Eccellenza, Omar Dallari sarà ancora tra le colonne portanti della Folgore: “Smettere con il calcio giocato? Non se ne parla, ho la ferma intenzione di continuare almeno fino a 40 anni. La società sta lavorando bene per aprire un nuovo ciclo, che ha tutte le carte in regola per arrivare a essere molto gratificante: tuttavia non dobbiamo partire con troppi proclami, perchè i primi risultati di spessore richiederanno un po’ di tempo”. Su mister Semeraro: “Per lui la concretezza viene prima del calcio-champagne. Una filosofia di gioco da apprezzare”

La foto presente su Facebook - Da sinistra Omar Dallari della Folgore e Fabio Galli della Fidentina

A sinistra, Omar Dallari in azione aerea

Come annunciato nei giorni scorsi, Omar Dallari sarà tra le colonne portanti della Folgore Rubiera anche nel prossimo campionato di Eccellenza: “Non potevo affatto tirarmi indietro – spiega l’esperto difensore, che lunedì prossimo festeggerà il 38° compleanno – Come è noto, l’obiettivo specifico che mi pongo è quello di continuare con il calcio giocato almeno fino a 40 anni. Dal punto di vista fisico mi sento ancora in buona forma, e a confortarmi c’è anche l’esperienza della passata stagione: nel 2017/2018 ho giocato molto di più rispetto a quanto avessi previsto, arrivando a disputare una trentina abbondante di incontri tra campionato e Coppa. Un lungo percorso, che mi ha comunque fornito risposte positive sotto l’aspetto dello stato di forma: verso la fine dell’annata ho accusato qualche problema agli adduttori, ma ora è davvero tutto risolto. Peraltro adesso mi sto tenendo ulteriormente in forma disputando il Torneo della Montagna, nelle file della Gatta”.

E dunque, Dallari, innanzitutto bentrovato: poi, quali sono le ragioni che ti hanno portato a scegliere ancora una volta la Folgore Rubiera? E’ facile immaginare che le offerte non ti siano mancate…
“E’ vero, e ne sono ovviamente felice e onorato: ad ogni modo la Folgore è sempre stata l’opzione in cima alle mie preferenze, e non poteva affatto essere altrimenti. Mi appresto a iniziare la mia quinta stagione nelle file rubieresi: qui mi sono sempre trovato benissimo, sia sotto l’aspetto strettamente calcistico sia dal punto di vista umano. Sono quindi pronto per continuare a mettere la mia esperienza a disposizione della nostra fantastica realtà calcistica, anche al fine di mantenere sempre elevato lo spirito di squadra”.

ficarelli 2

Stefano Ficarelli, tra i nuovi acquisti della Folgore

Che tipo di Folgore sta nascendo?

“Abbiamo salutato l’uscita di alcuni elementi di notevole esperienza e spessore. Solo per citare un nome su tutti basti menzionare Sasà Greco, che ha rivestito i galloni di capitano per ben 4 anni: ritrovarmelo come avversario nelle file del Campagnola farà sicuramente un effetto inconsueto, ma l’amicizia con lui fuori dal campo resterà senza dubbio immutata. D’altro canto, la dirigenza sta portando a Rubiera un gruppo di nuovi acquisti in grado di vantare ottime credenziali: da Ficarelli a Lanzotti, da Onwuachi a Daniele Vacondio passando per Milos Malivojevic e Rinieri, si tratta dei nomi giusti per aiutarci ad aprire una nuova e gratificante pagina”.
 
Gratificante fino a che punto? Quali potranno essere gli obiettivi nel prossimo campionato?
“Nelle ultime due stagioni il nostro pubblico si è abituato a vederci protagonisti su alti livelli: ovviamente faremo tutto quanto possibile per far gioire di nuovo l’affezionata platea che ci segue, ma bisogna capire che un nuovo ciclo ha sempre bisogno di tempo per arrivare a raccogliere i primi risultati di rilievo. A Rubiera c’è davvero quel che serve per essere competitivi nell’alta classifica, a medio-lungo termine: tuttavia, nell’immediato il traguardo primario e irrinunciabile è quello di essere almeno nella parte sinistra della graduatoria. Nell’Eccellenza 2018/2019, ogni cosa che verrà in più sarà tanto di guadagnato”.
SEMERARO Alessandro (allenatore)

Mister Alessandro Semeraro

Come descriveresti mister Semeraro, tu che lo conosci bene?

“Ho lavorato con lui proprio qui a Rubiera, e ho avuto modo di apprezzare la sua filosofia di gioco. Di certo, il calcio-champagne non è alla base del suo credo calcistico: comunque sia le sue squadre sono sempre molto concrete, e tignose da affrontare per qualsiasi avversaria. Del resto, i risultati che Alessandro Semeraro ha raccolto qui alla Folgore parlano chiaro: nel 2014/2015 ci siamo salvati compiendo quasi un miracolo sportivo, mentre l’anno successivo abbiamo raggiunto un 4° posto in Eccellenza che è andato ben oltre i migliori pronostici”.
Nell’attesa di riprendere la preparazione in agosto, hai qualche ringraziamento da fare?
“Ringrazio tutti i miei compagni di squadra qui alla Folgore: passati, presenti e futuri. Mi sia inoltre permesso di esprimere gratitudine a mister Vacondio, che negli ultimi due anni ha saputo lasciare un’impronta credibile ed efficace. E un grazie da parte mia va inoltre a tutta la società, che ancora una volta mi ha accordato la propria fiducia”.
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...