Juniores, Il Torneo Cavazzoli resta stregato: il Bibbiano San Polo si impone nella finalissima del “Mirabello” per il secondo anno consecutivo, peraltro con lo stesso risultato di 12 mesi fa. Ieri non è bastata la doppietta del fantasista rubierese Alessandro Porrini, che ha anche ricevuto un premio individuale: la formazione della Val d’Enza ha prevalso 2-3. Il tecnico biancorossoblù Marco Ognibene: “Abbiamo sfiorato quella che sarebbe stata una vera impresa, contro un’avversaria decisamente di qualità. Un vero peccato perchè avremmo meritato di imporci, considerando anche l’ottimo cammino svolto durante il Torneo: in ogni caso quest’anno i ragazzi sono ulteriormente maturati, e sono convinto che molti di loro potranno essere un buon investimento per la Folgore del futuro”

PORRINI ALESSANDRO

Alessandro Porrini, autore di 2 gol

FOLGORE RUBIERA – BIBBIANO SAN POLO

2 – 3

RETI: 17’pt Porrini (F), 6’st Cilloni (B), 9’st rig. Porrini (F), 16’st e 46’st Cilloni (B).

FOLGORE RUBIERA: Burani, Vena, Blotta, Paglia, Piredda (dal 19’st Di Mattia), Ascari, Chiossi (dal 34’st Merendino), Bassoli, Porrini, Dosso (dal 16’st Corradini Gobbi), Durantini (dal 22’st Parenti). A disp.: Loschi, Serpetti, D’Ambrosio, Melli, Bonini. Allenatore: Marco Ognibene.

BIBBIANO SAN POLO: Rizzo, Fema (dal 21’st Venturi), Fioroni, Borghi, Renzi, Barry, Trombi, Colombini, Ametta; Neri, Cilloni. A disp.: Spaggiari, Vescovini, Grasselli, Venturi, Guidelli, Truzzi, Bellocchi, Chierici, Kondakciu. Allenatore: Delrio.

ARBITRO: Pedrini (assistenti Zanre e Caggiano).

NOTE: ammoniti Vena e Di Mattia (F). Prima dell’inizio della gara, è stato osservato un minuto di raccoglimento in memoria di Francesco Rossi e Matteo Paolini.

DOSSO KADER

L’attaccante rubierese Kader Dosso

L’operazione rivincita è purtroppo fallita: ancora una volta la Folgore Rubiera Juniores ha concluso il Torneo “Cavazzoli” tra gli applausi, ma senza conquistare l’ambito titolo. Per il secondo anno consecutivo, i biancorossoblù hanno pagato dazio contro i pari età del Bibbiano San Polo: ironia della sorte, la formazione della Val d’Enza ha anche prevalso con lo stesso punteggio di 12 mesi fa. Anche nel 2018, infatti, la finalissima terminò sul 3-2: l’unica differenza è data dallo svolgimento del tempo supplementare, che stavolta non si è disputato.

Parlando dunque nel dettaglio della gara di ieri, ovviamente la sfida è stata seguita dal pubblico delle grandi occasioni: una numerosa cornice di spettatori ha raggiunto lo stadio “Mirabello” di Reggio, sede dell’atto conclusivo. Nonostante il risultato finale, sulle prime la sfida sembra mettersi davvero bene per i nostri beniamini: al 17′ Alessandro Porrini firma infatti il vantaggio rubierese, con un’indovinata conclusione che spedisce la palla in rete appena sotto la traversa. Cinque minuti dopo, la formazione allenata da Ognibene va addirittura vicina al raddoppio: nella circostanza Ascari serve bene Kader Dosso, e quest’ultimo lascia partire un colpo di tacco che manda la sfera appena fuori a fil di palo.

PIREDDA

Il difensore rubierese Matteo Piredda

Si va quindi a riposo con i biancorossoblù in vantaggio, ma nelle fasi iniziali della ripresa il Bibbiano San Polo trova la strada giusta per il pari: l’autore dell’1-1 è lo scatenato Nicolò Cilloni, che realizza di sinistro. Burani riesce a toccare la sfera, ma il pallone termina comunque in fondo al sacco. Pur ferita, la Folgore Rubiera non ha certo l’intenzione di arrendersi: non a caso, i nostri beniamini tornano avanti soltanto tre minuti più tardi. Al 9′, Fioroni interviene su Porrini in piena area: l’arbitro non incontra esitazioni nell’assegnare un nettissimo rigore a favore dei biancorossoblù, e dagli 11 metri lo stesso Alessandro Porrini si rivela impeccabile. Al 14′, Bibbiano San Polo di nuovo pericoloso: Neri colpisce di testa sfruttando l’abile suggerimento di Cilloni, ma la sfera finisce di poco alta sulla traversa. Al 15′ Ascari si rende poi autore di una pregevole azione personale, che termina con un tiro centrale: tuttavia il tentativo si rivela meno riuscito del previsto, e Rizzo non ha problemi. Al 16′, è invece il Bibbiano San Polo a individuare ancora una volta la via del gol: l’autore del nuovo pareggio è il “solito” Cilloni, che supera Burani con un astuto pallonetto. Al 20′ ancora Cilloni lascia partire una ficcante conclusione a giro, che però esce non di molto fuori.

VENA NICCOLO'

L’attaccante Niccolò Vena

Quando ormai la sfida sembra incanalata verso un tempo supplementare che sembra inevitabile, il Bibbiano San Polo centra il gol-vittoria con un’azione che ha davvero dell’impensabile. Sugli sviluppi di un calcio d’angolo a favore della Folgore, l’ex di turno Rizzo si impossessa del pallone innescando sùbito il contropiede: a quel punto Cilloni si invola a sorpresa verso la porta biancorossoblù, per poi siglare il definitivo 2-3 a tu per tu con Burani. Per la compagine della Val d’Enza è dunque grande festa, mentre la Folgore si congeda con l’amaro in bocca: tuttavia i rubieresi possono parzialmente consolarsi con il riconoscimento individuale attribuito ad Alessandro Porrini, premiato dagli organizzatori della Falkgalileo come miglior giocatore del Torneo.

marco-ognibene

Mister Marco Ognibene

“I ragazzi hanno davvero sfiorato un’autentica impresa – commenta Marco Ognibene, trainer della Folgore Rubiera Juniores – Un vero peccato: avremmo meritato di aggiudicarci il “Cavazzoli”, specie considerando l’ottimo cammino che siamo stati capaci di compiere da un mese a questa parte. Al tempo stesso, devo rivolgere agli avversari delle congratulazioni che non sono affatto di circostanza: il Bibbiano San Polo può contare su giocatori di notevole spessore, su tutti Nicolò Cilloni che ha deciso l’incontro. A proposito di Cilloni, sapevamo bene che lui sarebbe stato il pericolo principale per la nostra porta: nella prima frazione di gioco siamo riusciti a limitarlo, ma in seguito è stato molto più difficile. Il gol subìto all’ultimo istante è stato davvero una beffa – prosegue il trainer biancorossoblù – In ogni caso, anche se purtroppo il risultato non ci ha sorriso, siamo comunque felici di aver chiuso l’annata in una cornice così prestigiosa: ci siamo fatti valere in una finale importantissima, all’interno di uno stadio in cui sono state scritte pagine indimenticabili nella storia del calcio italiano”. 

Folgore Juniores - mister Ognibene

Ognibene al lavoro con la squadra

Visto che per la Folgore Juniores si è trattato dell’ultimo impegno stagionale, Ognibene procede a formulare gli immancabili ringraziamenti: “Un sincero grazie va a tutti i giocatori della nostra Juniores, protagonisti di un lungo percorso che ha avuto inizio nell’agosto scorso. Per quanto riguarda il “Cavazzoli”, la mia e nostra gratitudine va inoltre agli innesti che sono arrivati dalla Prima squadra: gli elementi provenienti dalla Folgore di Eccellenza si sono messi a disposizione in modo fattivo, diventando dei veri punti di riferimento per i ragazzi più giovani. Un grazie pure al ds uscente Alessandro Melli, che durante l’annata 2018/2019 lavorato tantissimo e senza sosta a beneficio della Folgore Juniores: tutto ciò senza dimenticare il sempre attento staff societario, e chiaramente il pubblico che ci ha seguiti in modo costante. Per quanto riguarda il futuro, i ragazzi che ho allenato quest’anno sono migliorati parecchio – sottolinea il mister – Quest’organico annovera molti giovani talenti di sicuro interesse, su cui la Folgore potrà investire già nell’immediato avvenire”.

PARENTI

Il centrocampista Giacomo Parenti

“Se mi si permette la battuta, per noi il Torneo Cavazzoli è come la Champions League per la Juventus – evidenzia Fabrizio Tagliavini, direttore sportivo della Folgore Rubiera – Arriviamo spesso in finale, ma non riusciamo mai a vincere. Tuttavia, nonostante l’inevitabile delusione per il risultato di ieri, dobbiamo comunque congratularci con squadra e staff tecnico: anche se non siamo riusciti a ottenere il risultato sperato, i ragazzi hanno ugualmente saputo disputare un Cavazzoli davvero di elevato livello. Il nostro obiettivo primario era quello di far vivere ai nostri giocatori una positiva e intensa esperienza calcistica: un traguardo pienamente centrato”.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...