Prima squadra, domenica la Folgore Rubiera saluta il 2018 con la trasferta sul campo del Pallavicino. Le prime parole di Kreshnik Zogu da attaccante biancorossoblù: “La società mi ha dato un’occasione che non potevo affatto rifiutare, si tratta di una sfida gratificante anche a livello personale. In campo punto molto sulla forza fisica, e riesco a esprimermi bene nello sviluppo del gioco in profondità. Sono in forma, e mi sento ancora competitivo a livello di Eccellenza: tuttavia ho il preciso intento di lavorare tantissimo per migliorare, e qui a Rubiera c’è un ambiente ideale in tal senso”. Sul duello in programma a Busseto: “Ci attende una tra le sfide più complesse della stagione, da affrontare senza minimamente guardare la classifica. Dovremo pensare solo ed esclusivamente alle nostre potenzialità di squadra, senza farci influenzare dall’assetto degli avversari”

Cena Rubiera - Zogu

Kreshnik Zogu durante la festa di martedì sera

Con la Festa di Natale della società, che si è svolta ieri l’altro al Centro sportivo Tetra Pak, la Folgore Rubiera di Eccellenza ha potuto trarre un’ulteriore iniezione di entusiasmo in vista dell’ultimo impegno del 2018 agonistico. Domenica prossima, la fase di andata giungerà alla propria conclusione: a partire dalle ore 14.30 i nostri beniamini saranno di scena al “Cavagna” di Busseto, per affrontare i padroni di casa parmensi targati Pallavicino.

Tra i giocatori a disposizione di mister Semeraro ci sarà ovviamente il classe ’96 Kreshnik Zogu, nuovo arrivato in casa biancorossoblù: “Come sapete, negli ultimi tre mesi ho disputato la Prima categoria nelle file del San Prospero – racconta l’attaccante originario di Tirana, ma da tempo residente a San Martino in Rio – Resto più che mai grato al club correggese, ma la Folgore mi ha fornito un’occasione che non potevo affatto rifiutare. Innanzitutto, qui c’è la prospettiva di disputare l’Eccellenza all’interno di una realtà calcistica di primo piano: la squadra ha talento, e inoltre la società può contare su un solida struttura e su un notevole blasone”

“Per quanto mi riguarda, si tratta anche di una gratificante scommessa a livello personale – prosegue Zogu – In anni recenti io ho già disputato l’Eccellenza a San Felice e a Luzzara: di certo servirà da parte mia un elevato tasso di lavoro e impegno, ma credo proprio di essere ancora competitivo a questi livelli e qui a Rubiera avrò l’opportunità di dimostrarlo. Intanto, non posso che ringraziare tutta l’Asd Folgore Rubiera per la grande fiducia riposta nei miei confronti: un grazie particolare va ovviamente al ds Melli, che mi ha cercato con grande convinzione in questo mercato invernale”.

IOTTI Gabriele (preparatore atletico)

Il preparatore atletico Gabriele Iotti

Parlando di calcio giocato, come è stato il tuo primo impatto con la squadra?

“Decisamente incoraggiante: l’organico è contraddistinto da forti caratteristiche positive, che per me rappresentano un motivo di ulteriore entusiasmo. Qui si respira un ottimo ambiente sotto il profilo umano: si tratta della base primaria e irrinunciabile per puntare con fermezza a buoni risultati sul campo. Inoltre, sul piano tecnico-agonistico, credo proprio che la società abbia allestito una rosa ben attrezzata e competitiva in ogni reparto. Del resto, al di là della flessione di rendimento che c’è stata a novembre, la Folgore naviga stabilmente nella parte sinistra della classifica fin da inizio campionato: un cammino simile non può certo derivare dal puro caso. Sono certo che in questi mesi i ragazzi abbiano riposto in campo ogni energia, applicando nella maniera più accurata possibile le sapienti indicazioni di mister Semeraro”.

Quali sono le tue principali caratteristiche quando sei in campo? Dove stanno i tuoi principali punti di forza?

“Faccio notevole affidamento sulla forza fisica, che rappresenta uno fra i tratti maggiormente distintivi del mio modo di giocare. Inoltre, credo di cavarmela bene per quanto riguarda il gioco in profondità. Detto questo, da parte mia non c’è la benchè minima intenzione di assumere un atteggiamento supponente: ho ancora tantissimo da fare per migliorare, e sono nello stato di forma giusto per portare avanti l’impegno che la Folgore richiede. L’imminente pausa natalizia sarà certamente utile per calarmi ancora meglio nella fisionomia di gioco che ci caratterizza come squadra”.

TOGNETTI Francesco

Il difensore rubierese Francesco Tognetti

Domenica scorsa tu eri in panchina, nella vittoriosa sfida casalinga contro la San Michelese: il 3-1 finale rispecchia l’andamento del confronto?

“Certo che sì: si è trattato di una vittoria strameritata, figlia dell’efficacia che la Folgore Rubiera ha sviluppato in ogni aspetto dell’incontro. In particolare il 1° tempo è stato pressochè perfetto, ed è proprio nei 45 minuti iniziali che si sono gettate le basi del successo: c’è stato un lieve appannamento soltanto in avvio di ripresa, ma è un calo quasi fisiologico che non toglie nulla alla qualità della prestazione fornita. Anche quando i sassolesi hanno accorciato le distanze portandosi sul 2-1, la Folgore non si è affatto disunita: al contrario il gol del definitivo 3-1 è arrivato a stretto giro, e ciò la dice veramente lunga sulla mentalità coriacea e concentrata che caratterizza la nostra formazione”.

agrillo 3

Fabio Agrillo, di nuovo assente

Ora, però, non sarà facile chiudere il 2018 con la terza vittoria consecutiva. A Busseto vi attende un Pallavicino a dir poco assetato di punti: in più Semeraro dovrà fare a meno degli squalificati Hoxha e Milos Malivojevic, e non ci sarà nemmeno il lungodegente Agrillo…

“Il Pallavicino è ultimo in classifica e proviene da 3 sconfitte nelle ultime 4 gare, ma proprio per questo ci renderà la vita parecchio difficile: molto spesso, i confronti con le ultime della classe sono proprio quelli più complessi da disputare. I parmensi non ci concederanno alcun tipo di sconto, e ci aspettiamo un’avversaria pronta a lottare al 150% su ogni pallone: per loro si tratta infatti di uno snodo cruciale dell’annata, perchè un nuovo ko li potrebbe allontanare sensibilmente dalla zona play out. La trasferta bussetana va affrontata senza guardare la differenza di punti in graduatoria tra noi e loro: non possiamo affatto permetterci il lusso di abbassare la guardia, specie considerando che questo campionato di Eccellenza sta regalando parecchie sorprese di settimana in settimana”.

ricchetti-angelo-presidente

Angelo Ricchetti, presidente della Folgore Rubiera

Quale sarà la chiave di volta giusta per portare a casa l’intera posta in palio?

“Al di là delle caratteristiche tecniche su cui il Pallavicino può contare, ritengo che il nostro primo compito dovrà essere quello di concretizzare con decisione l’identità di gioco trasmessa dal mister: dobbiamo pensare solo ed esclusivamente a esprimere in pieno le nostre potenzialità, senza farci influenzare dagli assetti e dalle strategie degli avversari. Di certo dovremo fronteggiare delle assenze molto pesanti, che rappresentano un’ulteriore insidia da tenere d’occhio: d’altro canto, sono certo che la squadra schierata dal mister avrà comunque le capacità necessarie per rivelarsi all’altezza della situazione”.

Cena Rubiera - prima squadra a tavola

La Prima squadra della Folgore a tavola durante la cena di ieri l’altro

La Folgore Rubiera è più che in linea con gli obiettivi tracciati a inizio stagione: tuttavia, di recente il nostro presidente Ricchetti ha espresso la propria speranza di lottare fino in fondo per il secondo posto. Tu come la pensi in merito?

“Il secondo posto può essere un obiettivo a cui guardare: puntare in alto fa bene al morale, e aiuta a concretizzare un dna sempre più tenace e vincente. D’altro canto, non bisogna mai perdere di vista quel sano realismo che ci deve contraddistinguere: la situazione di classifica si presta ancora a parecchi sconvolgimenti. Basta una vittoria per salire tante posizioni, ma allo stesso modo una solo sconfitta è sufficiente per scendere vari gradini: sono vere e proprie sabbie mobili, e dobbiamo averne piena consapevolezza. Ribadisco quindi il pensiero già espresso varie volte dai miei compagni di squadra: al momento è meglio concentrarsi a fondo su ogni singola partita. Solo più avanti sarà possibile fare un esatto punto della situazione in merito ai traguardi da raggiungere”.

* * *

Le altre partite del 17° turno sono Colorno-Correggese, Fiorano-Agazzanese, Solierese-Felino, Cittadella Vis San Paolo-Bagnolese, Formigine Rosselli Mutina-Salsomaggiore, Piccardo Traversetolo-Castelvetro, Nibbiano Valtidone-Campagnola e San Michelese-Rolo.

Classifica del campionato di Eccellenza – girone A: Correggese 42 punti; Agazzanese e Piccardo Traversetolo 31; Bagnolese 29; Rolo e Folgore Rubiera 27; Felino e Colorno 25; Fiorano 24; Cittadella Vis San Paolo e Castelvetro 19; Formigine Rosselli Mutina 18; Campagnola 17; San Michelese 16; Nibbiano Valtidone 15; Salsomaggiore 12; Pallavicino e Solierese 11.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...