Eccellenza, Milos Malivojevic dopo il blitz sul campo del Nibbiano: “Segnare il gol-vittoria all’ultimissimo istante è una sensazione molto gratificante, ma non mi sento affatto l’eroe del giorno. Ho semplicemente fatto quel che dovevo, ben supportato dai miei compagni di squadra”. Domenica, a Campogalliano, la Folgore Rubiera affronterà il Campagnola: “C’è sempre il rischio di sottovalutare le sfide con le neopromosse, ma sono certo che non commetteremo un errore simile. Stiamo studiando a fondo i rosanero, e sappiamo bene che la formazione della Bassa è una debuttante di lusso in questa categoria”. Capitolo obiettivi: “Un avvio così positivo può suscitare un sano entusiasmo da parte di chi ci segue, ma adesso bisogna essere realisti e guardare al futuro senza castelli fantasiosi. Fin qui stiamo soltanto portando avanti il nostro percorso di crescita e miglioramento, nel contesto di un campionato che richiede parecchie energie fisiche e mentali”

Milos Malivojevic 2

Milos Malivojevic, centrocampista offensivo della Folgore Rubiera

“Realizzare un gol decisivo all’ultimo istante è sempre qualcosa che dà un’emozione sportiva formidabile: stavolta la gioia è stata totale, anche perchè la mia rete ci ha permesso di espugnare il campo di una squadra solida e attrezzatissima come il Nibbiano”. Sono ovviamente parole di Milos Malivojevic: domenica scorsa il centrocampista offensivo della Folgore Rubiera ha siglato la rete della vittoria, giunta in pieno recupero. Come è noto, nel primo tempo i padroni di casa piacentini si erano portati in vantaggio con Dioh: durante la ripresa è invece arrivato il pareggio di Alex Rinieri, e poi Milos ha completato il sorpasso. “Tutto ciò è molto gratificante, ma non mi sento affatto l’eroe del giorno – rimarca Malivojevic – A Pianello Valtidone ho semplicemente fatto ciò che devo fare, ben supportato dai miei compagni di casacca. Anche se porta la mia firma, il gol del definitivo 1-2 non è arrivata soltanto grazie a me: il merito è pure di tutto il resto della squadra, che mi ha messo nelle condizioni ideali per colpire a rete”.

Più in generale, Milos, quello contro il Nibbiano Valtidone è un successo meritato?
“Intendiamoci: abbiamo affrontato una tra le formazioni meglio allestite del campionato, che sicuramente ha i mezzi per avere un ruolo di primo piano nella parte alta della classifica. Considerando l’andamento complessivo della partita, un pareggio non avrebbe fatto gridare allo scandalo: ad ogni modo, ritengo che quest’affermazione sia comunque meritata. Nonostante il gol subìto, la Folgore ha saputo esprimere un calcio concreto ed efficiente già nel corso del primo tempo: dopo l’intervallo le nostre doti sono emerse in modo ancora più netto, e la reazione allo svantaggio è stata tra le migliori sotto ogni aspetto”.

Stefano Ficarelli

Il difensore rubierese Stefano Ficarelli

Siamo soltanto nelle fasi iniziali dell’annata, ma è inevitabile gettare uno sguardo alla classifica: questa Folgore Rubiera rappresenta davvero l’anti-Correggese?
“Tanto per cominciare, noi non siamo “anti-qualcuno”. Stiamo soltanto portando avanti, con efficacia, quel percorso di crescita e miglioramento che ci eravamo posti come obiettivo all’inizio della preparazione. Nelle ultime stagioni, la Folgore non aveva mai effettuato degli avvii così brillanti sotto l’aspetto dei risultati: posso quindi capire che stia nascendo qualche sana euforia tra chi ci segue, ma adesso è importantissimo dare la precedenza alla vera e attuale dimensione del nostro gruppo. I cambiamenti durante l’estate sono stati parecchi, e di grande rilievo: in buona sostanza è una Folgore che sta ricominciando da capo, nel contesto di un campionato di Eccellenza che richiede parecchio dal punto di vista delle energie fisiche e mentali. Tutto ciò deve indurci a guardare al futuro con umiltà, evitando di costruire troppi castelli fantasiosi”.

Comunque sia, osservando oggettivamente le prime quattro giornate, quali sono state le vostre principali carte vincenti? In buona sostanza, perchè la Folgore Rubiera ha conquistato ben 10 punti in 4 partite?
“La tenacia figura senza dubbio fra i nostri tratti più distintivi: del resto, la sfida di domenica scorsa lo dimostra. Contro il Nibbiano Valtidone abbiamo cercato la vittoria con insistenza e fermezza, fino agli ultimissimi attimi della gara: un atteggiamento che si è dimostrato premiante, e credo che poche altre squadre di Eccellenza possano contare su una scorza caratteriale simile a quella che abbiamo noi. Inoltre, sotto l’aspetto tecnico, tutti i reparti stanno lavorando nel modo in cui il mister si attendeva: e qui è necessario spendere due parole sui meriti di Alessandro Semeraro, che sta dando alla squadra un’impronta e una filosofia di grande valore”.

agrillo 3

Il centrocampista Fabio Agrillo

Quindi, la Folgore continuerà a veleggiare nell’alta classifica…
“Mi dispiace, non casco nel tranello: siamo soltanto a settembre, e quindi non è il caso di soffermarsi in maniera eccessiva sugli obiettivi stagionali. Di certo, abbiamo i mezzi e la volontà di consolidare sempre di più le qualità espresse nei primi 360 minuti di campionato: inoltre per adesso siamo ancora imbattuti in gare ufficiali, ed è un dato che impreziosisce il lavoro svolto in queste prime settimane. Ad ogni modo il cammino resta lunghissimo, e l’Eccellenza che stiamo disputando comprende parecchie squadre di alto livello: di certo la già citata Correggese, ma non solo. Quindi, le difficoltà non tarderanno ad arrivare: intanto, dobbiamo pensare alla battaglia che ci attende domenica prossima”.

A proposito di domenica prossima, in agenda c’è il confronto con il neopromosso Campagnola del grande ex Sasà Greco. In campo dalle ore 15.30, ma non al “Valeriani”: il campo rubierese è infatti interessato da operazioni di semina, e perciò la sfida si disputerà sul terreno del “Bolelli” di Campogalliano. L’unico giocatore in dubbio nelle file della Folgore è il centrocampista Luca Bassoli, ancora alle prese con problemi fisici: per il resto, al momento non sono previsti altri inghippi. Che tipo di partita sarà?
“Le sfide contro le formazioni neopromosse sono sempre quelle più insidiose, in primo luogo per quanto riguarda l’approccio alla partita. Quando si gioca con una corazzata, come la Correggese o lo stesso Nibbiano, è naturale che le motivazioni siano sempre a mille: al contrario, il duello con una “matricola” potrebbe portare a sottovalutare gli avversari. In ogni caso, sono certo che anche stavolta scenderemo in campo con l’atteggiamento giusto: stiamo studiando a fondo il Campagnola, e ne sappiamo abbastanza per dire che la formazione rosanero rappresenta una debuttante di lusso a livello di Eccellenza”.

malivojevic marko

Marko Malivojevic

Nella fattispecie, quali sono le maggiori insidie che vi attendono?
“Intanto, anche loro provengono da una vittoria. Come sapete ieri l’altro il Campagnola ha avuto la meglio sul Castelvetro, cogliendo tre punti di ottimo spessore: quindi, i rosanero saranno carichi di entusiasmo proprio come noi. In più la formazione della Bassa può contare su solidi valori tecnici, e per capirlo basta dare un’occhiata all’organico: oltre a Sasà Greco, goleador di sicuro impatto per la categoria, basti menzionare ad esempio gente come Fava, Teocoli, Carvisiglia, ma anche Marco Bellesia che lo scorso anno giocava con me a Rolo. In poche parole, si tratta di un Campagnola che ha i numeri per essere la squadra-rivelazione del girone A: lo sappiamo bene, e proprio per questo avremo il compito di non abbassare la guardia e di affinare ulteriormente le caratteristiche che la Folgore ha fatto emergere finora”.

A livello personale, Milos, come hai iniziato l’annata? E a quanti gol vorresti arrivare da qui a fine stagione?
“Qui mi trovo davvero bene: peraltro prima di iniziare conoscevo già molti miei compagni di squadra, oltre ovviamente a mio fratello Marko. Qui c’è un ottimo ambiente per fare calcio, e ciò rappresenta un ottimo punto di partenza pure per quel che riguarda i miei obiettivi individuali. Spero di arrivare almeno in doppia cifra: tuttavia, ciò che veramente conta per me è aiutare il più possibile la squadra a distinguersi in ogni occasione”.

* * *

Le altre partite del 5° turno sono Bagnolese-Solierese, Colorno-Piccardo Traversetolo, Fiorano-Cittadella Vis San Paolo, Pallavicino-San Michelese, Correggese-Formigine Rosselli Mutina, Rolo-Castelvetro, Felino-Nibbiano Valtidone e Agazzanese-Salsomaggiore.
Classifica del campionato di Eccellenza – girone A: Correggese e Folgore Rubiera 10 punti; Agazzanese 9; Felino 8; Fiorano, Rolo e Colorno 7; Bagnolese, Campagnola e Salsomaggiore 6; San Michelese 5; Castelvetro, Nibbiano Valtidone, Solierese e Formigine Rosselli Mutina 4; Piccardo Traversetolo 3; Cittadella Vis San Paolo 1; Pallavicino 0.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...