Coppa Italia di Eccellenza, domani sera a Castelfranco la Folgore Rubiera si gioca l’accesso alla semifinale: contro la Virtus basta anche un pareggio. Leonardo Lusoli: “Vincere aiuta sempre a vincere, e dunque questa competizione va onorata al meglio. Purtroppo saremo ancora privi di Rota e Rizzo, mentre Agrillo potrebbe essere a referto. Stiamo acquisendo una crescente consapevolezza dei nostri mezzi: è una dote che influisce sui risultati in maniera decisamente positiva”

lusoli-nuova

Il centrocampista Leonardo Lusoli

A soli tre giorni di distanza dalla vittoria casalinga sul Fiorano, per la Folgore Rubiera è già tempo di tornare in campo: stavolta però si tratta della Coppa Italia di Eccellenza, e domani sera è in agenda un appuntamento di carattere decisivo per il nostro futuro in tale competizione.

A partire dalle ore 20.30, la formazione di mister Ivano Vacondio sarà di scena al ​”Ferrarini” di Castelfranco contro i padroni di casa della Virtus: si tratta dell’ultimo appuntamento della seconda fase, e quindi siamo alla vigilia della partita che assegnerà l’accesso alla semifinale. L’incontro sarà diretto dall’arbitro sig. Matteo Colella di Rimini, coadiuvato dagli assistenti sigg. Christian Alzapiedi e Vincenzo Maria Ritorto entrambi di Parma.
Nel turno inaugurale del triangolare, la Folgore ha superato al “Valeriani” il Rolo per 2-1: successivamente la compagine biancoblù ha sconfitto la Virtus Castelfranco, riportando un’affermazione interna con il punteggio di 1-0. A questo punto, la classifica vede al comando Folgore e Rolo con 3 punti, mentre i biancogialli sono a quota 0. Di conseguenza, domani a Greco e soci basterà anche un pareggio per avere la certezza di passare il turno.
“La Coppa Italia va onorata al meglio – spiega il centrocampista rubierese Leonardo Lusoli E’ un appuntamento che molte altre squadre tendono a snobbare, affrontandolo come se fosse una serie di partite amichevoli: tuttavia, noi riteniamo con assoluta convinzione che vincere aiuti sempre a vincere. Dunque, fare bene in Coppa può senza dubbio darci ulteriore slancio per distinguerci pure in chiave campionato”.

cen_83_agrillo_fabio

Fabio Agrillo

Dunque, Lusoli, come vi presenterete a Castelfranco? Corre voce che Fabio Agrillo possa finalmente tornare a disposizione, dopo il lungo stop per infortunio: puoi confermarcelo?

“Non posso ancora darne la certezza al 100%: comunque sia molto probabilmente Fabio sarà tra i 18 giocatori a referto, poi come sempre sarà mister Vacondio a decidere sul suo effettivo impiego in campo. Per il resto, purtroppo dovremo fare ancora a meno degli acciaccati Nicholas Rizzo e Davide Rota”.
Oltre a essere l’avversaria in questo confronto decisivo di Coppa, la Virtus Castelfranco è anche tra le vostre maggiori rivali nell’alta classifica del girone A di Eccellenza: peraltro l’avete già affrontata al “Valeriani” in occasione della terza di campionato, e nell’occasione il risultato fu di 1-1. Quali doti serviranno per sorprendere i biancogialli, sia domani sia in futuro?
“Loro possono contare su un organico contraddistinto da grande compattezza: il Castelfranco è una squadra caratterizzata da un reparto difensivo di notevole qualità, e inoltre sa essere molto precisa e ficcante pure per quel che riguarda le manovre di attacco. Per cercare di sorprenderli, credo che dovremo creare le condizioni per arrivare a essere in superiorità numerica sulle fasce: ad ogni modo, non è affatto detto che questa sfida di Coppa sia un antipasto del match di ritorno in campionato. A livello generale, ogni partita fa davvero storia a sè: inoltre noi non saremo al completo, e d’altro canto bisognerà vedere se domani Cristiani schiererà o potrà schierare la formazione-tipo”.

Alessandro Mattioli

Alessandro Mattioli, team manager della Folgore Rubiera

Visto che ne hai accennato, è irrinunciabile da parte tua una battuta sul percorso di campionato che state portando avanti: domenica con il Fiorano è arrivato il quarto successo consecutivo…

“Nelle prime 6 partite ci siamo resi protagonisti di un percorso piuttosto rallentato sotto l’aspetto dei punteggi: d’altronde in quel periodo abbiamo incontrato quasi tutte le grandi del girone A, e peraltro non ne siamo mai usciti sconfitti. Ultimamente stiamo invece affrontando delle squadre che mediamente hanno meno ambizioni di classifica: ad ogni modo, penso che il livello degli avversari non basti a spiegare la nostra costante crescita. Strada facendo, stiamo arrivando ad acquisire una sempre maggiore consapevolezza nei nostri mezzi: una rinnovata e ragionata autostima, che influisce sui risultati in maniera decisamente positiva”.
A livello personale, sei soddisfatto del tuo rendimento in questa prima parte dell’annata?
“Non del tutto: purtroppo sto incontrando tanti piccoli fastidi fisici, che mi impediscono di mantenere quella continuità di prestazioni che pretendo sempre da me stesso. Comunque sia, la situazione dal punto di vista fisico è in progressivo miglioramento: dunque, nel giro di breve tempo spero di poter tornare a fornire un contributo ancora più costante e tangibile”.
C’è qualche ringraziamento che vorresti fare?
“Sì: permettetemi di dire grazie al team manager Alessandro Mattioli, per la splendida cena di venerdì sera. Grazie Mattio, ti vogliamo bene!”
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...