Juniores, mister Roberto Cavalletti racconta il suo ritorno alla Folgore Rubiera San Fao: “Sono davvero felice di riprendere il discorso che ho portato avanti tra il 2015 e il 2017. L’organico sta nascendo sotto ottimi auspici, anche grazie al lavoro del nuovo ds Ippolito: ci stiamo dirigendo verso la costruzione di una rosa non così folta, ma composta da ragazzi che abbiano veramente la ferma volontà di impegnarsi in modo costante”. Sugli obiettivi: “Ovviamente si punta sempre a un campionato ricco di successi, ma senza perdere di vista le esigenze della Prima squadra. Se la formazione di Eccellenza dovesse averne bisogno, noi dovremo sempre essere pronti ad aiutarla fornendo giocatori di qualità”

cavalletti roberto 4

Mister Roberto Cavalletti

Oltre al lavoro che riguarda la costruzione della Prima squadra, la Folgore Rubiera San Fao è impegnata anche nel definire la compagine che affronterà il prossimo campionato Juniores regionale: come è noto, quest’ultima formazione sarà guidata da un mister che ritorna in biancorossoblù dopo due stagioni di assenza. Si tratta di Roberto Cavalletti, che peraltro proviene da un’annata davvero positiva: lui ha infatti portato i Giovanissimi dell’Us Rubierese a conquistare il titolo provinciale Figc di categoria, vinto una quindicina di giorni fa nella finalissima di Puianello contro lo Sporting Chiozza.

“Resto sinceramente grato alla Rubierese, ma ora sono davvero felice di poter riprendere il discorso con la Folgore Juniores – spiega il trainer – Peraltro si tratta di una squadra che ho già allenato negli anni scorsi, ottenendo risultati che a mio parere sono stati davvero positivi. Conosco bene l’elevata cultura calcistica che caratterizza la dirigenza biancorossoblù, e allo stesso modo apprezzo molto il suo modo di operare: anche per questo, ho sùbito accettato con grande entusiasmo la nuova proposta calcistica che la Folgore mi ha presentato. Ovviamente, nulla è semplice quando si vuole fare le cose per bene: d’altro canto, ritengo davvero che qui ci sia terreno fertile per costruire una Juniores vincente e convincente”.

Juniores 2015/2016

Stagione 2015/2016: foto di gruppo per la Folgore Rubiera che conquistò l’alloro di vicecampione regionale

Intanto, Cavalletti, facciamo un passo indietro nel tempo. Tu hai allenato la Folgore Juniores dal settembre 2015 fino alla primavera 2017. Che ricordo hai di quel periodo?

“Il primo anno è stato davvero fantastico: non a caso siamo arrivati a sfiorare il titolo emiliano-romagnolo, perso soltanto nel rocambolesco atto conclusivo contro i bolognesi del Progresso Castelmaggiore. Tuttavia, nonostante l’amarezza per il mancato 1° posto, resta comunque l’immensa soddisfazione per avere svolto un cammino di primissimo livello: abbiamo saputo coniugare bel gioco e risultati, lanciando anche un buon numero di giovani nell’universo del calcio dilettantistico. L’annata successiva è stata meno brillante dal punto di vista del rendimento: fino a dicembre eravamo in vetta alla graduatoria, poi svariati problemi legati alle assenze ci hanno portati a un calo. D’altro canto, siamo comunque riusciti ad attestarci su un tranquillo centroclassifica: inoltre da quella Juniores 2016/2017 sono usciti dei talenti come Jacopo Burani e Luca Bassoli, che ora sono stabilmente inseriti in Prima squadra”.

ippolito andrea

Andrea Ippolito, nuovo direttore sportivo della Folgore Rubiera San Fao Juniores

E adesso, che cosa dobbiamo aspettarci dalla Folgore Rubiera San Fao che disputerà il prossimo campionato regionale? Quali sono gli obiettivi a cui si potrà ragionevolmente puntare?

“Io non credo affatto a chi spiattella proclami ai primi di luglio: siamo ancora in piena fase di costruzione della rosa, e lo stesso vale anche per le nostre prossime rivali. Di conseguenza, ora è impossibile formulare degli esatti pronostici in merito alla classifica: il campionato Juniores regionale si presenta per sua natura ancora più imprevedibile rispetto all’Eccellenza, e dunque sarebbe del tutto fuori luogo se ci mettessimo a delineare degli obiettivi così precisi. D’altro canto, di certo possiamo dire quale direzione stiamo prendendo per arrivare a comporre l’organico: siamo all’opera per individuare un gruppo di 2001 e 2002 non così folto, ma ricco di buona volontà e soprattutto affidabile. Ritengo infatti che il segreto per fare bene non sia nell’avere un gruppo così ricco di giocatori: 30 elementi sono probabilmente troppi, ne bastano 20 ma che siano davvero seri”.

Che cosa intendi nello specifico per “serietà”?

“Mi sto riferendo a un ben preciso insieme di atteggiamenti quotidiani, che inevitabilmente influenzano anche il rendimento durante la partita: servono ragazzi che siano disposti a impegnarsi massicciamente lungo tutto l’anno, garantendo una costante e volenterosa presenza a ogni allenamento. Come sapete, il periodo che segue le Feste natalizie è sempre il più delicato per le squadre Juniores: e lì che si verifica il maggior numero di defezioni, e si tratta di abbandoni che spesso finiscono per indebolire notevolmente le squadre interessate. Tutto questo qui a Rubiera non deve succedere”.

dir-fausto-strozzi

Fausto Strozzi, dirigente responsabile e accompagnatore della Juniores biancorossoblù

La squadra comprenderà anche qualche classe 2000?

“Non è affatto da escludere: possiamo schierare tre giocatori nati nel 2000 come fuori quota, e si tratta di un’opportunità che stiamo ampiamente considerando. Come sempre accade prima di iniziare un cammino agonistico, la speranza è ovviamente quella di costruire un cammino ricco di successi: un percorso che dovrà derivare da un gioco ben organizzato, e dall’elevata fibra caratteriale che la nuova Folgore Juniores dovrà avere. Inoltre, non dimentichiamo ovviamente uno tra gli scopi primari: noi abbiamo il preciso compito di essere una vera e propria fucina di talenti per la Prima squadra. Se la formazione di Eccellenza ne avesse bisogno, noi dovremo sempre essere pronti a fornire giocatori di qualità. 

Ad ogni modo, lo ripeto: la Folgore Rubiera San Fao versione Juniores nascerà con prospettive molto incoraggianti, e anche il nuovo ds Andrea Ippolito sta compiendo un lavoro molto accurato per arrivare a effettuare scelte efficaci”. 

Le prime ufficializzazioni in merito ai giocatori arriveranno nei prossimi giorni. Intanto, ricordiamo lo staff che seguirà nel dettaglio la Juniores biancorossoblù: oltre a mister Cavalletti e al ds Ippolito ci sarà anche Fausto Strozzi, nel ruolo di dirigente responsabile e accompagnatore.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...