppi, dovrei riuscire a tornare in campo nel giro di un tempo non lunghissimo. Nella fattispecie, stasera mi sottoporrò a un’ecografia per testare lo stato del collaterale: se gli esiti saranno positivi, così come mi auguro, tornerò a disposizione già il 2 aprile in occasione della partita casalinga con il Rolo”. 

Intanto, Teggi, buona convalescenza! Detto del tuo infortunio, passiamo ora a un tuo giudizio riguardante la vittoria di domenica scorsa: il successo della Folgore rispecchia ciò che si è visto in campo?
“Credo proprio di sì. Innanzitutto, va detto a chiare lettere che il Nibbiano Valtidone è squadra molto più forte rispetto a quello che l’attuale classifica potrebbe far pensare: ad ogni modo, noi siamo stati capaci di affrontarla con rigore, efficacia e lucidità. In effetti, nel 1° tempo abbiamo sviluppato un gioco di squadra contraddistinto da una qualità leggermente inferiore rispetto ai nostri standard: tuttavia nella ripresa ci siamo davvero ripresi alla grande, sotto ogni punto di vista”.
SEKYERE JamesUn’affermazione che dunque conferma le vostre doti, sia fisicamente sia sul piano della mentalità…
“Senza dubbio sì: inoltre, ritengo che il punteggio a nostro favore avrebbe addirittura potuto essere più largo. Nella prima frazione di gioco ci è stato negato un evidentissimo rigore: io ero nelle immediate vicinanze dell’episodio, e l’intervento su Sasà Greco era davvero netto”.
All’orizzonte c’è il confronto interno contro il Carpineti: anche se la formazione appenninica ha una trentina di punti in meno rispetto alla Folgore, l’andamento della contesa di domenica prossima al “Valeriani” non si presenta così scontato. Del resto, i biancoazzurri di Pivetti sono in arrivo dalla grande vittoria contro la Vigor Carpaneto: quindi, che tipo di sfida prevedi?
“Innanzitutto noi dovremo fare i conti con due assenze: oltre a me, mancherà pure James Sekyere (nella foto qui sopra) ancora alle prese con l’infortunio alla gamba. E’ inoltre in forse Cavazzoli, interessato da un acciacco al quadricipite. Per quel che riguarda i prossimi avversari, di partite scontate in questo campionato non ce ne sono mai state: di conseguenza ci attende una battaglia durissima, contro una squadra a dir poco affamata di punti salvezza. Il Carpineti ha un organico degno di questa Eccellenza, e peraltro sta vivendo un periodo d’oro: proprio come il Colorno, contro cui abbiamo perso di recente. Abbiamo tutte le caratteristiche necessarie per ottenere i tre punti, ma il 90% del nostro potenziale tecnico-agonistico non basterà per centrarli: servirà una Folgore davvero al massimo, e non è una frase retorica”.
 
Gli ospiti potrebbero essere privi di Barozzi, in dubbio a causa di alcuni problemi fisici: l’eventuale assenza del bomber biancoazzurro potrebbe spostare in vostro favore gli equilibri della sfida?
“Barozzi è un giocatore di rilievo fondamentale per il Carpineti: del resto, si tratta di un attaccante che farebbe comodo a qualsiasi squadra. Il suo forfait complicherebbe senz’altro i piani dei biancoazzurri, ma in tal caso non mi illudo di pensare a una partita più semplice: loro ce la metteranno comunque tutta per metterci in difficoltà, e noi avremo il preciso compito di rispondere in modo adeguato”.
ivano vacondioOra siamo a sei giornate dal termine della stagione regolare, e il vantaggio nei confronti della San Michelese ammonta a 12 punti: di conseguenza, il secondo posto appare essere in salde mani rubieresi…
Vacondio (nella foto qui a sinistra) è convinto che alla fine ci piazzeremo secondi, in modo da accedere a quei play off nazionali che sarebbero un vero vanto per tutti noi: io la penso esattamente come il mister. Al tempo stesso ritengo anche che il discorso vada chiuso a nostro favore, nel modo più rapido possibile: tutto ciò per evitare brutte e inaspettate sorprese, date magari da un eventuale rimonta dei sassolesi. Dunque pensiamo a ottenere i tre punti contro il Carpineti, per continuare questa splendida annata con rinnovato vigore e slancio”.
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...