Eccellenza, Folgore Rubiera alla ricerca di un immediato riscatto dopo l’amaro ko casalingo con il Colorno: domenica la squadra di Semeraro sarà di scena sul campo del coriaceo Felino. Il capitano biancorossoblù Omar Dallari: “Proveniamo da una sconfitta che non rispecchia quanto visto in campo, ma da parte nostra non c’è nessuna amarezza legata al 2° posto. Mancano quattro giornate al termine, e noi siamo sesti con 45 punti: è una situazione per cui a inizio stagione avremmo firmato al volo. Ora, non abbiamo affatto la volontà di tirare i remi in barca: con la salvezza in cassaforte, siamo nello stato d’animo ideale per migliorare ancora il nostro piazzamento. In terra parmense spero di essere della partita, anche perchè all’andata avevo segnato: tuttavia, devo fare i conti con un fastidioso dolore al polpaccio”. Sul suo futuro agonistico: “Pensavo di smettere a 40 anni, ma continuerò almeno fino a 42. Se la società lo vorrà, sarei felice di proseguire la mia esperienza rubierese”

DALLARI OMAR

Omar Dallari, centrocampista nonchè capitano della Folgore Rubiera

La Folgore Rubiera sta lavorando a pieno ritmo per smaltire rapidamente la delusione di domenica scorsa: il riferimento è ovviamente alla Prima squadra, che quattro giorni fa ha rimediato una beffarda sconfitta interna ad opera del Colorno. Come è noto i parmensi si sono imposti per 3-4, realizzando il gol-vittoria proprio a tempo scaduto: un ko che suscita più di qualche amarezza, specie considerando che i nostri beniamini erano riusciti a portarsi in vantaggio sul 2-0.
Ad ogni modo, ora non è certo il momento di perdere tempo con i rimpianti: all’orizzonte c’è infatti una nuova avversaria d’oltre Enza, e i biancorossoblù hanno tutta l’intenzione di trovare un immediato e tangibile riscatto. Domenica prossima, 7 aprile, la squadra di mister Semeraro sarà di scena al “Bonfanti” di Felino contro i rossoblù di casa: il duello sarà valevole per la 31esima giornata di Eccellenza, ovviamente girone A.

“Di certo, il ko contro il Colorno ci punisce in misura tanto eccessiva quanto ingiusta – evidenzia Omar Dallari, centrocampista e capitano della Folgore Rubiera – Purtroppo, però, anche la scorsa domenica sono emerse le nostre pecche per quanto riguarda la gestione del risultato. Come sapete, io non sono sceso in campo causa squalifica: ero comunque in tribuna, e ho seguito la partita nel minimo dettaglio. Dopo aver maturato il doppio vantaggio, la Folgore ha avuto una decina di minuti di sbandamento che alla fine sono costati davvero cari: non a caso, è proprio in quel lasso di tempo che i gialloverdi sono riusciti a portarsi sul 2-2. La nostra squadra si è rilassata un po’ troppo, subendo così due reti che sono risultate determinanti ai fini del punteggio finale”.

vacondio-daniele.jpg

Il difensore biancorossoblù Daniele Vacondio

A parziale consolazione, va detto che chi ha seguito la partita non si è affatto annoiato: nonostante il risultato sfavorevole, ancora una volta la Folgore ha dato prova di essere contraddistinta da un gioco vivace, costruttivo e divertente…
“Senza dubbio sì: sottolineerei anche la nostra capacità di reagire al meglio agli ostacoli, o più in generale agli avvenimenti sfavorevoli che si possono verificare nel corso di una partita. Non a caso, dopo il 2-2 Rinieri ha trovato immediatamente il punto del 3-2: a seguire, tutto si è deciso in base a singoli episodi. Sul finale siamo andati vicinissimi alla rete che molto probabilmente ci avrebbe dato la vittoria, tant’è vero che la platea rubierese aveva già iniziato a esultare: invece, ironia della sorte, è stato il Colorno a festeggiare i tre punti con una conclusione a ridosso del triplice fischio. Il quarto centro avversario è nato anche in seguito ad alcuni nostri errori, che tuttavia nel calcio possono sempre capitare. La beffa c’è stata, ma ora siamo già pronti per guardare avanti con la massima convinzione e senza farci influenzare dalle amarezze di domenica scorsa”.

bassoli-luca.jpg

Il centrocampista rubierese Luca Bassoli

In caso di vittoria, la Folgore sarebbe tornata in piena corsa per la seconda piazza: alla luce di questo aspetto, c’è amarezza all’interno dello spogliatoio?
“Di amarezze legate al secondo posto non ce ne sono affatto. A inizio stagione, noi avremmo firmato per avere 45 punti a quattro giornate dal termine: nel complesso ci siamo resi autori di un cammino senza dubbio di valore, e credo proprio che il nostro pubblico si sia sempre divertito al di là dei singoli risultati. Tuttavia, fino a tre giornate fa io continuavo a guardarmi dalle insidie della medio-bassa classifica: non si tratta affatto di scaramanzia, ma di un’approfondita conoscenza dei nostri umori. Quando abbiamo sentito addosso il timore di scivolare nella parte destra della graduatoria, fin qui siamo sempre riusciti a dare il meglio: sia in termini di gioco, sia sotto l’aspetto dei risultati. Viceversa, quando i numeri sembravano autorizzare qualche sogno di gloria, abbiamo in parte steccato in termini di concretezza e attenzione.

Credo quindi che sia meglio mantenere i piedi per terra, pure in vista di questo finale di campionato. Noi ci siamo prefissi il chiaro intento di restare concreti, tenaci e combattivi fino in fondo: di conseguenza, dal nostro punto di vista questo campionato ha ancora parecchio da dire”.

BLOTTA SIMONE

Il difensore Simone Blotta, al rientro

Contro il Felino, Simone Blotta rientrerà dalla squalifica: tuttavia mancherà Judmir Hoxha, fermato per un turno dal Giudice Sportivo. In settimana Alex Rinieri ha svolto un lavoro differenziato, ma nulla di grave: il problema era legato a un semplice affaticamento, e quindi in terra parmense lui sarà regolarmente a disposizione. Resta però il dubbio legato a Niccolò Vena, che nell’allenamento di ieri sera si è fermato a causa di un risentimento muscolare. Inoltre, come vanno le tue condizioni fisiche? Sappiamo che in questi giorni hai accusato dolori al polpaccio…
“E’ vero, infatti domenica scorsa non avrei comunque potuto giocare: in vista della trasferta che ci attende la situazione è tutta da vedere, perchè il polpaccio mi fa ancora male e quindi il problema non è ancora completamente risolto. Di certo ci terrei a essere della partita, anche perchè all’andata ho fornito una tra le mie migliori prestazioni stagionali: tra l’altro in quell’occasione ho anche segnato il gol del momentaneo vantaggio, prima del definitivo 1-1”.

II confronto di andata si è disputato lo scorso 25 novembre, e voi ne avrete comunque ricavato indicazioni utili in vista di domenica prossima…
“Affronteremo una squadra senza dubbio di talento, che gioca un pregevole tipo di calcio a tutto campo: inoltre loro non sono ancora sicurissimi della salvezza diretta, e quindi andranno alla convinta ricerca di punti utili per garantirsi la tranquillità. Si tratta inoltre di una formazione che può contare su consistenti doti per quanto riguarda l’attacco: basti pensare a elementi come Lancellotti ed Leandro Martinez, fin qui autori di 9 gol a testa in campionato”.

PAGLIA MATTIA

Mattia Paglia, difensore della Folgore

Dunque, dove sta la chiave di volta per battere il Felino?
“Quanto a noi, dovremo scendere in campo con un atteggiamento il più possibile sereno: ovviamente, sereno non significa certo distratto. Noi avremo il vantaggio di poter giocare a cuor leggero e senza assilli, animati dalla consapevolezza di avere già raggiunto gli obiettivi di base. Adesso c’è però la possibilità di avvicinarci al 5° o addirittura al 4° posto, ed è un traguardo che vorremmo provare a centrare per dare ulteriore valore al nostro percorso: siamo davvero nello stato d’animo ideale per provare a migliorare ancora il nostro piazzamento, e ciò rappresenta un aspetto che dovremo sfruttare in modo efficace.
Speriamo inoltre di trovare un terreno di gioco in buone condizioni, in modo da essere agevolati nell’esprimere il nostro tipo di manovra. Tuttavia, adesso è difficile trovare dei campi che siano perfetti: tra i pochissimi c’è il nostro e dobbiamo ringraziare chi se ne occupa, in primis l’infaticabile custode Paolo “Picio” Piccinini”.

durantini-lorenzo.jpg

L’attaccante Lorenzo Durantini

Come sarà il tuo futuro calcistico? A inizio campionato avevi dichiarato di voler smettere a 40 anni, e adesso ne hai 38…
“Nell’annata che si sta per chiudere avrei dovuto giocare soltanto una ventina di partite, ma alla fine le ho disputate quasi tutte: ne sono comunque felice, perchè il fisico ha risposto bene ancora una volta. Inoltre qui a Rubiera c’è un ambiente straordinario, e sono sempre contento di poter dare un contributo in prima persona durante gli appuntamenti agonistici. Adesso, sulla scorta di questa stagione che volge al termine, ho spostato un po’ in avanti le lancette del ritiro: direi di poter proseguire fino a 42 o 43 anni, e quindi continuerete a vedermi sui campi ancora per qualche tempo. Da parte mia c’è la piena disponibilità a proseguire il percorso in biancorossoblù: io ho un ottimo rapporto anche con i dirigenti della Folgore, e saranno proprio loro miei primi interlocutori in vista della prossima stagione. A livello più generale, credo che la squadra di quest’anno abbia gettato solide fondamenta per un interessante percorso di crescita. Ovviamente non entro nel merito dei piani per la stagione 2019/2020, che spettano solo e unicamente alla società: tuttavia, sul piano tecnico, credo proprio che con tre innesti mirati il nostro gruppo possa fare ancora meglio rispetto a ciò che si è costruito quest’anno”.

* * *

Le altre partite del 31esimo turno sono Colorno-Rolo, Fiorano-Bagnolese, Pallavicino-Castelvetro, Correggese-Agazzanese, Cittadella Vis San Paolo-Salsomaggiore, Piccardo Traversetolo-Formigine Rosselli Mutina, Nibbiano Valtidone-Solierese e San Michelese-Campagnola.
Classifica del campionato di Eccellenza – girone A: Correggese 74 punti; Rolo e Agazzanese 54; Bagnolese 51; Colorno 50; Folgore Rubiera e Piccardo Traversetolo 45; San Michelese 43; Castelvetro 42; Felino 41; Cittadella Vis San Paolo 39; Fiorano 36; Nibbiano Valtidone 34; Formigine Rosselli Mutina 29; Campagnola 27; Salsomaggiore 24; Solierese e Pallavicino 23.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...