​Folgore Juniores, mister Paolo Mozzini: “Per lungo tempo ho sperato nel 3° posto, ma purtroppo ci è mancato quel prezioso tocco di esperienza in più. Ad ogni modo, io sono molto soddisfatto per il percorso dei nostri ragazzi: la salvezza era l’obiettivo stagionale, e il fatto di averlo centrato in anticipo rappresenta una rilevante nota di merito”. Ora, i tornei di fine stagione: Valsecchia e Cavazzoli. “Sarpetti e Paolucci sono fermi per problemi fisici, ma rientreranno al massimo ai primi di maggio. Inoltre in entrambe le competizioni potremo contare sull’attaccante Rudi Troka, proveniente dal Colorno”

mISTER MOZZINI

Paolo Mozzini, allenatore della Folgore Rubiera Juniores

Trentatrè punti raccolti nel corso di 26 partite: un bottino che deriva da 9 vittorie, 6 pareggi e 11 sconfitte. 34 i gol realizzati, a fronte di 40 subiti: sono le cifre del cammino che la Folgore Rubiera Juniores ha saputo portare avanti nel campionato Figc 2017/2018. I nostri beniamini hanno terminato il proprio percorso al 7° posto, e dunque in una posizione di tranquillo centroclassifica: purtroppo la Folgore è uscita abbastanza presto dalla lotta per qualificarsi alla seconda fase, ma in compenso ha centrato la salvezza matematica con tre turni di anticipo. ​“Per analizzare nel dettaglio il nostro rendimento, è bene partire veramente dall’inizio – esordisce il trainer rubierese Paolo Mozzini L’estate scorsa, quando abbiamo disputato il Memorial Chiari a Bibbiano, non nego di essere stato preso da un certo pessimismo: tuttavia, le mie impressioni negative sono svanite già nelle battute iniziali del campionato. Come ricorderete, nei primi 5 turni abbiamo saputo fare grandi cose: tra l’altro è arrivato un tris di vittorie casalinghe in successione contro Castellarano, San Michelese e Formigine, ossia le squadre che poi si sono piazzate ai primi tre posti della graduatoria”.

CORRADINI

Con 8 gol messi a segno, Alex Corradini Gobbi (nella foto) è il capocannoniere della Folgore Rubiera nelle gare di campionato

In effetti, Mozzini, un simile rendimento sembrava suggerire una Folgore stabilmente protagonista nei piani alti della classifica: poi, però, che cosa è cambiato nelle settimane successive?

“Senza dubbio siamo stati ostacolati da una certa inesperienza, che alla fine ci ha giocato a sfavore nei frangenti decisivi di alcune partite: non va infatti dimenticato che noi ci siamo presentati con un organico di età media più giovane rispetto alle nostre contendenti. Quasi tutti i giocatori della Folgore Juniores sono nati nel 2000, mentre le altre squadre hanno una quota di classe ’99 molto più ampia al loro interno: in questa categoria, un anno in più o in meno ha spesso un peso decisivo”.
 
In poche parole, qual è il tuo giudizio sul risultato finale che avete ottenuto? La Folgore ha dato il massimo, o si poteva aspirare a un piazzamento migliore per non dire addirittura al 3° posto?
“A essere sincero, la terza piazza è un obiettivo che ho sognato a lungo di raggiungere: tuttavia con il passare delle settimane sono stato costretto a fare i conti con la realtà oggettiva delle cose, e soprattutto con lo straordinario potenziale che contraddistingue le tre maggiori potenze del girone C. Di certo si può sempre migliorare: se non fossimo incappati in alcune evitabili leggerezze e distrazioni, adesso potremmo sicuramente avere qualche punto in più. Ad ogni modo, intendiamoci: la salvezza era l’obiettivo stagionale prefissato dalla società, e il fatto di averlo centrato addirittura in anticipo ci deve rendere senza dubbio felici. Inoltre, io sono soddisfatto per il percorso di crescita che i ragazzi

Troka

Rudi Troka, nuovo rinforzo per la nostra Juniores

hanno costruito nel corso della stagione: la squadra ha complessivamente manifestato una buona dose di impegno e costanza”.

Il campionato è finito, ma non ancora la vostra stagione agonistica: da giovedì prossimo sarete di scena al Torneo Valsecchia affrontando a Villalunga la Casalgrandese, poi a maggio scatterà il “Cavazzoli”. Quali obiettivi avrete in queste due competizioni?
“Sono appuntamenti da onorare al meglio: il “Valsecchia” è un torneo giovane ma già prestigioso, mentre il “Cavazzoli” rappresenta da sempre un vero e proprio secondo campionato per gli Juniores reggiani. In ambedue i casi, fare pronostici rappresenta un

SERPETTI

Samuele Serpetti

compito davvero difficile: sia per noi sia per quanto riguarda le nostre avversarie, molto dipenderà dagli innesti che giungeranno dalle Prime squadre. Quanto a noi, come sapete la Folgore non farà gli spareggi play off di Eccellenza: dunque credo proprio che il team di mister Vacondio ci fornirà qualche elemento prezioso e di valore. Intanto, nei due tornei potremo contare sull’attaccante albanese Rudi Troka: un classe ’98 di ottime prospettive, in arrivo dal Colorno di Promozione”.

 
Qual è invece la situazione che riguarda l’infermeria?
“Ci sono due acciaccati, entrambi in forte dubbio per quel che riguarda giovedì prossimo: Paolucci è alle prese con la pubaglia, mentre Serpetti si è infortunato al dito. Tuttavia, entrambi torneranno a disposizione al massimo per il nostro debutto al Torneo Cavazzoli 2018”.
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...