​Eccellenza, una Folgore forza 6 conquista largamente il derby del Secchia. Mister Vacondio: “La superiorità che abbiamo mostrato oggi è fuori discussione, anche se abbiamo impiegato un po’ troppo tempo nel realizzare il secondo gol. Questa Casalgrandese merita comunque il massimo rispetto”

koridze

Nika Koridze, autore del terzo gol

FOLGORE RUBIERA – CASALGRANDESE 6 – 0
RETI: 1’pt Greco, 9’st Hoxha, 23’st Koridze, 26’st Barozzi, 29’st Lusoli, 42’st Luca Ferrari.
FOLGORE RUBIERA: Rizzo, Rota (dal 24’st Blotta), Piacentini (dal 30’st Paglia), Orlandini (dal 10’st Fornaciari), Addona, Tognetti, Lusoli, Dallari, Greco (dal 15’st Barozzi), Luca Ferrari, Hoxha (dal 10’st Koridze). A disp.: Burani, Bassoli. Allenatore: Ivano Vacondio.
CASALGRANDESE: Lanzotti, Zagnoli, Occhi (dal 27’st Vezzosi), Quitadamo, Bega, Guicciardi, Bonini (dal 24’st Turci), Vaccari, Fabbri, Franco, Schiavina (dal 17’st Zangone). A disp.: Parmeggiani, Campana, Tiecoura, Pifferi. Allenatore: Cosimo Cifarelli.
ARBITRO: Cardella di Torre del Greco (assistenti Giove di Modena e Tagliaferri di Faenza).
NOTE: spettatori 200 circa. Ammoniti Luca Ferrari (F), Zagnoli e Vaccari (C).

HOXHA Judmir

Judmir Hoxha, autore della seconda rete

Gol a grappoli per la Folgore Rubiera: oggi al “Valeriani”​ i nostri beniamini hanno riportato la seconda vittoria consecutiva, regolando la Casalgrandese con un 6-0 che non lascia certo adito a grandi discussioni. Anche se i 45′ iniziali si sono conclusi con una Folgore avanti soltanto di misura, i padroni di casa hanno iniziato a delineare un visibile predominio territoriale fin dalle prime battute della sfida: non a caso, Greco ha sbloccato la situazione proprio pochi istanti dopo il fischio d’inizio. Fino all’intervallo, i volenterosi biancoblù di mister Cifarelli sono comunque riusciti ad arginare la vivacità avversaria: a inizio ripresa i rubieresi hanno però realizzato il secondo punto con Hoxha, e da lì in avanti la strada è diventata in nettissima discesa per Luca Ferrari e soci. Il successo odierno, unito a quello di domenica scorsa sul campo del Salsomaggiore, sono senza dubbio un eccellente biglietto da visita in vista della sfida in programma domenica prossima: in tale occasione si giocherà per l’undicesima giornata di Eccellenza, e la Folgore sarà impegnata a Busseto al cospetto del Pallavicino.

Salvatore Greco

Sasà Greco, che ha sbloccato la situazione dopo pochi istanti

Intanto, per quanto riguarda la cronaca odierna, la Folgore passa a condurre già al 1° minuto. Pronti-via, e Greco serve Rota: il colpo di testa di quest’ultimo viene deviato in angolo da Lanzotti. Sugli sviluppi del corner battuto da Hoxha, è però Sasà Greco a trovare lo spunto vincente da posizione angolata in area: 1-0 per i rubieresi. All’ 8′ il calcio d’angolo di Luca Ferrari crea scompiglio nell’area biancoblù: nell’ordine Hoxha, Greco e Lusoli provano a piazzare il guizzo giusto, ma nessuno dei tre riesce a inquadrare la via della rete. Al 21′ è invece la Casalgrandese ad avere un’occasionissima per il pareggio: Fabbri potrebbe sferrare un ottimo colpo di testa da centroarea ricevendo il suggerimento di Schiavina, ma il numero 9 ospite arriva per un soffio in ritardo all’appuntamento con il pallone. Al 26′ nuovo angolo di Luca Ferrari: la palla giunge a Hoxha, che di testa conclude troppo sul portiere avversario. Al 34′ Greco, ben pescato da Piacentini, calcia poi clamorosamente alto da pochi passi.
Nella ripresa, al 2′ ancora Luca Ferrari ci prova da posizione molto angolata in area: la sfera attraversa tutta la linea di porta biancoblù, ma nessun giocatore della Folgore è pronto nel ribadire in rete. All’ 8′ Lusoli sferra una staffilata da posizione ravvicinata, ma Bega spazza via la minaccia. Il raddoppio rubierese non è però lontano, e arriva apena um minuto più tardi: lo firma Judmir Hoxha, in gol con un pregevole diagonale sferrato all’interno dell’area casalgrandese. La sfera va ad insaccarsi a destra di Lanzotti, per il 2-0. Al 17′ i biancoblù si fanno vivi con Occhi, autore di un pallonetto angolato dalla distanza: Rizzo alza sull’incrocio dei pali alla propria sinistra. Al 23′ azione di contropiede da parte della Folgore, con Rota che serve con il contagiri il neoentrato Koridze: a quel punto, il georgiano ha riflessi pronti nel realizzare il 3-0 da pochi passi. Al 26′ nuovo contropiede da parte dei padroni di casa, finalizzato alla perfezione da Barozzi: l’ex Carpineti va in gol da posizione angolata in area, superando con un rasoterra il portiere Lanzotti in uscita. La cinquina della Folgore arriva poi al 29′: azione concertata Koridze-Addona-Lusoli, con quest’ultimo che trova la rete proprio a ridosso della linea di porta. E al 42′, una nuova ripartenza rubierese porta Luca Ferrari a siglare il 6-0 da posizione angolata in area: è il punto che fissa il risultato finale.

vacondio-dopo-la-partita

Mister Ivano Vacondio

Ivano Vacondio, indiscutibile vincitore di giornata, ha comunque parole rinfrancanti per i nostri beniamini: “Al di là delle dimensioni del punteggio finale – ha detto l’allenatore della Folgore Rubiera – guai a chi manca di rispetto a questa Casalgrandese. Ritengo che l’organico biancoblù non sia affatto da meno rispetto alle altre squadre che lottano in chiave salvezza: di certo non è inferiore a quello del Salsomaggiore, che noi abbiamo superato domenica scorsa anche se solo per 0-1. Detto questo, oggi la nostra superiorità è stata visibile anche sul piano del gioco: se proprio vogliamo trovare il classico pelo nell’uovo, abbiamo impiegato un po’ troppo tempo nel trovare il secondo gol. Ad ogni modo la nostra squadra ha giocato come mi aspettavo, senza mai prendere sottogamba la Casalgrandese e senza mai dare per scontata la vittoria. Tra l’altro – ha rimarcato Vacondio – per la prima volta avevamo tutti a disposizione tranne il lungodegente Agrillo: ciò ci ha permesso di effettuare più cambi, e di provare quindi varie soluzioni anche in vista della trasferta di domenica sul campo del Pallavicino”.

“La sconfitta era in parte preventivabile, perchè le potenzialità della Folgore sono sotto gli occhi di tutti – ha commentato a fine gara il trainer della Casalgrandese Cosimo Cifarelli – D’altronde, senza dubbio avremmo potuto e dovuto contenere il passivo. ​Nel​ primo tempo​,​ abbiamo retto complessivamente bene il confronto con gli avversari: fino al 2-0 c’è stata partita, ma poi i nostri ragazzi hanno avuto un atteggiamento a dir poco incomprensibile. Sul 3-0 – ha evidenziato Cifarelli – era chiaro che saremmo tornati a casa con una sconfitta: a quel punto avremmo dovuto limitare i danni, e invece la Casalgrandese si è riversata inutilmente in avanti. In tal modo la Folgore ha avuto buon gioco nel colpirci in contropiede, e così abbiamo subìto tanti gol che erano assolutamente evitabili. Pazienza – ha affermato il mister – Come sapete, io non sono certo il tipo che si scoraggia di fronte alle difficoltà: lo avevo detto domenica scorsa contro la Fidentina, e lo ribadisco anche adesso. Credo proprio che questo duro ko servirà di lezione in vista della delicata sfida ​casalinga di domenica prossima contro il Salso​”.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...