Eccellenza, la Folgore cade a Soliera pagando un primo tempo decisamente sotto le aspettative: nella ripresa Greco e Lusoli sfiorano il pari, ma l’estremo modenese si oppone con maestria. Mister Vacondio: “Sono seccato, lo ammetto. E’ vero che ci siamo presentati in formazione rimaneggiata, ma ciò non giustifica affatto il livello della prova che abbiamo fornito soprattutto nei 45′ iniziali. Il ritorno di Kouadio e il buon esordio di Tavaglione sono tra le poche note positive”

lusoli-nuova

Leonard Lusoli, oggi solo vicino al gol

SOLIERESE – FOLGORE RUBIERA 1 – 0

RETE: 38’pt Teggi.
SOLIERESE: Neri, Ghermandi, Ascari, Nicoletti, Caselli, Sentieri, Macchi, Bellentani, El Madi, Morra, Teggi (dal 30’st Catanzano). A disp.: ​Maestroni L., Prandi, Montorsi M., Osam, Jabeur, Belluzzi. Allenatore: Cesare Maestroni.
FOLGORE RUBIERA: Burani, Rota, Blotta (dal 1’st Piacentini), Agrillo, Addona, Dallari, Bassoli (dal 30’pt Tavaglione), Lusoli, Orlandini (dal 15’pt Kouadio), Greco, Barozzi. A disp.: Rizzo, Bruce, Taglia, Fornaciari. Allenatore: Ivano Vacondio.
ARBITRO: Medri di Cesena (assistenti Panizzi e Ziveri di Parma).
NOTE: spettatori 200 circa. Ammoniti Neri, Macchi, Ghermandi e Bellentani (S), Dallari (F).

kouadio

Jean-Marc Kouadio, al rientro 

Domenica amara per la Folgore Rubiera: i nostri beniamini avrebbero potuto passare il Natale forti del secondo posto in classifica, invece l’aggancio alla Bagnolese è fallito a causa della sconfitta che la formazione di Vacondio ha rimediato a Soliera. Greco e soci si sono presentati allo “Stefanini” con una formazione falcidiata dalle assenze: l’infortunato Fornaciari era in panchina soltanto per onor di firma, mentre Hoxha, Tognetti e Koridze erano squalificati. Inoltre, Orlandini ha chiesto il cambio dopo un quarto d’ora a causa dei problemi fisici che continuano ad affliggerlo: in queste condizioni, il compito della Folgore è diventato sempre più complesso con il passare dei minuti.

Nella fattispecie, i rubieresi si sono resi autori di un 1° tempo decisamente sottotono: predominio territoriale da parte dei modenesi, mentre gli ospiti sono parsi irriconoscibili rispetto alle più recenti uscite. Non a caso, i gialloblù di Cesare Maestroni hanno messo a segno il gol-partita proprio durante i 45′ iniziali: al 38′ una palla malamente persa dalla Folgore innesca il contropiede dei padroni di casa, finalizzato da Davide Teggi che trova la via del gol da fuori area. Sulle prime, sembrava trattarsi di una conclusione senza grosse pretese: tuttavia il numero 11 solierese è riuscito a beffare Burani, siglando così l’1-0 che poi si rivelerà definitivo.
Nella ripresa la Folgore prova a rialzare la testa, e qualcosa di meglio in effetti si vede: le occasioni più eclatanti sono quelle di Sasà Greco e Leonardo Lusoli, in entrambi i casi da posizione ravvicinata. Tuttavia il portiere avversario Neri si rivela attentissimo in entrambe le occasioni, e così il punteggio non cambia più.
ivano vacondio

L’amaro sorriso di mister Vacondio

“Il risultato è giusto, inutile nascondersi dietro a mezze parole – esordisce il trainer rubierese Ivano Vacondio Loro hanno fatto qualcosa in più rispetto a noi, e il successo della Solierese non fa proprio una piega. Quanto alla Folgore, non nascondo di essere piuttosto seccato: abbiamo gettato al vento un’ottima occasione per agganciare il 2° posto, e per legittimare con rinnovato slancio la nostra permanenza nei piani alti della graduatoria. Purtroppo, il livello della prova fornita a Soliera è equiparabile alla prestazione che abbiamo fornito a San Michele: è vero che siamo stati costretti a fare i conti con parecchie assenze di rilievo, ma ciò non giustifica affatto lo scarso tenore della nostra prova soprattutto nel primo tempo. Come ho già ripetuto tante volte – prosegue Vacondio – questa Folgore non è affatto una corazzata: oggi, ahinoi, lo abbiamo dimostrato ancora una volta. Tra le poche note positive di oggi ci sono il ritorno di Kouadio e il buon esordio del neoacquisto Saverio Tavaglione, centrocampista che ha tutte le carte in regola per esserci molto utile”.

Ora, non è ancora tempo delle vacanze di Natale: mercoledì sera i rubieresi saranno infatti di scena nell’ultimo impegno agonistico del 2017, rappresentato dalla decisiva semifinale di Coppa Italia contro il Pallavicino. Appuntamento allo stadio “Valeriani”, dalle ore 20.30: “Dopo questo scivolone di campionato a Soliera – sottolinea Vacondio – il raggiungimento della finale regionale di Coppa è un obiettivo che assume ulteriore importanza”.
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...