Eccellenza, domenica prossima la complessa trasferta sul campo del Nibbiano Valtidone: Folgore Rubiera al lavoro per ritrovare la via del successo in campionato. Davide Rota: “La vittoria di Coppa contro il Castrocaro ci ha dato un’ulteriore e preziosa carica motivazionale, che ha già iniziato a emergere nel pari con la Bagnolese. Adesso il secondo posto dista 7 punti, ma abbiamo ancora parecchie carte da giocare: la lotta per i play off è ben lungi dall’essere chiusa. In terra piacentina dovremo sviluppare un concreto e convincente gioco di squadra, nel vero senso del termine: manovre corali, per contrastare le forti individualità avversarie”

davide rota

Davide Rota, difensore della Folgore Rubiera

La Prima squadra della Folgore Rubiera è al lavoro per ritrovare la via del successo in campionato: dopo tre turni senza vittorie, i nostri beniamini sono animati dalla ferma intenzione di piazzare il blitz in terra piacentina. Domenica prossima, la compagine di mister Vacondio sarà infatti impegnata sul terreno del “Pio Zuffada” di Pianello Valtidone: a partire dalle ore 14.30 Greco e soci affronteranno i padroni di casa targati Nibbiano Valtidone, in una sfida valevole per la ventiduesima giornata. “Proveniamo da un pareggio casalingo che nel complesso descrive bene l’andamento dell’incontro – evidenzia il difensore rubierese Davide Rota – La Bagnolese è squadra in grado di competere fino in fondo per il secondo, o addirittura per il primo posto: ce ne siamo accorti anche domenica scorsa al “Valeriani”, dove i rossoblù ci hanno affrontati costruendo un gioco solido ed efficace. Tuttavia noi non siamo stati da meno – rimarca il giocatore di origine lombarda – e il livello della prova che abbiamo saputo sviluppare rappresenta un passo avanti rispetto alle due uscite precedenti: non va infatti dimenticato che eravamo in arrivo dai ko contro Sant’Agostino e Rosselli Mutina, maturati dopo due prestazioni senza dubbio deludenti da parte nostra. Contro la Bagnolese, invece, siamo riusciti a ritrovare buona parte delle qualità tecniche e caratteriali che ci contraddistinguono: anzi, se la partita fosse durata 10 minuti in più, credo proprio che saremmo riusciti a centrare l’intera posta in palio”.

vacondio-dopo-la-partita

Mister Ivano Vacondio

A questo punto, Rota, cogliamo l’occasione per dare un doveroso sguardo alla classifica. Attualmente, la seconda piazza dista sette lunghezze da voi: secondo una parte degli addetti ai lavori, si tratta di un divario troppo consistente per sperare ancora nei play off…

“Non credo proprio che la Folgore sia già fuori dai giochi in ottica promozione: al contrario abbiamo ancora parecchie carte da giocare, e la prova fornita contro la Bagnolese ne è un’ulteriore testimonianza. Certamente bisogna ammettere che fin qui siamo incappati in qualche svarione dal punto di vista del rendimento, perdendo così per strada qualche punto prezioso: ad ogni modo da qui a fine campionato ci sono ancora 12 partite, e la situazione nell’alta classifica è aperta a molteplici scenari. Scenari che comprendono, a pieno titolo, anche la Folgore Rubiera”.
Salvatore Greco

Sasà Greco, in gol domenica scorsa

Già, ma nei piani altissimi si sta davvero viaggiando a ritmo sostenuto: basti pensare alla capolista Axys Zola, che ha infilato cinque risultati utili di fila. Poi, al 2° posto c’è una Rosselli Mutina che è stata capace di totalizzare quattro vittorie negli ultimi 5 confronti…

“Tutto vero, però non dobbiamo scordare la grande intensità agonistica che caratterizza questo girone A di Eccellenza. In un’agenda così impegnativa come quella che tutte le squadre stanno affrontando, qualche passaggio a vuoto è pressochè inevitabile da parte di ogni formazione. Di conseguenza prima o poi le squadre che ci precedono in classifica incapperanno in qualche ko, proprio come è accaduto a noi specialmente nelle ultime settimane. In poche parole, nulla è ancora compromesso: ora siamo concentrati nel ritrovare una positiva continuità di rendimento, e il lavoro che stiamo compiendo in tal senso fa davvero ben sperare”.
Intanto, domenica come vi presenterete a Pianello Valtidone?
“Purtroppo saremo privi dello squalificato Addona, fermato un turno dal Giudice Sportivo: per il resto al momento l’infermeria si presenta vuota, e dunque non dovremmo avere altre assenze. Fino a ieri io ho avuto qualche problema con la febbre, che ieri mi ha costretto a stare a riposo: ora però sto bene, e sono pronto per riprendere regolarmente gli allenamenti”.
Addona per sito 2

Davide Addona

Quali sono le principali difficoltà che potreste incontrare contro il Nibbiano?

“Tanto per cominciare, l’attuale classifica della formazione piacentina non deve affatto trarre in inganno: anche se il Nibbiano Valtidone è a ridosso dei play out, si tratta di una squadra che può contare su un organico in grado di ambire a piazzamenti superiori e decisamente più tranquilli. Inoltre, leggendo bene i numeri, le difficoltà che fronteggeremo balzano ancora più all’occhio: fin qui la compagine allenata da Maurizio Tassi ha collezionato 7 vittorie, 6 delle quali sul campo amico del “Pio Zuffada”. Quindi, il fattore-campo rappresenta un vero valore aggiunto per i nostri prossimi avversari”.
 
E allora, dove sta la vostra ricetta vincente per centrare l’intera posta in palio?
“Noi avremo il compito di consolidare e migliorare ulteriormente il livello della prestazione che abbiamo fornito domenica scorsa. Servirà un convincente e armonico gioco di squadra, nel vero senso del termine: bisognerà esprimere manovre corali e ben studiate per fronteggiare al meglio alcune forti individualità dei padroni di casa, come ad esempio il centrocampista Marmiroli e l’attaccante ex Inter Sinigaglia”.
undici titolare coppa

L’undici titolare della Folgore che ha superato il Castrocaro, nella finalissima regionale di Coppa a Riccione: Davide Rota è il secondo da sinistra della seconda fila, di fianco a capitan Greco (foto Manso – emiliagol.it)

Una parola sulla Coppa Italia: dopo lo storico e meritato successo sul Castrocaro nella finalissima emiliano-romagnola, ora è tempo di pensare alla fase nazionale. Che effetto ti fa la prospettiva di sfidare negli ottavi una squadra di indubbio blasone come il Grosseto?

“Chi pensava che la Coppa ci sarebbe stata d’intralcio si sbagliava, e anche di grosso: anzi, la conquista del 1° posto a livello regionale ci ha dato un’ulteriore e preziosissima spinta motivazionale in chiave campionato. Credo che il nostro entusiasmo sia già emerso in modo lampante domenica scorsa, e contiamo di farlo valere anche in futuro a partire dall’imminente trasferta valtidonese. Per quanto riguarda il Grosseto, sulla carta si prosetta un duello decisamente complesso per la Folgore: pur essendo in Eccellenza, i “Grifoni” toscani vantano infatti una struttura e un’organizzazione di lavoro molto simili al professionismo. Comunque sia, ovviamente non ci sentiamo affatto già sconfitti in partenza: a quanto pare giocheremo l’andata in casa, ed è lì che dovremo gettare solide basi per cercare il passaggio del turno con convinzione e sana spavalderia”.
A livello personale, sappiamo bene che per te è un ottimo momento: infatti sei appena diventato padre di Alessandro, e cogliamo l’occasione per rinnovare le congratulazioni sia a te sia alla neomamma Elisa. Invece, per quanto riguarda l’aspetto più strettamente calcistico, come sta andando questa tua esperienza nelle file della Folgore Rubiera?
“Grazie mille…! Sul fronte sportivo, sono felice per il contributo che sto fornendo in campo: tuttavia io punto sempre a fare meglio, anche perchè qui a Rubiera c’è un ambiente che merita l’impegno di ciascuno di noi per arrivare a cogliere le migliori soddisfazioni calcistiche. So che è una frase già pronunciata tante volte dai miei compagni di squadra, ma io non posso fare altro che ribadirla: la Folgore è sì una squadra, ma è pure una vera e propria famiglia”.
Le altre partite del 22° turno (domenica 4 febbraio 2018) sono Bagnolese-Salsomaggiore, San Felice-Agazzanese, Solierese-San Michelese, Rolo-Fidentina, Sant’Agostino-Pallavicino, Virtus Castelfranco-Fiorano, Rosselli Mutina-Casalgrandese e Axys Zola-Bibbiano San Polo.
Classifica del campionato di Eccellenza – girone A: Axys Zola 44 punti; Rosselli Mutina 41; Bagnolese 39; Virtus Castelfranco 38; Rolo 36; Folgore Rubiera, Fiorano e Solierese 34; San Michelese 32; Agazzanese e Sant’Agostino 31; Nibbiano Valtidone 27; Pallavicino 26; San Felice 21; Fidentina 16; Bibbiano San Polo 15; Salsomaggiore 14; Casalgrande
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...