Prima squadra, domenica tutti al “Valeriani” per il primo spareggio play off contro il Sasso Marconi. Maurizio Pè: “Il fattore-campo non ha importanza, il nostro approccio a questa doppia sfida sarà sempre lo stesso. Il lungo periodo di relax ci ha fatto bene: un mese e mezzo molto utile per ricaricare le pile e ripartire con rinnovato slancio”. Sui bolognesi: “Molto si deciderà in base agli episodi, ma non abbiamo motivi per nutrire eccessivi timori”

maurizio-pe-sugli-scudi-nelle-file-della-folgore-rubieraOra è ufficiale: tutti al “Valeriani” domenica prossima, in occasione della semifinale play off di andata tra Folgore Rubiera e Sasso Marconi. Attenzione all’orario d’inizio: il confronto scatterà infatti alle ore 16 (e non 16.30). Il ritorno è invece in calendario per domenica 28 maggio, ovviamente a Sasso Marconi sempre con inizio alle ore 16.
La formula è molto semplice: la formazione che siglerà più gol in questo doppio confronto avrà accesso alla finalissima, che si disputerà contro la vincente dello spareggio Lazio-Toscana tra Aprilia e Zenith Audax Prato.
“Il fatto di giocare la prima partita in casa non ha grossa importanza – evidenzia il navigato portiere della Folgore Maurizio Pè (nella foto) Anche se avessimo dovuto iniziare in trasferta, il nostro approccio alla sfida sarebbe stato identico”.

Adesso, Pè, come definiresti la condizione fisica della squadra in vista degli imminenti play off?
“Senza dubbio buona: purtroppo dovremo fare a meno di James Sekyere appena operato al ginocchio, ma per il resto ci presenteremo al completo. Luca Ferrari è ormai in netto recupero, e dunque credo proprio che domenica anche lui sarà regolarmente a disposizione”.
greco-per-sitoIl 2° posto e il conseguente accesso agli spareggi erano già in tasca fin dai primi di aprile: non temi che in questo mese e mezzo possa essere subentrata una sorta di eccessiva calma nel vostro gruppo?
“Credo proprio di no: considerando il livello del lavoro che stiamo svolgendo anche questa settimana, ritengo che l’espressione “eccessiva calma” sia del tutto fuori luogo. Al contrario, ritengo che un po’ di relax ci abbia fatto bene: del resto provenivamo da una stagione parecchio impegnativa, dove a più riprese siamo stati addirittura in corsa per il 1° posto. Un periodo di ristoro ci voleva proprio, per poi ripartire con rinnovato slancio proprio in occasione dei play off”.
Venerdì sera, al “Valeriani”, avete vinto per 4-2 l’amichevole con la Rubierese (doppiette di Lusoli e Greco): quali sono i segnali emersi durante il test con i biancorossi?
“Segnali senza dubbio confortanti: abbiamo dimostrato che questa Folgore è più che mai “sul pezzo”. Pur trattandosi solo di un’amichevole, siamo comunque stati capaci di sviluppare un buon livello di rendimento e attenzione: peraltro la Rubierese non è affatto una formazione scarsa, tant’è vero che ha appena vinto i play off per salire in Prima”.
Mister Vacondio vi avrà senz’altro illustrato, nel dettaglio, tutte le caratteristiche del Sasso Marconi. Che idea ne hai ricavato?
“Innanzitutto il Sasso Marconi è stato espressamente costruito per vincere il campionato: se non ci fosse stato il Rimini rullo compressore, di certo i bolognesi sarebbero saliti direttamente in D. Loro possono contare su elementi di sicuro impatto: Noselli, Cortese e tantissimi altri. Inoltre, siamo certi che la formazione appenninica avrà preparato una marcatura personalizzata su alcuni dei nostri elementi più rappresentativi: penso ad esempio a Greco, Luca Ferrari, Lusoli”.
ferrari per sitoCosa servirà per avere la meglio?
“Come sempre in questo tipo di confronti, molto si deciderà in base ai singoli episodi: dd ogni modo, non nutriamo alcuna forma di timore. Giocando come sappiamo fare, credo proprio che avremo chance molto lusinghiere di approdare in finale. Invitiamo inoltre il pubblico a sostenerci il più possibile, perchè ne avremo bisogno”.
Intanto, Pè, sei contento per la tua stagione agonistica? E come hai trovato il tuo vice Burani, che ti ha sostituito nelle ultime partite della stagione regolare?
“I bilanci personali possono attendere: per quelli preferisco aspettare la conclusione dell’annata, perchè le valutazioni sul mio rendimento personale si intrecciano a filo doppio con quelle che riguardano i risultati di squadra. Quanto a Burani, sono davvero contento per Jacopo: lui ha saputo mettersi in mostra in modo quanto mai lusinghiero, dando prova di avere un luminoso avvenire davanti a sè”.
Nella foto a centropagina: a destra, Sasà Greco. Nella foto in basso: Luca Ferrari.
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...