Coppa Italia di Eccellenza, a Grosseto arriva una sconfitta rimediabile per la Folgore Rubiera: mercoledì prossimo il ritorno al “Valeriani”. Mister Vacondio: “Prova sufficiente da parte nostra, anche se non certo eccezionale. Di buono c’è il fatto di essere rimasti in piena corsa per la qualificazione: tuttavia, ciò ci obbliga a gestire le energie in modo ancora più accorto. Io credo ancora con convinzione nel raggiungimento del 2° posto in campionato: i tre punti in palio domenica contro l’Axys Zola sono molto pesanti in tal senso, e purtroppo adesso la situazione dell’infermeria non è delle migliori”

pranzo sociale a grosseto

Dirigenti, giocatori, tecnici e simpatizzanti della Folgore Rubiera al Ristorante Tre Lampioni di Grosseto, durante il pranzo che ha preceduto la partita (foto Fabrizio Tagliavini)

GROSSETO – FOLGORE RUBIERA 1 – 0

RETE: 46’pt Cosimi.
GROSSETO: Nunziatini, Borselli, Sabatini, Raito (dal 26’st Tuoni), Ciolli, Degl’Innocenti, Vento (dall’ 8’st Invernizzi), Berretti, Gorelli, Boccardi (dal 20’st Nigiotti), Cosimi (dal 38’st Vegnaduzzo). A disp.: Cipolloni, Mesinovic, Zoppi. Allenatore: Andrea Danesi.
FOLGORE RUBIERA: Burani, Rota (dal 36’st Piacentini), Blotta, Orlandini, Dallari, Tognetti, Hoxha, Agrillo (dal 38’st Kouadio), Koridze (dal 1’st Fornaciari), Tavaglione (dal 26’st Bassoli), Barozzi. A disp.: Rizzo, Bruce. Allenatore: Ivano Vacondio.
ARBITRO: Schiavon di Treviso.
NOTE: spettatori 300 circa. Ammoniti Raito, Degl’Innocenti, Berretti e Ciolli (G), Fornaciari e Tavaglione (F).

Campo di Grosseto

Il terreno dello stadio Zecchini oggi pomeriggio (foto Fabrizio Tagliavini)

Folgore Rubiera sconfitta nel primo round del duello contro il Grosseto: il confronto di oggi era ovviamente valido per la Coppa Italia di Eccellenza, e più esattamente come sfida di andata degli ottavi di finale. Il ko di misura lascia comunque aperte ai nostri beniamini le porte della qualificazione: mercoledì prossimo allo stadio “Valeriani” si giocherà infatti il confronto di ritorno, e ai quarti andrà la squadra che avrà complessivamente segnato più gol nell’arco delle due partite.

Per quanto riguarda la cronaca della sfida odierna, allo stadio “Carlo Zecchini” il primo spunto è di marca ospite: al 13′ Barozzi ci prova dalla distanza, ma la sua conclusione termina non di molto alta sulla traversa. Appena un minuto più tardi, i “Grifoni” si rendono invece protagonisti di una insidiosa ripartenza: il contropiede si conclude con il tiro dal limite di Vento, che tuttavia anche in questo caso termina alto. Al 17′ colpo di testa da centroarea di Raito: la difesa rubierese trema, ma il pallone si perde appena

koridze

Nika Koridze

fuori. E’ comunque una Folgore vivace, e per nulla intimorita dall’indubbio blasone degli avversari: tant’è vero che al 36′ Nika Koridze si rende autore di una pregevole azione personale. Il centrocampista offensivo di origine georgiana corre bene sulla fascia sinistra, per poi accentrarsi e tentare la via del gol da fuori area: anche in questo caso, la sfera non inquadra lo specchio della porta. Al 40′ il Grosseto cerca la via del vantaggio con Berretti, autore di una girata dal limite: il pallone si rivela però meno ficcante del previsto, e il tiro si spegne fuori senza eccessivi patemi da parte della Folgore. A ridosso dell’intervallo, i biancorossi mettono a segno il gol che finirà per risultare decisivo: il punto dell’1-0 arriva sugli sviluppi di un calcio d’angolo. Burani compie due prodezze sui tentativi da posizione ravvicinata di Raito: la seconda respinta premia però Cosimi, che da pochi passi piazza lo spunto vincente su cui l’estremo ospite non può nulla.

Daniele Barozzi per sito

Daniele Barozzi, vicino al gol

Si passa alla ripresa, e al 6′ Degl’Innocenti va a caccia del raddoppio con una velleitaria conclusione da fuori area: Burani intercetta senza problemi di sorta. Al 13′ Berretti sferra poi un tiro molto simile a quello di sette minuti prima: una vera fiondata che però finisce a lato. Al 19′ i rubieresi vanno vicinissimi al pari, con il tocco di Barozzi sembra indurre Borselli all’autogol: il giocatore grossetano rischia grosso per deviare la palla verso il fondo, e Nunziatini è lesto nell’evitare quella che sarebbe stato un clamoroso svarione da parte dei padroni di casa. Alla mezz’ora i toscani usufruiscono poi di un rigore, causato da un fortuito mani in area commesso da Dallari: sul dischetto si presenta Invernizzi che prova a sorprendere Burani con un’esecuzione rasoterra, ma il pallone termina fuori. Al 41′ la Folgore sfiora di nuovo l’1-1: Daniele Barozzi conclude a botta sicura nel pieno dell’area maremmana, e solo gli attenti riflessi dell’estremo avversario negano alla formazione di Vacondio la gioia del pari. E’ l’ultima occasione degna di nota dell’incontro.

Ivano Vacondio

Mister Ivano Vacondio

“E’ vero che siamo stati costretti a fare i conti con assenze di rilievo – evidenzia a fine gara Ivano Vacondio, allenatore della Folgore Rubiera – Addona e Lusoli erano fuori a causa dei rispettivi acciacchi: inoltre mancavano Paglia e Greco, quest’ultimo bloccato da motivi di lavoro. Tuttavia, ciò non cambia la sostanza delle cose: oggi la nostra prova è stata sufficiente ma non eccezionale. Avremmo potuto fare meglio, contro un Grosseto che si è rivelato forte anche se non impossibile da affrontare: poche vere palle-gol da ambo le parti, peccato solo per aver preso l’1-0 proprio a pochi istanti dall’intervallo. Lungi da me tirare in ballo le condizioni del terreno di gioco: è vero che si è giocato su un campo davvero impossibile, ma si tratta di una difficoltà che ha interessato tanto noi quanto i nostri avversari. Mi siano inoltre concesse due parole sulll’arbitro: la direzione del sig. Schiavon di Treviso è stata davvero perfetta. Per quel che ci riguarda – prosegue Vacondio – di buono c’è il fatto di essere rimasti in corsa per la qualificazione: non è certo poca cosa, specie considerando il blasone della squadra che fronteggiamo in questo ottavo di finale. D’altro canto, ciò ci deve portare a gestire le energie con rinnovata attenzione: l’agenda tra campionato e Coppa resta infatti fittissima. A tal proposito – rimarca il trainer – io credo che la Folgore possa ancora ambire a centrare il secondo posto in Eccellenza: tuttavia molto dipenderà dal confronto di domenica prossima contro l’Axys Zola, e oggettivamente ci arriveremo con una condizione fisica globale non certo stratosferica. Peraltro, oggi tra andata e ritorno abbiamo fatto 9 ore di pullman: una fatica che ha senza dubbio il suo peso”.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...