Eccellenza, la Folgore paga dazio a Busseto dopo una partita con pochi sussulti. Mister Semeraro: “Il nostro atteggiamento è stato del tutto sbagliato, non abbiamo sviluppato quella combattività che ci deve sempre caratterizzare. Ora la salvezza diventa sempre di più l’obiettivo primario: il 5° posto non ci autorizza certo a essere tranquilli, anche perchè le squadre di bassa classifica si sono quasi tutte rinforzate”

DALLARI Omar

Omar Dallari, capitano della Folgore Rubiera

PALLAVICINO – FOLGORE RUBIERA 1 – 0

RETE: 40’st Camara.

PALLAVICINO: Dondi, Zermani, Soliani (dal 20’st Cortellazzi), Decò, Galeotti, Longhi, Pescosta, Nadotti, Camara, Barani (dal 40’st Dodi), Pellegrini. A disp.: Aimi, Spaziani, Peracchi, Pellegrino, Scotti, Corbellini. Allenatore: Aldo Nicolini.

FOLGORE RUBIERA: Lanzotti, Blotta, Vacondio, Rinieri, Ficarelli, Dallari (dal 45’st Burani), Durantini (dal 25’st Mhadhbi), Tognetti, Zogu (dal 20’st Marko Malivojevic), Bassoli, Porrini. A disp.: Vena, Dosso, Acquafresca, Paglia. Allenatore: Alessandro Semeraro.

ARBITRO: Vincenzi di Bologna (assistenti Pasi di Ravenna e Bellavista di Cesena).

NOTE: spettatori 200 circa. Espulso al 45’st Lanzotti (F) per doppia ammonizione.

nik zogu

Kreshnik Zogu

La Folgore Rubiera si piega al “Cavagna” di Busseto, al termine di una partita che ha regalato ben pochi spunti in chiave offensiva. Occasioni da gol col contagocce, da ambo le parti: decisamente sottotono la prova dei biancorossoblù, che hanno compiuto un passo indietro rispetto alla brillante vittoria di domenica scorsa contro la San Michelese. Il confronto di oggi era valevole per la 17esima giornata di Eccellenza, che è anche l’ultimo turno della fase di andata: il primo dei rari cenni di cronaca arriva al 15′ del primo tempo, quando un retropassaggio di Vacondio si trasforma invece in un tiro che rischia di diventare un clamoroso autogol. Lanzotti è comunque attento, e riesce a sventare la tanto clamorosa quanto involontaria minaccia. Nella ripresa, al 10′ gli ospiti sfiorano il vantaggio con il preciso colpo di testa di Dallari: il capitano manca il bersaglio per pochissimo. Quando ormai la partita sembra incanalata su un opaco pareggio, Camara va in rete finalizzando con efficacia un’azione sviluppata sulla fascia destra. Il numero 9 verdiano coglie di sorpresa la retroguardia rubierese, siglando così il gol che decreta l’assegnazione dei tre punti a favore dei parmensi. Nell’amarezza della Folgore, c’è comunque da segnalare la buona prova di Kreshnik Zogu: l’attaccante di origine albanese si è reso autore di un esordio in biancorossoblù davvero incoraggiante, sia sul piano tecnico sia dal punto di vista della personalità.

Alessandro Semeraro

Mister Alessandro Semeraro

“Una sconfitta che deve suscitare in noi parecchie riflessioni – commenta il tecnico rubierese Alessandro Semeraro Considerando l’andamento complessivo della sfida, forse il pareggio sarebbe stato più giusto: ad ogni modo ciò significa ben poco, e le assenze degli squalificati Hoxha e Milos Malivojevic non rappresentano affatto una giustificazione. Ci siamo resi autori di una prova spenta e incolore, giocando con un atteggiamento completamente sbagliato. Così abbiamo perso contro un Pallavicino che al momento del fischio iniziale era ultimo: comunque sia, i parmensi hanno tutti i numeri per inseguire con convinzione la permanenza nella categoria. Ho sentito parlare di secondo posto, ma adesso non è certo quello l’obiettivo primario da raggiungere –  prosegue il trainer veneziano – Peraltro io sono sempre stato molto cauto, pure quando avevamo inanellato quel filotto di vittorie a inizio stagione. Al momento la concentrazione deve essere rivolta solo ed esclusivamente sull’obiettivo salvezza, e questo ko ce lo ricorda una volta di più. Anche se adesso siamo quinti in classifica, non possiamo affatto pensare di essere già salvi. Il campionato si presenta ancora lunghissimo – ricorda Semeraro – Inoltre le squadre di bassa classifica si sono quasi tutte rinforzate in misura notevole, e non a caso oggi molte di loro hanno vinto. Si tratta di un insieme di fattori ci costringe a fare soltanto una cosa: lavorare con umiltà e concentrazione, per ritrovare quello spirito combattivo e coriaceo che a Busseto è mancato”.

Ora la Folgore dista sette punti dal secondo posto e nove dai play out: i rubieresi sono sempre quinti nella classifica del girone A di Eccellenza insieme al Rolo, con 27 punti all’attivo.

Si riprende a giocare il 6 gennaio: nell’occasione i nostri beniamini saranno di scena sul campo della Piccardo Traversetolo, che attualmente staziona al terzo posto.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...