Eccellenza, una buona Folgore Rubiera impatta con il Formigine Rosselli. Mister Semeraro: “Peccato per le tante occasioni da gol sprecate, ma la nostra prova è stata più che mai all’altezza della situazione. Tra campionato e Coppa, siamo arrivati a 4 gare consecutive senza subire reti: un dato che rispecchia bene la grande solidità dell’intera squadra”

jacopo-burani

Il portiere rubierese Jacopo Burani

FOLGORE RUBIERA – FORMIGINE ROSSELLI MUTINA 0 – 0

FOLGORE RUBIERA: Burani, Blotta, Vacondio, Rinieri, Agrillo, Dallari, Hoxha, Tognetti, Onwuachi (dal 29’st Marko Malivojevic), Milos Malivojevic, Porrini (dal 43’st Durantini). A disp.: Lanzotti, Piacentini, Paglia, Dosso. Allenatore: Alessandro Semeraro.

FORMIGINE ROSSELLI MUTINA: Malpeli, Casini, Ficarelli, Vaccari (dal 10’st Marverti), Sghedoni, Ruopolo, Pilia, Brini Ferri, Scarlata, Sarnelli, Paradisi (dal 26’st Shehu). A disp.: Simoni, Collina, Serena, Lucchi, Migliorini, Corrente, Stefani. Allenatore: Davide Balugani.

ARBITRO: Baiocchi di Rimini (assistenti Carrucciu e Granata di Parma).

NOTE: spettatori 200 circa. Ammoniti Vacondio e Tognetti (Folgore), Sghedoni, Ruopolo, Scarlata e Shehu (Formigine).

benjamin belgio 2

Benjamin Onwuachi in azione

La Folgore Rubiera si rende autrice di un’altra prova di buon livello: oggi al “Valeriani” i nostri beniamini hanno impattato con il Formigine Rosselli Mutina, ma in fin dei conti è un risultato che calza stretto alla compagine di Semeraro. Nel corso del primo tempo, i padroni di casa hanno manifestato una visibile supremazia territoriale e molta più vivacità in zona gol. Nella ripresa c’è stato un calo che ha favorito il parziale ritorno degli avversari, ma ancora una volta la Folgore ha saputo gestirsi con ordine in fase difensiva: peraltro, sul finale i rubieresi hanno creato ulteriori opportunità per centrare l’intera posta in paio. Considerando anche il pareggio di mercoledì sera in Coppa, per la Folgore si tratta della seconda partita consecutiva senza segnare gol: d’altro canto, è anche il quarto confronto consecutivo senza subire reti. Dallari e soci conservano il primato in classifica, che però ora è condiviso con la Correggese: 7 punti a testa.

Alessandro Porrini

Alessandro Porrini, al rientro

Per quanto riguarda la cronaca del confronto odierno, il primo sussulto giunge al 6′ ed è di marca locale: Onwuachi ci prova da ottima posizione angolata in area, ma Malpeli risponde con efficacia. All’ 11′, Milos Malivojevic pesca bene Hoxha: quest’ultimo calcia un diagonale in piena area formiginese, ma il tiro è prevedibile e facile preda dell’estremo verdeblù. A seguire gli ospiti cercano qualche favorevole spunto in chiave offensiva, ma la retroguardia di casa sa sempre chiudersi con efficacia. Al 32′ ancora Hoxha, stavolta innescato da Porrini, aggira la sorveglianza di Ruopolo e conclude a botta sicura da centroarea: la sfera termina clamorosamente alta. Al 46′, l’angolo di Milos Malivojevic favorisce il colpo di testa da parte di Vacondio: la palla si spegne appena fuori da pochi passi.

judmir-hoxha

Judmir Hoxha

Al 2′ della ripresa, Formigine Rosselli vicino al gol: Paradisi segna da posizione ravvicinata, ma il fuorigioco è netto e l’arbitro annulla. Al 12′, Pilia pesca bene Scarlata: il numero 9 modenese potrebbe colpire da posizione ravvicinata, ma il suo tiro non sortisce pericoli di rilievo. Poco dopo, Folgore in avanti con il tiro-cross di Vacondio: Ruopolo alza in angolo appena sopra la traversa, rischiando qualcosa per i suoi. Al 20′, Scarlata ci prova da pochi passi dopo aver raccolto il suggerimento di Sarnelli: ancora una volta la Folgore si chiude con maestria. Al 24′, gran diagonale dalla distanza dello stesso Sarnelli: Burani si stende sulla propria sinistra in bello stile. Al 37′ occasionissima per Porrini, servito con il contagiri da Rinieri: il giovane attaccante di scuola Sassuolo potrebbe trovare la via del gol con un imperioso diagonale da pochi passi, ma la sfera termina sull’esterno della rete. Al 39′ Vacondio si fa abilmente largo tra le maglie della difesa formiginese: la sua manovra si conclude con un tentativo da posizione angolata in area, che però Malpeli intercetta senza difficoltà. Al 43′ Porrini esce per crampi, poi da lì in avanti non succede più nulla.

semeraro al

Mister Alessandro Semeraro

“La nostra prova è stata più che mai all’altezza della situazione – commenta a fine gara il trainer rubierese Alessandro Semeraro – Questo è un pari di spessore, ottenuto contro un’avversaria che ha messo in campo qualità e una forte dose di buona volontà: da parte nostra resta tuttavia una punta di rammarico, per non aver concretizzato al meglio le buone occasioni da gol create soprattutto nel primo tempo”. L’assenza di gol nelle ultime due partite è un dato di fatto, ma Semeraro lo affronta senza preoccupazioni eccessive: “Il fatto di avere messo a segno 0 reti in 180 minuti non significa che la Folgore sia inattiva in attacco – evidenzia il mister – Per esempio, anche oggi la fase offensiva ha costruito parecchio: purtroppo siamo stati spreconi, e questo è un aspetto che nell’immediato futuro andrà sicuramente aggiustato. D’altro canto, continuiamo a non prendere gol: in campionato siamo l’unica difesa ancora imbattuta, e ciò rispecchia bene il grande lavoro e la notevole compattezza che stanno caratterizzando l’intera squadra”.

A livello più generale, Semeraro ribadisce un concetto già espresso varie volte: “So di poter sembrare ripetitivo, ma vale la pena sottolineare una volta di più quello che deve essere un nostro concetto-base. Questa Folgore Rubiera ha appena iniziato una pagina nuova del proprio percorso: quindi serve tempo per raggiungere la nostra migliore dimensione, ed è pressochè naturale che adesso ci sia ancora qualche imperfezione da limare. Abbiamo preso la strada giusta per migliorare sempre più, e proprio su quella dobbiamo continuare anche in vista della trasferta di domenica prossima contro il Nibbiano Valtidone”. 

“A mio parere, il pari fotografa bene l’andamento del confronto – evidenzia invece Davide Balugani, allenatore del Formigine Rosselli – Credo che questo punto sia pienamente legittimato dalla nostra prestazione, in particolare osservando ciò che abbiamo saputo costruire nel secondo tempo. Si tratta di un punto che ha grande valore, perchè ottenuto contro una tra le squadre più competitive e meglio attrezzate di questo campionato di Eccellenza”.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...