In arrivo le prime novità sulla Folgore che affronterà il prossimo campionato di Eccellenza. Tagliavini: “Arrivano il portiere Rizzo e il centrocampista Daniele Fornaciari, mentre Andrea Ferrari è il nuovo preparatore dei portieri”. Ieri sera la grande Cena di fine annata, con l’intervento di mister Vacondio: “Vorrei rimanere alla guida di questa squadra, ma gli impegni familiari mi impongono di riflettere ancora”

Cena Rubiera - discorso Tagliavini GrecoDopo alcuni giorni di pausa, rieccoci qui ad aggiornarvi sulla Folgore Rubiera: in questo periodo tengono ovviamente banco le prime mosse della società riguardo al prossimo campionato, ma nel contempo c’è anche spazio per festeggiare l’annata appena conclusa.

Andando con ordine, il club ha preso le prime decisioni riguardanti la composizione del nuovo organico: ricordiamo che anche nel 2017/2018 la Folgore disputerà il campionato di Eccellenza, e l’obiettivo dichiarato dal presidente Ricchetti è quello di vivere un’altra stagione da protagonisti nell’ottica dell’alta classifica. “Abbiamo deciso di optare per un portiere giovane – esordisce il diesse Fabrizio Tagliavini – Così ci siamo accordati con Nicholas Rizzo, estremo difensore classe ’98 di scuola Reggiana: nel campionato da poco concluso lui ha difeso la porta del Carpineti, che ha conquistato una storica salvezza in Eccellenza. In tal modo abbiamo dovuto rinunciare a Maurizio Pè, che dunque saluta Rubiera dopo tre fantastiche stagioni con noi: una scelta senza dubbio sofferta, ma purtroppo pressochè irrinunciabile specie considerando le norme che impongono l’utilizzo dei giovani. Ad ogni modo Maurizio è di certo un ottimo portiere – evidenzia Tagliavini – e siamo certi che non tarderà a trovare una nuova collocazione calcistica”. Sempre per ciò che concerne il reparto guardiani, “Daniele Fontana non sarà più il nostro preparatore dei portieri – annuncia il diesse – Anche lui è interessato a valutare altre proposte, e per Fontana vale lo stesso auspicio espresso nei riguardi di Pè. Speriamo davvero che Daniele possa presto rimettersi all’opera in un altro club, perchè la sua professionalità è senza dubbio un valore aggiunto. Quanto a noi, il nuovo allenatore dei portieri è Andrea Ferrari: rubierese doc, che tra l’altro da giocatore ha difeso pure la porta del Bologna”. Tagliavini annuncia quindi un rinforzo a centrocampo: “Ci siamo accordati con Daniele Fornaciari, elemento di talento ed esperienza che in passato ha vestito la casacca della Bagnolese. Nella scorsa stagione, Fornaciari ha invece giocato nelle file del Bibbiano San Polo. A tutti i nuovi arrivati va il nostro migliore benvenuto”. Detto questo, a breve sono attese altre novità: “La prossima settimana potremo rendere note ulteriori notizie sulla Prima squadra – sottolinea il direttore sportivo – e poi potremo anche definire il nome dell’allenatore. A tal proposito, la nostra speranza come società è quella di avere ancora Ivano Vacondio alla guida dell’organico”.

Nella foto qui sopra: da sinistra, il diesse Fabrizio Tagliavini e il capitano della Folgore Sasà Greco durante la Cena di ieri sera.

Nella foto qui sotto: da sinistra mister Ivano Vacondio, il consigliere Tiziano Pattacini (in piedi), l’osservatore Mariano Zanni e James Sekyere.

Cena Rubiera - Vacondio etcIntanto, ieri sera tutta la Folgore si è ritrovata alla Locanda Sant’Agata di Rubiera, per il grande appuntamento con la Cena di fine annata. Anche se i nostri beniamini non sono purtroppo riusciti a salire in serie D, il secondo posto in Eccellenza rappresenta comunque un risultato storico per il calcio rubierese. Un aspetto messo in grande evidenza da mister Ivano Vacondio, che ha ribadito la propria personale gratitudine: “Dico grazie a questa straordinaria società, ai suoi dirigenti e collaboratori, e poi anche allo strepitoso gruppo che ho guidato in questa stagione. Mi sia permesso di spendere una parola particolare per chi ha giocato meno: al di là dei rispettivi minutaggi, il lavoro di ciascun giocatore si è rivelato di utilità basilare all’interno della squadra. Inoltre sono contento per l’ottimo percorso di crescita compiuto dai ragazzi più giovani, quelli nati tra il 1997 e il 2000: le nuove leve hanno portato avanti un cammino utile soprattutto per diventare uomini, ancor prima che giocatori”. Da Vacondio era anche atteso un annuncio relativo alle sue intenzioni in vista della prossima stagione: come è noto la società lo ha già ampiamente riconfermato, ma il mister ha preso tempo. “Il punto non sta nella mia volontà di rimanere, altrimenti avrei già detto di sì da molto tempo – ha puntualizzato l’allenatore – Purtroppo in famiglia mi sono capitate certe responsabilità pesanti, che non si vorrebbero mai avere: tuttavia quando ci sono vanno affrontate fino in fondo, senza tirarsi indietro. Bisognerà quindi vedere se tali impegni mi permetteranno di portare ancora avanti questo impegno con il calcio, un impegno che di fatto rappresenta un quasi un lavoro. La questione è: “Vacondio ce la fa o non ce la fa ad allenare ancora la Folgore?”: devo prendermi ancora qualche giorno per decidere”. Il tecnico ha poi concluso spendendo parole di sincero elogio verso i suoi collaboratori: il viceallenatore Mathew Olorunleke e l’osservatore Mariano Zanni, entrambi presenti alla serata.

Nella foto qui sotto: il tavolo dei giocatori della Folgore. In piedi, il viceallenatore Mathew Olorunleke.

Cena Rubiera - tavolo giocatori 2“Lo spirito di squadra che abbiamo saputo sviluppare è davvero fenomenale – ha quindi affermato il carismatico capitano Sasà Greco A mio parere, la forza del nostro gruppo rappresenta un elemento di basilare importanza nelle tante vittorie che siamo stati capaci di centrare. Ciascuno di noi giocatori si è dato da fare, con impegno ed efficacia: sono quindi io come capitano a ringraziare i miei compagni di squadra, nessuno escluso. Ora immagino che l’organico subirà qualche cambiamento, come del resto è naturale che succeda quando si passa da una stagione all’altra: ad ogni modo – ha aggiunto Sasà – spero proprio che l’ossatura del team rimanga inalterata”. L’intervento di Greco è stato seguito da una meritata ovazione: il capitano si è infatti laureato capocannoniere della Folgore, sfondando anche quest’anno il muro dei 20 gol.

Nella foto qui sotto: il tavolo dei dirigenti.

Cena Rubiera - dirigenti variLe parole della società sono state affidate a Tiziano Pattacini: “E’ impossibile non affezionarsi a questa Folgore – ha detto il nostro consigliere – Oltre agli splendidi risultati che abbiamo ottenuto, si è venuto a creare un ambiente straordinario in primo luogo all’interno del gruppo di giocatori. Sono felice di essere qui, perchè con tutti voi mi trovo bene e mi sento… addirittura più giovane: parlo ovviamente della squadra, ma pure dei dirigenti e dei preziosi collaboratori che accompagnano il nostro lavoro. Siete quasi tutti qui presenti – ha aggiunto Pattacini – e la vostra partecipazione dà ancora più valore alla festa che abbiamo organizzato. Arrivederci quindi alla stagione 2017/2018, per ripartire dall’entusiasmo che tuttora ci sta caratterizzando”.

Altre foto della serata: il tavolo dei dirigenti e collaboratori con il popolare giornalista Guido Sani (il primo a destra)

Cena Rubiera - dirigenti con Sani

Il tavolo dei giocatori

Cena Rubiera - tavolo giocatori 3

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...