Juniores, le impressioni del nuovo trainer Marco Ognibene: “Vedrete una Folgore ​in buona parte rinnovata, composta in maggioranza da giocatori nati nel 2001. Anche se l’organico si presenterà numeroso, sotto la mia guida ciascun ragazzo avrà la possibilità di mettersi in luce mettendo in campo impegno e costanza: l’intenzione è quella di proporre un calcio contraddistinto da un forte dinamismo, pur senza tralasciare la tecnica”. Raduno previsto per il 20 agosto, e partite casalinghe a Rubiera

marco-ognibene

Marco Ognibene, allenatore della Folgore Rubiera Juniores

Come annunciato da oltre un mese, sarà Marco Ognibene ad allenare la Folgore Rubiera Juniores nella prossima stagione agonistica: ancora una volta, i nostri beniamini si presenteranno al via del Campionato regionale Figc.

Ognibene, corregges​e ma nato a Carpi nel 1966, è allenatore che ha al proprio attivo una lunga e significativa esperienza in ambito giovanile: Sammartinese, Dorando Pietri Carpi e la stessa Correggese sono tra le realtà in cui ha lavorato, ma non solo. Il nuovo trainer della Folgore Juniores si è pure distinto sulla ribalta nazionale, dirigendo i Giovanissimi nazionali dell’Hellas Verona e gli Allievi professionisti targati Carpi. Nella scorsa annata, Ognibene ha invece guidato i Giovanissimi del Castelvetro: “Adesso – spiega – non vedo l’ora di dare inizio a questo nuovo percorso rubierese”.
Quali sono gli argomenti che ti hanno convinto ad assumere le redini della nostra Juniores?
“Innanzitutto, credo che la serietà del club sia visibile e fuori discussione: da tempo seguo la Folgore Rubiera dall’esterno, e ne ho sempre apprezzato sia la solida organizzazione sia il modo di lavorare. Inoltre, il ds Melli e il suo staff si sono mossi con grande efficacia in fase di costruzione della squadra: ora non è certo il momento dei proclami, ma avremo senz’altro una Juniores in grado di fare bene”.

E dunque, come sarà il gruppo che affronterà l’annata 2018/2019?
“C’è ancora qualche casella in fase di definizione, ma l’organico è ormai quasi completo e verrà ufficializzato nei prossimi giorni. Come impostazione generale, posso anticipare che si tratterà di una squadra in buona parte rinnovata e molto legata al territorio: la stragrande maggioranza dei giocatori provengono infatti dal vivaio dell’Unione Sportiva LOGORubierese, e peraltro i classe 2001 saranno maggiormente numerosi rispetto ai 2000″.
Obiettivi da raggiungere?
“A livello strettamente calcistico, il traguardo primario è quello che deve sempre contraddistinguere una Juniores: creare degli elementi che possano essere lanciati nell’universo della Folgore Rubiera di Eccellenza. Inoltre alcuni dei nostri ragazzi potranno arrivare a rendersi utili in Prima Categoria, nelle file di quella Us Rubierese che è legata al nostro club da una stretta collaborazione. Per ciò che riguarda il Campionato Juniores regionale Figc, al momento è difficile formulare dei pronostici: prima, bisognerà conoscere la conformazione del girone e l’assetto delle future avversarie. 
C’è poi un altro aspetto di rilievo: parecchi giocatori proverranno dalla categoria Allievi, una dimensione ben differente rispetto alla Juniores. Per affrontare al meglio un balzo simile, servono qualità sia sportive sia caratteriali: il mio ruolo sarà anche quello di aiutare i ragazzi a svilupparle sempre più”.
 
Quali sono i cardini della tua filosofia di gioco?
“Oggigiorno, il dinamismo rappresenta una componente essenziale del calcio: di conseguenza lavoreremo per esprimere un gioco dinamico, che al tempo stesso sia anche contraddistinto da una consistente dose di tecnica”.
 
Conosci già mister Semeraro, che allena la Prima squadra?
“Non ancora, ma a breve inizierò a dialogare pure con lui: Semeraro ha già dimostrato il proprio valore anche qui a Rubiera, e sono sicuro che la sua presenza gioverà all’intero

ricchetti-angelo-presidente

Angelo Ricchetti, presidente della Folgore Rubiera

ambiente della Folgore”.

Il periodo più critico per le formazioni Juniores arriva spesso tra gennaio e febbraio: è infatti in quel periodo che si registra il maggior tasso di abbandoni da parte dei giocatori, con alcune squadre che diventano addirittura decimate. Tu non temi tale scenario?
“Direi proprio di no: per scongiurare questo pericolo, ritengo fermamente che… la pianta vada annaffiata fin da sùbito. Il mio primo compito sarà quello di far passare un messaggio ben preciso a ogni giocatore che farà parte della nuova Folgore: anche se i nostri ragazzi saranno tanti, ciascuno di loro avrà l’opportunità di mettersi in luce mettendo in campo determinazione e concentrazione. In altre parole, qui tutti potranno avere una o più possibilità: ciò rappresenta un valido motivo per impegnarsi a fondo, durante ogni partita e ogni allenamento”.
Quando inizierà la preparazione?
“La giornata dovrebbe essere quella di lunedì 20 agosto: la sede del raduno è ancora da definire. In più, c’è una rilevante novità: nel prossimo campionato Figc, le partite casalinghe verranno disputate a Rubiera”.
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...