Folgore Rubiera San Fao, Asd San Faustino e Atletico Bilbagno hanno inaugurato in grande stile il nuovo accordo di collaborazione a livello giovanile. Andrea Baccarani: “L’ingresso di figure del calibro di Torroni e Fantuzzi dà ulteriore slancio alla programmazione che abbiamo stilato. Inoltre i tesserati potranno contare su un pulmino navetta”. Barbara Serravalle: “Questa collaborazione ci permette di costruire una più ampia offerta, schierando almeno una squadra in ogni categoria”. Tony Miosi: “Sugli obiettivi da raggiungere, c’è fin da adesso una piena comunanza di intenti. Si punta non soltanto alla crescita tecnica, ma anche allo sviluppo morale e caratteriale di bambini e ragazzi”. Laura Monzani: “Crediamo che il calcio non sia solo uno sport, ma anche un vero fenomeno sociale con una grande valenza formativa”. Fabrizio Tagliavini: “Stasera si avvera quello che era un mio autentico sogno. Questo nuovo settore giovanile può benissimo arrivare a 500 tesserati”. Alessandro Semeraro: “La presenza della Folgore in Eccellenza è un valore aggiunto per tutto lo sport reggiano, e questo accordo nell’ambito del vivaio va ulteriormente nella giusta direzione”

San Fao - da sx Baccarani, Monzani, Serravalle etc

Un’immagine emblematica di ieri sera: da sinistra Andrea Baccarani, Laura Monzani, Barbara Serravalle, Mauro Cavazzoli, Tony Miosi e Fabrizio Tagliavini

Ieri sera, a San Faustino, si è scritta una vera e propria pagina di storia nell’ambito del calcio dilettantistico reggiano: la sede del club blugranata ha infatti ospitato la presentazione ufficiale della nuova collaborazione tra Folgore Rubiera San Fao, Atletico Bilbagno e appunto San Faustino. Un accordo di cui si è parlato molto nelle scorse settimane, e che ora ha preso ufficialmente il via sotto i migliori auspici: grande e motivato l’entusiasmo, unanimemente condiviso dal numeroso pubblico presente.

Ad aprire la serata è stata la raffinatezza verbale di Laura Monzani, componente del nuovo ufficio di segreteria che sarà unico per tutte e tre le società: la responsabile di tale settore sarà Barbara Serravalle, e ne farà parte anche Daniela Baccarani. “Dopo alcuni “abboccamenti” avvenuti negli anni scorsi – ha detto la Monzani – le società di San Faustino e Atletico Bilbagno hanno finalmente deciso di unire le proprie forze nella gestione della Scuola Calcio e di tutta l’attività inerente il Settore giovanile. E’ una collaborazione che inizierà a partire dalla prossima annata calcistica: registi indiscussi di questa operazione sono stati alcuni dirigenti della Folgore, che spinti da una grande passione calcistica hanno promosso quest’idea con slancio e concretezza”.

San Fao - locandina“Nasce pertanto una sinergia assoluta tra San Faustino, Atletico Bilbagno e appunto Folgore, che non a caso è stata appena rinominata Folgore Rubiera San Fao – ha proseguito Laura Monzani – Una sinergia tra società indipendenti che non è certo casuale, perchè i tre club si pongono l’obiettivo di promuovere e sostenere l’mportanza sociale dello sport come momento di aggregazione e relazione: il calcio deve rappresentare un’opportunità di relazione, solidarietà e superamento dell’individualismo. Quindi non solo uno sport, ma anche un fenomeno sociale che ha valenza culturale, territoriale e formativa”.

San Fao - folto pubblico presente

Il folto pubblico presente ieri sera

A seguire la parola è passata ad Andrea Baccarani: senza dubbio un personaggio-chiave all’interno di questo accordo. Lui riveste infatti il ruolo di responsabile generale organizzativo dell’intera attività giovanile. “Gli obiettivi sono ben chiari, e insieme faremo di tutto per raggiungerli brillantemente – ha affermato Baccarani – Ci avvarremo dei nostri splendidi impianti di Bagno e San Faustino: i nostri tecnici, preparatori atletici e professionisti di motoria seguiranno nel dettaglio il lavoro dei “giovani calciatori”, curandone sia gli aspetti tecnici sia quelli di carattere formativo. Siamo inoltre all’avanguardia sotto l’aspetto della gestione degli impianti: Fabio, Umberto, Giuliano e Paolo si occuperanno degli impianti di San Faustino, mentre Stefano Secondo e Alberto Iotti si occuperanno del terreno di Villa Bagno. Più in generale, questa neonata collaborazione tra Folgore, Bagno e San Faustino sarà portata avanti nei minimi dettagli: come sempre daremo il massimo di noi stessi, non solo da un punto di vista strettamente legato ai punteggi. Il compito che ci prefiggiamo – ha ribadito Baccarani – deve essere quello di trasmettere i valori fondamentali dello sport: lealtà, rispetto degli avversari e rispetto dell’arbitro, ma anche accettazione del risultato, coraggio, spirito di sacrificio e disponibilità nei confronti degli altri”.

Torroni Pierantonio

Pierantonio Torroni

Baccarani ha poi illustrato la tipologia delle varie attività che saranno proposte: “Innanzitutto, la Scuola calcio sarà rivolta a bambini e bambine che vanno dai 5 ai 12 anni di età. Il Settore giovanile agonistico sarà invece composto da ragazzi e ragazze, che parteciperanno sia ai campionati Figc sia a quelli Uisp. Un’ulteriore novità, di basilare importanza, sarà poi la presenza di due figure totalmente nuove per il nostro contesto calcistico: Pierantonio Torroni sarà il responsabile tecnico dell’intero movimento giovanile, mentre Mattia Fantuzzi avrà il compito di responsabile dell’attività motoria all’interno della Scuola Calcio. Presenze di alta professionalità, che forniranno un qualificato e gratificante contributo a tutto lo staff: l’ingresso di Torroni e Fantuzzi testionia in pieno la nostra volontà di fornire un servizio sempre più completo e competente a bambini, ragazzi e famiglie. In più potremo continuare a contare su punti di riferimento ormai consolidati qui a San Faustino, come ad esempio Andrea Prati”. 

Andrea Baccarani ha quindi terminato illustrando una consistente innovazione dal punto di vista logistico: “Si tratta di un pulmino navetta, che collegherà gli impianti di San Faustino e Bagno facendo tappa pure a Rubiera. Un mezzo che sarà a disposizione di tutti i tesserati che vorranno usufruirne: un nostro incaricato si prenderà cura dei ragazzi, organizzandone il trasporto in tempo utile per raggiungere il campo di allenamento e tornare a casa. Un investimento di primaria importana, che andrà a completare la gamma di servizi messi a disposizione delle famiglie”.

San Fao - Giuseppe Chiossi

Giuseppe Chiossi, che allenerà il San Faustino di Terza Categoria

Immancabile l’intervento di Barbara Serravalle, l’attivissima presidente di Asd San Faustino: “Con questo nuovo accordo giovanile, la nostra società fa un deciso e consistente passo avanti verso un futuro di grande solidità ed efficacia. In particolare, l’accordo con Atletico Bilbagno e Folgore Rubiera San Fao va davvero nella giusta direzione: è infatti una collaborazione che ci permette di migliorare ulteriormente la nostra offerta, all’insegna di una più ampia dimensione territoriale. Non a caso, nella prossima stagione agonistica schiereremo almeno una squadra in ciascuna categoria giovanile: sia nell’agonistica, sia nella Scuola Calcio”. Il tutto senza tralasciare la Prima squadra: “Nella prossima stagione – ha annunciato la Serravalle – Il San Faustino ripartirà dalla Terza Categoria con una squadra ricca di giovani: l’allenatore sarà Giuseppe Chiossi”. 

“L’Atletico Bilbagno ha aderito con notevole slancio – ha confermato Antonino “Tony” Miosi, presidente del sodalizio biancorosso – Peraltro noi nutriamo da sempre una grande riconoscenza nei confronti della Folgore, che a suo tempo ci ha aiutati in modo rilevante a iniziare l’attività. Inoltre, già in passato si era fatto qualche discorso con il San Faustino: ora finalmente siamo arrivati a concretizzare questo accordo, e la nostra comune matrice parrocchiale ci autorizza a nutrire ottime e ragionevoli speranze. Noi daremo tutto il contributo possibile, sia in termini di fibra motivazionale sia in termini di competenze. In più – ha proseguito Miosi – anche noi schiereremo una compagine nell’ambito degli adulti: è quella di calcetto femminile, che disputerà il campionato Csi”.

San Fao - da sx Tagliavini, Valentini etc

Da sinistra Fabrizio Tagliavini, Nicola Valentini, Alessandro Semeraro, Gabriele Iotti, Andrea Ferrari, Andrea Ippolito

La parola è quindi passata a Fabrizio Tagliavini: il ds della Folgore Rubiera San Fao ha espresso tutto il proprio compiacimento per la nascita di questo accordo a tre. “Stasera si realizza quello che era un mio vero sogno – ha detto il direttore sportivo biancorossoblù – E’ un’operazione a cui pensavo da tempo, e ora abbiamo gettato solide basi per consolidare sempre di più questa collaborazione in ottica futura. Il parternariato con San Faustino e Bilbagno si inserisce bene in quello spirito di unità territoriale che la Folgore deve necessariamente perseguire: a livello numerico, credo proprio che si possa mirare a raggiungere i 500 tesserati”. Tagliavini ha quindi presentato lo staff tecnico che gestirà la squadra di Eccellenza: mister Alessandro Semeraro, il viceallenatore Nicola Valentini, il preparatore dei portieri Andrea Ferrari, il preparatore atletico Gabriele Iotti, il team manager Alessandro Mattioli e il collaboratore della gestione sportiva Andrea Ippolito. Presenti anche Sasà Greco e Omar Dallari, in rappresentanza dell’organico della Prima squadra: c’erano inoltre Roberto Cavalletti, nuovo allenatore della Juniores regionale, e Fausto Strozzi, dirigente responsabile e accompagnatore di tale formazione.

San Fao - da sx Mattioli, Dallari, Greco etc

Da sinistra Alessandro Mattioli, Omar Dallari, Sasà Greco, Fausto Strozzi e Roberto Cavalletti

Dell’intervento di Mauro Cavazzoli, presidente della Folgore Rubiera San Fao, riferiamo approfonditamente a parte: comunque sia il massimo dirigente biancorossoblù ha manifestato l’intenzione di puntare alla D nell’arco di tre anni, individuando in Alessandro Semeraro la persona giusta per guidare questa programmazione di ampio raggio. “Non mi era mai capitato di ricevere fiducia per un periodo di tempo così lungo – ha commentato il riconfermato mister – Ne sono davvero onorato, ma non è il mio unico motivo di soddisfazione. Stando alle chiacchiere circolate la scorsa primavera, sembrava che la Folgore dovesse sparire dalla mappa del calcio: invece siamo di nuovo qui, ancora più vivaci e tenaci di prima. Credo che la presenza della Folgore Rubiera San Fao a livelli così alti sia un vero valore aggiunto non solo per il suo territorio di riferimento, ma pure per il calcio dilettantistico reggiano in generale. Inoltre, l’accordo giovanile con San Faustino e Bilbagno è un’idea vincente: non solo per le tre società coinvolte, ma pure per tutti i bambini e ragazzi che ne faranno parte”. 

Un apprezzato rinfresco ha concluso la serata nel migliore dei modi: a breve sarà reso noto l’organigramma completo di Settore giovanile e Scuola calcio, con l’elenco completo dei tecnici che guideranno le rispettive squadre.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...