Leonardo Lusoli: “Ci ho pensato qualche giorno in più, ma alla fine ho scelto di restare a Rubiera rinunciando anche a buone offerte dalla serie D. La sconfitta con il Sasso Marconi è ormai alle spalle: sono pronto per aiutare la Folgore a ritagliarsi un ruolo di vertice nel prossimo campionato di Eccellenza”. Su Vacondio: “Mi auguro che possa restare, il suo ruolo è essenziale per aiutarci a coltivare i nostri sogni di gloria”

lusoli-nuovaL’annuncio ufficiale è arrivato con qualche giorno di ritardo rispetto al previsto, ma in fin dei conti l’importante è avere piazzato la sua conferma definitiva: come riportato ieri qui sul nostro sito, Leonardo Lusoli (nella foto qui a sinistra) vestirà la casacca della Folgore Rubiera pure nella prossima stagione. “Ho ricevuto offerte anche da altri club di Eccellenza – spiega il centrocampista classe ’93 – Sono riconoscente a tutte le società che mi hanno cercato, e le ringrazio per la stima: tuttavia, nell’ambito dell’Eccellenza, per me la Folgore era e tuttora resta l’unica opzione possibile”.

E allora, Lusoli, perchè l’accordo con te è arrivato soltanto adesso e non già ai primi di giugno?
“Mi sono pervenute proposte dalla serie D: trattandosi di una categoria superiore, ovviamente ho dovuto fare qualche considerazione in più prima di assumere una scelta definitiva. La D richiede una mole di impegni ancora maggiore, sia dal punto di vista degli allenamenti sia sotto l’aspetto che riguarda logistica e spostamenti: così, se avessi deciso di salire, sarei stato costretto a ridimensionare la mia professione di programmatore informatico. Alla fine non me la sono sentita di sacrificare una parte del mio lavoro, e così ho scelto con immutato entusiasmo di restare alla Folgore”.
IOTTI Gabriele (preparatore atletico)A livello personale, stai bene o devi fronteggiare qualche problema fisico residuo?
“Nei mesi scorsi, in alcune occasioni ho accusato difficoltà: tuttavia le indicazioni del preparatore atletico Gabriele Iotti (nella foto qui a destra) sono state molto utili per rimettermi in sesto, e ora sto bene. Peraltro, adesso sto disputando il Torneo della Montagna nelle file del Baiso: un’esperienza che mi sta aiutando a mantenere il filo del discorso calcistico, permettendomi di rimanere in forma”.
Facciamo un passo indietro: la delusione della semifinale play off con il Sasso Marconi è del tutto alle spalle?
“Certo che sì: per noi era senza dubbio una bella occasione, ma ora sono già pronto a voltare pagina proprio come tutto il resto della squadra. Pur non essendo riuscita a centrare il salto di qualità, la Folgore della passata stagione ha confermato in pieno le aspettative di inizio annata: abbiamo mantenuto fede al pronostico, che ci vedeva inseriti tra le squadre meglio attrezzate dell’Eccellenza emiliano-romagnola”.
E adesso, cosa dobbiamo aspettarci dalla Folgore che vedremo nel campionato 2017/2018?
“Il torneo che affronteremo si sta man mano delineando: stavolta non intravedo una formazione nettamente più forte delle altre come il Carpaneto dello scorso anno, ma ci sarà un folto nucleo di formazioni in grado di lottare per il primo posto. Tra le compagini di vertice credo proprio che ci saremo anche noi: basti pensare alle rilevanti riconferme nell’organico, o anche ai nuovi acquisti di grande spessore che la società ha saputo aggiudicarsi. Daniele Fornaciari e Nicholas Rizzo sono due elementi che conoscono benissimo l’Eccellenza: poi, due giovani di talento come Simone Piacentini e Djamaradim Dabre ci saranno molto utili per aumentare ulteriormente la nostra vivacità di squadra”.
Il diesse Tagliavini ha detto che il mercato rubierese non è ancora chiuso…
“So che il club sta cercando altri due giocatori di rilievo. Ora con i nomi bisogna andare molto cauti, perchè tutto è davvero in fase di definizione: ad ogni modo, se arriveranno le gradite sorprese di cui si sta parlando, avremo ancor più motivi per guardare al futuro con rinnovata fiducia”.
vacondio-dopo-la-partitaE mister Vacondio (nella foto qui a sinistra)?
“Io in questi giorni gli ho parlato, sentendolo molto carico e motivato in vista della prossima annata: del resto, Ivano sta costruendo la squadra in prima persona insieme a Tagliavini. D’altro canto, ciò che è stato detto ultimamente corrisponde alla verità: prima di dare una risposta certa in merito al rinnovo del suo impegno, il mister deve analizzare e risolvere alcuni problemi legati a lavoro e famiglia”.
Quindi?
“Per quanto mi riguarda, spero sinceramente che Vacondio possa essere ancora il nostro allenatore: lui è un vero cultore dell’Eccellenza, e peraltro conosce alla perfezione sia l’ambiente della Folgore sia la squadra che sta nascendo. Di conseguenza, ritengo che il suo lavoro sia essenziale per permetterci di portare avanti i nostri sogni di gloria”.
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...