Torneo Cavazzoli, la Folgore Juniores avanza ancora al termine di un’autentica battaglia: i biancorossoblù si impongono sul Vezzano dopo una maratona calcistica, conclusa solo ai calci di rigore. Mister Ognibene: “Sapevamo perfettamente che avremmo avuto vita difficile, ma anche questo successo può dirsi del tutto meritato. Abbiamo reagito al meglio a ogni difficoltà: sia dopo l’espulsione di Paglia, sia dopo aver subìto il gol del pareggio sul finire dei tempi regolamentari. Inoltre, l’inevitabile stanchezza non ci ha impedito di realizzare una perfetta sequenza di conclusioni dagli 11 metri”. Domani a Reggio il quarto di finale contro la sorprendente Castelnovese/Meletolese: “Un’ottima squadra, ma noi avremo molte carte valide da giocare. Il nostro organico è contraddistinto da forti potenzialità, e i ragazzi ne stanno prendendo sempre più coscienza”. Infermeria: da valutare D’Ambrosio e Porrini

VENA NICCOLO'

L’attaccante biancorossoblù Niccolò Vena

FOLGORE RUBIERA – VEZZANO 6-5 dopo i calci di rigore

(1-1 al termine del tempo supplementare)

RETI: autorete del Vezzano (F) e Tessitori (V). In seguito i rigori della Folgore sono stati trasformati da Alex Corradini, Matteo Piredda, Niccolò Vena, Andrea Di Mattia e Luca Bassoli.
FOLGORE RUBIERA: Burani, Blotta, Piredda, Bassoli, Paglia, D’Ambrosio (Di Mattia), Durantini (Melli), Ascari, Dosso, Vena, Porrini (Corradini). A disp.: Loschi, Serpetti, Bonini, Chiossi, Merendino, Corcione. Allenatore: Marco Ognibene.
VEZZANO: Girotti, Cattani (Tessitori), Giansoldati, Amoah, Bettuzzi (Martini), Costa, Rossi (Castagnoli), Morani (Prati), Bulgarelli, Piermattei, Valcavi (Fontanelli). A disp.: Montanari, Viani, Bimbi, Benevelli. Allenatore: Gilioli.
NOTE: ammoniti Fontanelli, Piredda e Dosso (F), Cattani, Piermattei, Giansoldati e Morani (V). Espulsi Paglia (F) e Tessitori (V).

CORRADINI

L’attaccante Alex Corradini Gobbi

E’ stata una battaglia lunga e decisamente complessa, ma alla fine la Folgore Rubiera Juniores è riuscito a ottenere l’obiettivo tanto sperato. Ieri sera, al “Comunale” di Quattro Castella, nostri beniamini hanno sconfitto ai rigori i pari età del Vezzano: in questo modo, i biancorossoblù sono riusciti a staccare il biglietto per i quarti di finale del 38° Torneo “Aldo Cavazzoli”. Ora la compagine di Marco Ognibene tornerà in campo già domani pomeriggio, sabato 1° giugno: la Folgore affronterà la Castelnovese/Meletolese, che sempre ieri si è imposta a sorpresa contro la Juniores nazionale della Correggese. Il duello si giocherà a Reggio, sul terreno del “Comunale” di via Campioli: fischio d’inizio fissato per le ore 17.

BASSOLI LUCA

Il centrocampista Luca Bassoli

Intanto, andando con ordine, il primo tempo del confronto con il Vezzano è stato contraddistinto da un sostanziale equilibrio tra le due contendenti. A inizio ripresa i rubieresi hanno dovuto fronteggiare l’espulsione di Paglia: tuttavia, pur essendo rimasti in 10, i biancorossoblù non si sono affatto persi d’animo. La Folgore ha continuato a macinare gioco, costruendo anche una consistente quantità di proiezioni offensive: per esempio basti pensare all’occasionissima di Luca Bassoli, che ha sfiorato il gol sferrando una conclusione a tu per tu con il portiere matildico. Il punto del vantaggio rubierese è comunque arrivato pochi minuti dopo, grazie a un’efficace iniziativa sviluppata da Niccolò Vena. Dopo essere entrato nell’area gialloblù, l’attaccante rubierese è stato contrastato da un avversario nel tentativo di tirare: la palla ha preso una traiettoria strana ma comunque efficace, terminando in fondo al sacco. Tecnicamente si tratta di un’autorete, ma Vena ha senz’altro forti meriti.

di mattia

Il difensore Andrea Di Mattia

Pur continuando a giocare in inferiorità numerica, la Folgore ha continuato a fornire una prova convincente e di apprezzabile spessore fino agli ultimi istanti dei tempi regolamentari: un compito non certo facile, specie considerando la grinta che il Vezzano ha saputo riporre in campo. Quando ormai il passaggio ai quarti di finale sembrava cosa fatta, Tessitori è stato capace di trovare la strada giusta per siglare l’1-1: il gol matildico è arrivato al 4′ di recupero, e così si è resa inevitabile la disputa dei 15′ supplementari. Una vera beffa per la Folgore, che però ha continuato a mantenere tenacia e concentrazione anche nelle fasi successive dell’incontro. Pur non riuscendo a trovare la via della rete, i rubieresi non si sono mai rinchiusi in fase difensiva: al contrario, i nostri beniamini hanno saputo costantemente mantenere il massimo equilibrio in campo. L’espulsione di Tessitori ha ristabilito la parità numerica nei minuti finali, poco prima dei calci di rigore che hanno deciso la contesa: a quel punto il Vezzano è incappato in un errore, mentre i biancorossoblù sono stati impeccabili piazzando 5 realizzazioni su altrettanti tiri dal dischetto.

Folgore Juniores - mister Ognibene

Al centro, mister Marco Ognibene al lavoro con la squadra

“Sapevamo benissimo che il nostro compito sarebbe stato tutt’altro che agevole, e il campo ha puntualmente confermato le previsioni che avevamo tracciato – commenta il trainer rubierese Marco Ognibene Innanzitutto, c’è stato l’ostacolo legato alle difficili condizioni del terreno: la superficie di gioco ci ha impedito di far valere in pieno le migliori doti tecniche che caratterizzano questa Folgore. La prima frazione di gioco è stata effettivamente equilibrata: poi è arrivata l’espulsione di Paglia che ha complicato in modo ulteriore i nostri piani, ma la squadra non ha affatto smarrito il proprio coraggio. Al contrario, i nostri ragazzi hanno reagito con grande efficacia: ciascun giocatore ha riposto in campo il massimo impegno per fronteggiare l’inferiorità numerica, e ciò ha permesso di rinnovare la nostra spinta motivazionale nel provare a vincere la partita”.

PIREDDA

Il difensore Matteo Piredda

Il tecnico biancorossoblù si sofferma anche sul pareggio del Vezzano, arrivato proprio a una manciata di istanti da quella che sarebbe stata la fine della partita: “In questi casi, spesso una squadra accusa il colpo e finisce per demotivarsi – rimarca Ognibene – Tuttavia, anche in questo frangente siamo stati capaci di esprimere un atteggiamento concreto e propositivo: il Vezzano non è mai riuscito a rinchiuderci nella nostra metà campo, nemmeno nel corso del tempo supplementare. Ai rigori i ragazzi erano ovviamente stanchissimi, ma sono comunque riusciti a mantenere la freddezza necessaria per costruire una perfetta sequenza di tiri dagli 11 metri: anche per questo, la vittoria conquistata a Quattro Castella può dirsi pienamente meritata. Peraltro – aggiunge il mister della Folgore Juniores – la sfida è stata contraddistinta anche da alcune decisioni arbitrali piuttosto discutibili: in particolare, soprattutto nei supplementari il direttore di gara ha permesso al Vezzano di sviluppare un gioco contraddistinto da molti interventi fallosi. Ad ogni modo, non è certo il tempo delle polemiche: da adesso in avanti siamo attesi da una serie di finali, e dunque ora dobbiamo concentrarci a fondo sulla Castelnovese/Meletolese”.

PORRINI ALESSANDRO

Il centrocampista Alessandro Porrini

Come detto, negli ottavi i prossimi avversari della Folgore Rubiera hanno estromesso la Correggese: in precedenza la formazione della Bassa è arrivata seconda nel girone D, sconfiggendo Daino Santa Croce e Castellarano per poi perdere soltanto con il Lentigione. “Visto che si torna in campo a distanza di tempo così ravvicinata, bisognerà innanzitutto recuperare la maggior quantità possibile di energie – evidenzia Marco Ognibene – A questo punto sono tutte gare secche a eliminazione diretta, e ne siamo ampiamente consapevoli: di conseguenza non temiamo alcun tipo di avversaria, perchè sappiamo bene di dover essere pronti a affrontare ogni tipo di ostacolo. La Castelnovese/Meletolese è sicuramente un’ottima squadra, e non a caso ha anche ottenuto la terza piazza nel suo girone di campionato: d’altro canto i nostri giocatori stanno prendendo sempre più coscienza delle proprie potenzialità, e quindi credo proprio che la Folgore abbia le carte in regola per giocarsi fino in fondo l’accesso alla semifinale. Si tratta di un obiettivo importantissimo, a cui ovviamente teniamo tanto”.

D'Ambrosio Mattia

Il difensore Mattia D’Ambrosio

“Per quanto riguarda il capitolo assenze, di certo saremo costretti a fare a meno dello squalificato Paglia – aggiunge il timoniere biancorossoblù – Sono inoltre da valutare le condizioni di altri due giocatori, usciti malconci dal confronto con il Vezzano. Per l’esattezza, Mattia D’Ambrosio ha accusato un’indisposizione sul finire del primo tempo: poi Alessandro Porrini è stato interessato da fastidiosi crampi, e purtroppo ha dovuto abbandonare la partita durante la ripresa”.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...