Prima squadra, il nuovo arrivato Nicholas Rizzo si racconta: “Sono un portiere molto attivo, non solo con i piedi ma anche… con la voce. Lo scorso anno sono migliorato molto nelle uscite alte, che ritengo fondamentali: l’esperienza di Andrea Ferrari mi sarà utile per crescere ancora”. Sui traguardi di squadra: “Intravedo i presupposti giusti per continuare con le ambizioni di rilievo”

Rizzo in azioneCome annunciato nei giorni scorsi, la Prima squadra della Folgore Rubiera ha un nuovo portiere titolare: dopo avere salutato l’ottimo Maurizio Pè (che si è accasato all’Arcetana così come il difensore Dario Castrianni), la dirigenza ha scelto di orientarsi su un estremo difensore giovane e di notevole talento. “Sono nato a Reggio Emilia il 22 luglio 1998 – spiega il guardiano Nicholas Rizzo iniziando a raccontarsi – ​ma le mie origini affondano le radici lontano da qui: mio padre proviene dal Salento, mentre mia madre è ucraina. Ho sempre vissuto a Vezzano sul Crostolo, anche se da ormai un anno mi sono trasferito a Puianello dove tuttora vivo”.
E dunque, Rizzo, fin qui come si è articolato il tuo percorso calcistico?
“Era il 2005 quando ho iniziato a dare i primi calci al pallone, nell’ambito della Parrocchia di Vezzano: in seguito sono passato alla Falk per poi approdare alla Reggiana, svolgendo in granata una trafila di sette anni all’interno delle formazioni giovanili”.
Nella foto: uno scatto del 19 marzo scorso, con Nicholas Rizzo in azione a Rubiera con la maglia del Carpineti.

Nella passata stagione, inizialmente hai vestito la maglia del Fiorenzuola in serie D…
“Già, ma purtroppo non è andata benissimo: purtroppo in terra piacentina ho trovato poco spazio, soprattutto a causa dei problemi fisici che sono stato costretto a fronteggiare. Così, a dicembre ho deciso di mettermi alla prova raccogliendo la sfida che mi è stata prospettata dal Carpineti: quando sono arrivato la salvezza in Eccellenza sembrava un autentico miraggio, ma poi siamo riusciti a concretizzarla con grinta, impegno e soprattutto massima fiducia nei nostri mezzi”.
Rizzo per sitoQui non possiamo evitare di aprire una parentesi sull’attuale situazione del Carpineti: proprio la scorsa settimana, la società ha comunicato di non volersi iscrivere all’Eccellenza per questioni legate alla gestione del campo “Maracanà”. Cosa ne pensi?
“Pur essendo approdato alla Folgore, ho seguito attentamente le vicende biancoazzurre di questi giorni: sono davvero triste e dispiaciuto per la notizia, ma continuo a sperare che non diventi ufficiale. Finchè c’è ancora un minimo spiraglio di manovra per evitare la mancata iscrizione, credo proprio che si proverà in tutti i modi a fare qualcosa di concreto per far sì che il Carpineti riesca ancora a disputare l’Eccellenza. Intanto ci tengo a manifestare la mia assoluta vicinanza alla società e ai miei ex compagni di squadra, che sono prima di tutto amici: peraltro mi sono trovato benissimo sia con mister Pivetti, sia con i giocatori a partire da Orlandini e Barozzi”.
Nella foto qui a destra: Nicholas Rizzo.
Ora parliamo delle tue attitudini tecniche: che tipo di portiere sei?
“Penso di essere molto attivo, non solo con i piedi ma pure… con le corde vocali: ho inoltre determinazione e aggressività nell’uno contro uno. Durante la scorsa annata, credo di essere migliorato per quel che riguarda le uscite alte: ne sono felice, perchè le ritengo fondamentali per dare una mano alla squadra in svariati frangenti del gioco. Ad ogni modo, non mi ritengo affatto arrivato: avrò modo di lavorare e di migliorare ancora, con mister Vacondio se rimarrà e soprattutto con l’allenatore dei portieri Andrea Ferrari”.
A proposito di Andrea Ferrari: gli hai già parlato? E che impressione ti ha fatto?
“Sì, gli ho già parlato: credo che sia una persona molto semplice e nel contempo ricca di valori. La sua esperienza e il suo lavoro mi saranno senz’altro di grande aiuto”.
E Ivano Vacondio?
“Fino a pochi giorni fa, non lo conoscevo di persona: dopo avergli parlato, sono rimasto davvero entusiasta per la sua estrema professionalità e per la sua spiccata capacità di organizzare il lavoro. Lui è un vero maestro del campionato di Eccellenza, e dunque mi associo alle speranze della società: mi auguro fermamente che gli impegni familiari e lavorativi gli permettano di restare alla guida della Folgore”.
Un'altra immagine di Rizzo all'operaLo sapremo nei prossimi giorni: intanto, quali saranno gli obiettivi della Folgore nel campionato 2017/2018?
“Il percorso compiuto nelle ultime tre annate è sotto gli occhi di tutti: i risultati parlano di un continuo miglioramento, che non a caso ha portato il mese scorso alla disputa degli spareggi nazionali per la serie D. A mio parere, ci sono tutti i presupposti per proseguire con le ambizioni di rilievo: del resto, la prospettiva di raggiungere obiettivi elevati potrà rappresentare una rilevante molla a nostro favore. L’importante è evitare di affrontare le partite con troppa presunzione: una volta evitato questo rischio, tutto il resto verrà da sè”.
Con quale spirito ti stai avvicinando all’esperienza rubierese, che ti vedrà titolare in porta?
“Non nego di avere ricevuto altre offerte, ma la soluzione legata alla Folgore Rubiera è quella che ha suscitato in me la maggiore volontà di mettermi in gioco. Ho tutta l’intenzione di iniziare questo percorso con una consistente dose di entusiasmo, senza troppi timori. Intanto ringrazio tutta la dirigenza, in primis il diesse Tagliavini, per la forte fiducia che è stata riposta fin da sùbito su di me: spero proprio di vivere un’annata all’insegna della crescita, sia a livello personale sia soprattutto per quanto riguarda il rendimento della squadra”.
Nella foto a fondopagina: sulla destra, un’altra immagine di Rizzo all’opera.
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...