Eccellenza, non c’è tempo per piangere sul latte versato: domani di nuovo in campo, per la prima semifinale di Coppa Italia contro il Pallavicino. Francesco Tognetti: “Proveniamo da uno sbiadito pareggio in campionato sul campo del Bibbiano, e a Busseto dovremo esprimerci su ben altri livelli. La Coppa ci costringe a fare gli straordinari sotto ogni punto di vista, ma ciò non deve rappresentare un alibi: peraltro, una vittoria ci permetterebbe di guardare al futuro con ulteriore autostima”. In terra parmense mancherà Kouadio, in dubbio Rizzo

TOGNETTI Francesco

Francesco Tognetti, difensore della Prima squadra

La delusione per il mezzo passo falso di domenica scorsa è ancora piuttosto elevata, ma in casa Folgore Rubiera non è affatto il momento di perdere tempo a piangere sul latte versato. Domani sera si torna già in campo, per un appuntamento che non è di campionato ma che comunque riveste un’importanza di notevole rilievo: a partire dalle ore 20.30 i nostri beniamini giocheranno al ​”Cavagna” di Busseto, per la semifinale di andata della Coppa Italia di Eccellenza. Gli avversari saranno ovviamente i padroni di casa del Pallavicino, per il primo atto di una semifinale che troverà la propria conclusione solo nell’anno nuovo: il confronto di ritorno è infatti previsto per mercoledì 10 gennaio 2018, sul terreno del “Valeriani” di Rubiera.

Le parole di Francesco Tognetti, difensore della Folgore, tornano innanzitutto all’opaco pareggio esterno di ieri l’altro: come è noto, la formazione di mister Vacondio non è andata oltre l’1-1 sul campo del Bibbiano San Polo, in un confronto valevole per la 14esima di campionato. “A onor del vero, credo proprio che una nostra vittoria non sarebbe certo stata scandalosa – sottolinea Tognetti – Siamo stati capaci di creare alcune buone occasioni per passare in vantaggio, tant’è vero che abbiamo colpito per ben tre volte i legni della porta avversaria. So bene che i “se” e i “ma” non fanno la storia: tuttavia, se fossimo riusciti a portarci sullo 0-1 in nostro favore, sono sicuro che la partita avrebbe preso una piega ben diversa”.

ivano vacondio

Mister Ivano Vacondio

Al di là di queste considerazioni, a fine partita mister Vacondio ha espresso grande disappunto per la prova che avete fornito…

“E ha ragione: anche se i tre punti erano alla nostra portata, ci siamo resi autori di una prova davvero sottotono rispetto ai nostri abituali standard. Potevamo e dovevamo fare meglio, sotto ogni punto di vista: costruzione del gioco, velocità di manovra, inventiva, determinazione. Questa parziale battuta d’arresto dovrà darci modo di trarre preziosi insegnamenti in vista dell’immediato futuro”.
E a proposito dell’immediato futuro, all’orizzonte c’è la trasferta di Coppa in terra parmense: come vi presenterete a Busseto?
“Purtroppo mancherà ancora Jean-Marc Kouadio, sempre alle prese con i suoi problemi fisici: inoltre, per gli stessi motivi, resta in dubbio il portiere Nicholas Rizzo. Tutto il resto dell’organico dovrebbe invece essere a disposizione, compreso Fabio Agrillo che ormai è tornato in buona forma”.
 
Quanto conta per voi la Coppa Italia? E’ un impegno che rischia di essere di intralcio nel vostro cammino in campionato?
“In effetti la Coppa costringe a un ulteriore contributo in termini di energie, sia fisicamente sia per quel che concerne l’aspetto psicologico. Inoltre si tratta di una competizione che prevede questi turni serali in pieno inverno, con tutte le difficoltà che derivano dal fatto di giocare al freddo e addirittura al gelo. Ad ogni modo, tutto ciò non deve affatto rappresentare un alibi per noi: adesso che siamo arrivati in semifinale, non possiamo certo permetterci di fare sconti alle avversarie. Di conseguenza l’obiettivo resta quello di fare risultato pieno, e peraltro sarà sicuramente così pure per il Pallavicino”.
 
kouadio

Jean-Marc Kouadio

Quali doti serviranno per avere la meglio sulla formazione ducale?

“Senza dubbio, dovremo tornare a esprimere un gioco di maggiore qualità rispetto a domenica scorsa: sarà poi necessaria una maggiore dose di tenacia, anche perchè ci confronteremo con una formazione che in campionato ci ha già creato più di qualche grattacapo. Come immaginate, mi riferisco alla sfida del 5 novembre scorso a Busseto: è vero che abbiamo vinto 2-4 piazzando una grande rimonta, ma fino a una ventina di minuti dal termine eravamo sotto 2-0”.
 
Sullo sfondo c’è poi la 16esima di campionato in programma domenica prossima, quando al “Valeriani” ospiterete il San Felice…
“Ci stiamo già concentrando a fondo anche su quella: intanto pensiamo a gestire al meglio le forze a nostra disposizione, facendo in modo che la trasferta di Coppa non lasci conseguenze negative sul piano della brillantezza fisica della squadra. Inoltre un blitz a Busseto sarebbe molto utile sul piano del morale, perchè ci permetterebbe di guardare con rinnovata autostima proprio al match con il San Felice”.
Domani sera, la sfida Pallavicino-Folgore Rubiera sarà arbitrata dal sig. Alessio Vincenzi di Bologna: assistenti i sigg. Alessandro Castellari di Bologna e Mario Capasso di Piacenza.
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...