Eccellenza, domenica la prima sfida casalinga del 2018: la Folgore Rubiera attende il lanciatissimo Sant’Agostino, in arrivo da due successi consecutivi. Daniele Fornaciari: “Da adesso in avanti ogni singolo punto assume un’importanza più che fondamentale, perchè le seconde occasioni sono finite per tutti. A Castelfranco ci siamo imposti con applicazione, impegno e anche con un sano pizzico di fortuna: ora dobbiamo concentrarci a fondo sulle potenzialità che siamo in grado di esprimere, senza farci intimidire dalle avversarie di turno. Il mese di gennaio ci darà sentenze rilevanti, ma non ancora decisive”. Sulla finale regionale di Coppa: “Se dovessimo andare in giro per l’Italia, mister Vacondio saprà portarci a gestire al meglio la ricca agenda”

Daniele Fornaciari

Daniele Fornaciari, centrocampista della Folgore Rubiera

La Folgore Rubiera di Eccellenza viaggia a grandi passi verso il primo impegno casalingo del 2018: domenica pomeriggio, a partire dalle 14.30, i nostri beniamini ospiteranno al “Valeriani” il Sant’Agostino in occasione della 19esima giornata. La formazione di mister Vacondio si presenta a questa sfida nel migliore dei modi, e con ottime credenziali: il successo di domenica scorsa, ottenuto nel big match sul campo della Virtus Castelfranco, ha ulteriormente rilanciato le azioni della Folgore nell’universo dell’alta classifica. Tuttavia, i “ramarri” ferraresi non sono certo da meno: se il campionato finisse oggi la formazione estense sarebbe salva senza play out, e per giunta la compagine di Ghedini proviene dai recenti successi su Nibbiano Valtidone e Fidentina intervallati dal pari col Rolo. L’incontro di andata del 10 settembre scorso terminò 2-2, con il Sant’Agostino che riagguantò il pari in pieno recupero.

Il centrocampista rubierese Daniele Fornaciari torna dapprima sul blitz di Castelfranco Emilia: “Credo che in terra modenese non ci siano stati segreti particolari da parte nostra – spiega Daniele – Il successo è nato dalla consistente dose di applicazione e impegno che abbiamo saputo mettere in campo, senza ovviamente dimenticare un sano pizzico di fortuna che stavolta ci ha favoriti. Nella fattispecie, la partita è stata preparata in modo più che minuzioso da Ivano Vacondio e da tutto il suo staff: così è nata una prestazione convincente e di alto livello da parte nostra, in cui anche i cambi hanno avuto un ruolo determinante. Chi è subentrato nella ripresa ha saputo fare la differenza, proprio come noi che eravamo nell’undici titolare – rimarca il centrocampista – Un aspetto che la dice lunga sul valore che questa Folgore può esprimere, non solo sotto l’aspetto strettamente tecnico ma anche dal punto di vista della coesione che caratterizza lo spogliatoio”.

addona

Il difensore Davide Addona

E adesso, Fornaciari, che tipo di partita prevedi contro il Sant’Agostino?

“I ferraresi si presenteranno a Rubiera con una fibra caratteriale molto agguerrita: peraltro nel girone di ritorno ogni singolo punto assume un’importanza ancora più fondamentale, perchè adesso le seconde occasioni sono finite per tutti. Il confronto con i “ramarri” si inserisce in un mese di gennaio veramente impegnativo per noi, contraddistinto dalla finale di Coppa e da scontri di assoluto rilievo in chiave campionato. Il Sant’Agostino sta vivendo un ottimo periodo, ma noi non possiamo certo farci intimidire dai numeri dell’avversaria di turno: ora dobbiamo soltanto pensare a suonare la carica fino in fondo, per trasformare le nostre potenzialità in risultati di spessore”.
Come vi presenterete? Qualche assenza?
“Al momento non si segnalano gravi problemi di infermeria, però c’è sempre in agguato l’infuenza stagionale: ad esempio tale problema ha riguardato in questi giorni Davide Addona, anche se tuttavia contiamo di recuperarlo in vista di domenica. In ogni caso, chi scenderà il campo darà il 120%: ne sono assolutamente certo”.
greco-per-sito

Il capitano rubierese Sasà Greco, in gol anche domenica scorsa a Castelfranco

A tuo parere, quali sono le prerogative che faranno la differenza nel duello con gli estensi?

“Ormai, ogni domenica tutte le squadre giocano alla morte contro di noi: di conseguenza, la strada che ci porterà a ottenere il maggior numero possibile di vittorie è davvero chiara e ben tracciata. Adesso dobbiamo concentrarci a fondo sulle potenzialità che siamo in grado di esprimere, facendo esattamente ciò che siamo più bravi a fare: applicandoci al meglio, sono sicuro che continueremo a cogliere grandissime soddisfazioni fino al termine dell’annata”.
Tu prima hai accennato all’intensa agenda che vi attende: in effetti, dopo il Sant’Agostino ci sarà la trasferta al “Braglia” di Modena contro la Rosselli Mutina. A seguire è previsto l’appuntamento del 24 gennaio con il Castrocaro, per la finale di Coppa Italia in programma a Riccione: il campionato tornerà poi il 28, quando riceverete al “Valeriani” la Bagnolese dando vita a un altro big match. Dunque, a fine gennaio sapremo già con buona precisione il futuro della Folgore Rubiera?
“Inutile nascondersi dietro a mezze parole: senz’ombra di dubbio, stiamo vivendo giornate a dir poco cruciali. Tuttavia, non credo che il mese di gennaio porterà con sè delle sentenze di carattere definitivo: chiaramente facendo bene potremmo contare su un utile e rinnovato entusiasmo, ma non per questo dovremmo sentirci già arrivati o sistemati dal punto di vista degli obiettivi. Va infatti ricordato che questo girone A di Eccellenza si presenta incertissimo, e privo di squadre nettamente superiore alle altre: inoltre, noi siamo nell’alta classifica pur avendo raccolto solo 4 punti nelle prime 4 giornate. L’insieme di tutti questi aspetti rende bene l’idea: fare bene a gennaio sarebbe per noi un ottimo trampolino di lancio, ma poi la stagione resterà ancora lunghissima”.
ivano vacondio

Mister Ivano Vacondio

Se doveste avere accesso al tabellone nazionale di Coppa, non temi che tale competizione potrebbe sottrarvi energie preziose per affrontare il campionato?

“In tutta sincerità, è un problema che spero proprio di avere… Del resto, la finale regionale è già un traguardo storico per la Folgore Rubiera: vincerla lo sarebbe ancora di più, e dunque puntiamo con fermezza a continuare questo percorso senza farci condizionare dagli impegni che ne scaturirebbero successivamente. Sotto l’aspetto agonistico, le trasferte in giro per l’Italia non sarebbero affatto una passeggiata: d’altro canto, sono certo che mister Vacondio saprà portarci a gestire il meglio tutti gli impegni in programma”.
A livello personale, Fornaciari, sei soddisfatto per il tuo rendimento?
“A dicembre ho avuto noie a livello muscolare, ma ora sto man mano tornando in forma. Per quanto concerne il rendimento, sono davvero molto contento: del resto, stiamo facendo bene come squadra anche perchè ogni giocatore si sta rivelando all’altezza della situazione. Adesso, per ciascuno di noi è arrivato il momento di far emergere quel qualcosa in più che possa portare il gruppo a un ulteriore salto di qualità”.
Il programma del 19° turno prevede anche i confronti Fiorano-Bibbiano San Polo, Pallavicino-San Felice, Salsomaggiore-Virtus Castelfranco, Rolo-Bagnolese, Casalgrandese-Solierese, Fidentina-Rosselli Mutina, San Michelese-Agazzanese e Nibbiano Valtidone-Axys Zola.
Classifica del campionato di Eccellenza – girone A: Axys Zola 39 punti; Rolo 35; Bagnolese 34; Folgore Rubiera 33; Rosselli Mutina 32; Virtus Castelfranco e San Michelese 29; Fiorano 28; Agazzanese 26; Pallavicino e Solierese 25; Nibbiano Valtidone e Sant’Agostino 22; San Felice 17; Fidentina 15; Salsomaggiore e Bibbiano San Polo 14; Casalgrandese 5.
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...