Eccellenza, Francesco Tognetti sta per iniziare la sua sesta stagione consecutiva nelle file biancorossoblù: “La Folgore Rubiera San Fao ha tutte le caratteristiche necessarie per puntare alla serie D in tre anni, proprio come dichiarato dal nuovo presidente Cavazzoli. Intanto, però, il nostro compito come squadra è quello di concentrarsi solo ed esclusivamente sul campionato 2019/2020: l’atteggiamento che ci animerà sarà lo stesso della scorsa stagione, con pochi fronzoli verbali e grande concentrazione nel lavoro quotidiano”. Sulla composizione dell’organico: “La dirigenza ha compiuto un ottimo lavoro, e il grande ritorno di Sasà Greco ne è una tra le testimonianze più limpide. Ancora una volta punteremo a esprimere un gioco divertente da vedere, senza rinunciare a una forte dose di efficienza: il tutto per provare ad attestarci nella parte sinistra della graduatoria”

TOGNETTI Francesco

Francesco Tognetti, difensore della Folgore Rubiera San Fao

Francesco Tognetti è sicuramente tra i “senatori” della Folgore Rubiera San Fao: lui si appresta infatti a iniziare la settima stagione consecutiva nelle file biancorossoblù, e l’entusiasmo è ancora quello del primo giorno. “Sono arrivato nell’estate 2014 – ricorda l’esperto difensore classe ’89 – Da lì in avanti è iniziato un percorso speciale e di grande valore, non solo per me personalmente ma anche e soprattutto per gli obiettivi raggiunti dalla squadra. Di certo non sono mancati i momenti difficili, come è naturale che sia in ogni traiettoria sportiva: d’altro canto la Folgore ha sempre saputo raggiungere i propri obiettivi basilari, e sono davvero felice di aver dato un mio contributo in tal senso. Tra le maggiori soddisfazioni c’è senza dubbio l’ottimo 4° posto in Eccellenza centrato nell’annata 2015/2016, proprio sotto la guida di mister Semeraro. Tutto questo senza dimenticare altri avvenimenti di spicco – rimarca Tognetti – Nel 2016/2017 siamo stati capaci di sfiorare la serie D disputando i play off, mentre nella stagione successiva abbiamo trionfato nella fase regionale di Coppa Italia: un’affermazione che ci permise di accedere al tabellone nazionale, affrontando una compagine decisamente blasonata come il Grosseto”.

tognetti in azione

Tognetti in azione

Fin qui per quanto riguarda il passato: si tratta tuttavia di semplici accenni, perchè adesso la mente di Tognetti è ampiamente proiettata sulle attività future. “Di certo, abbiamo validi motivi per partire con un consistente slancio motivazionale. Intanto, credo che vada sottolineata l’opera di riassetto che la società ha compiuto al suo interno: ritengo che la dirigenza abbia saputo riorganizzare le proprie forze in modo efficace, e si tratta di una mossa che dà ancora più vitalità all’intero ambiente biancorossoblù. Inoltre, credo che vada sottolineata la nuova collaborazione in ambito giovanile tra Folgore Rubiera San Fao, San Faustino e Atletico Bilbagno: si tratta di un grande passo avanti, che porterà ad avere un vivaio ampio e sempre più legato al territorio di riferimento. Come è noto, investire sui giovani costituisce sempre una politica convincente: di certo, il nuovo Settore giovanile allargato potrà fornire dei validi rinforzi alla Prima squadra nel corso delle prossime stagioni”. 

greco-per-sito

Salvatore “Sasà” Greco in piena azione

Per quanto riguarda più nello specifico il campionato di Eccellenza 2019/2020, quali sono le tue impressioni in merito alla nuova Folgore Rubiera San Fao?

“Ripartiamo con la stessa grinta e con la medesima volontà di emergere che ci ha contraddistinti anche nella passata stagione. Lo scorso anno abbiamo costantemente tenuto un atteggiamento che alla fine ci ha premiati: pochi fronzoli verbali, pochi proclami, ma molta umiltà e grande concentrazione nel lavoro quotidiano. Lo spirito che ci animerà sarà proprio lo stesso, e la riconferma di mister Semeraro rappresenta una ulteriore garanzia in tal senso. Per quanto riguarda la costruzione dell’organico, la dirigenza ha svolto un lavoro davvero encomiabile: oltre ad aver piazzato parecchie riconferme di rilievo, sono arrivati dei nuovi acquisti che si coniugano al meglio con la filosofia di cui parlavo prima. Mi sia inoltre concessa una nota particolare sul ritorno di Sasà Greco: lui rappresenta una vera istituzione per il calcio rubierese, e tutti noi siamo davvero felici di ritrovarlo dopo un anno di assenza dalla Folgore. La sua presenza è di certo un motivo in più per vivere una stagione all’insegna dell’ottimismo”.

San Fao - da sx Tagliavini, Valentini etc

Da sinistra il ds biancorossoblù Fabrizio Tagliavini, il viceallenatore Nicola Valentini, mister Alessandro Semeraro, il preparatore atletico Gabriele Iotti, il preparatore dei portieri Andrea Ferrari e il collaboratore della gestione sportiva Andrea Ippolito

Che cosa intendi nella fattispecie per “ottimismo”? In termini di classifica, quali potranno essere i vostri ragionevoli obiettivi?

“I pronostici precampionato richiedono grande cautela: anche se può sembrare un’espressione già sentita, non si tratta affatto di una frase preconfezionata. Siamo attesi da un percorso che si preannuncia davvero complesso: l’Eccellenza è sempre una categoria che richiede grande impegno, e il campionato 2019/2020 ha le carte in regola per essere uno tra i più intensi dell’ultimo decennio. Per capirlo, basta osservare le squadre che fin da adesso possono puntare al primo posto: sicuramente il Rolo e la Piccardo Traversetolo, ma io aggiungerei pure un’arrembante neopromossa come il Borgo San Donnino. Inoltre, tra le avversarie più temibili c’è senza dubbio il Nibbiano: i valtidonesi inseguono la serie D già da qualche anno, e si tratta di un traguardo che prima o poi arriveranno a raggiungere.

Cavazzoli Mauro 3

Mauro Cavazzoli, presidente della Folgore Rubiera San Fao

All’interno di questo difficile panorama, la Folgore Rubiera San Fao ha comunque i mezzi per creare grattacapi a qualsiasi avversaria. Peraltro noi possiamo anche contare su molti giovani di valore, e noi giocatori più esperti avremo pure il compito di agevolare il loro percorso di crescita: un percorso che ovviamente porterà giovamento all’intera squadra”.

Mauro Cavazzoli, il nuovo presidente biancorossoblù, ha apertamente dichiarato di puntare a salire in D nel giro di tre anni…

“Le ambizioni fanno sempre bene: osservando le strutture, la compagine societaria, l’assetto organizzativo e il bacino di utenza, credo proprio che non si tratti affatto di un obiettivo campato in aria. Ritengo che la Folgore abbia le carte in regola per immaginare un orizzonte in serie D a medio termine: centrare tale traguardo sarebbe davvero un’impresa gratificante, e ovviamente sarei felicissimo di vivere questo percorso in prima persona. Tra l’altro, sono davvero contento anche per mister Alessandro Semeraro: come è noto la società lo ha già riconfermato per il prossimo triennio, e si tratta di un rilevante riconoscimento che rappresenta un giusto premio alle sue doti di allenatore. Intanto, però, il nostro compito come squadra sta nel dedicare la massima attenzione a una stagione per volta: per adesso pensiamo quindi al 2019/2020. L’obiettivo di base in vista della prossima annata sta nel fornire un gioco divertente da vedere, che tuttavia sia anche contraddistinto da una buona dose di efficienza: se andrà così, credo proprio che potremo attestarci quantomeno nella parte sinistra della graduatoria”.

Cavallini in azione

Il portiere Riccardo Cavallini, tra i volti nuovi della Folgore 2019/2020

I calendari non sono ancora stati compilati, ma tu hai preferenze in merito? Vorresti affrontare sùbito le maggiori potenze del campionato, oppure preferiresti incontrarle dopo?

“Devo dire che non mi dispiacerebbe affatto un avvio impegnativo, che ci porti a sfidare sùbito le squadre più accreditate in ottica 1° o 2° posto: sarebbe un ottimo modo per entrare immediatamente a pieno contatto con il clima campionato, e per testare fin da sùbito il reale potenziale tecnico-agonistico che ci caratterizza. Tra le sfide più attese e complesse, va indicato pure il derby con l’Arcetana: anche se i biancoverdi puntano a una semplice salvezza, stiamo pur sempre parlando di una sfida di grandi tradizioni che torna dopo ben 5 anni di assenza. Sono certo che le partite contro i nostri “cugini” saranno particolarmente attese, perchè avranno un significato davvero speciale: ad Arceto giocano infatti elementi come Pè, Castrianni e Luca Ferrari, che nel recente passato sono stati protagonisti con la maglia della Folgore”. 

DALLARI OMAR

Il centrocampista Omar Dallari, “senatore” rubierese proprio come Tognetti

A livello personale, come va? Sei in forma, o nelle prossime settimane dovrai smaltire qualche problema fisico?

“A luglio, è pressochè naturale non essere ancora al meglio della forma: ad ogni modo non devo fronteggiare infortuni, e penso che sarò al 100% già a partire dai primi giorni dopo il raduno del 16 agosto. Tra l’altro in questo periodo sto partecipando agli allenamenti pre-raduno: i prossimi saranno nelle serate di domani, mercoledì 31, e giovedì 1° agosto. Si tratta di un’iniziativa davvero utile e indovinata, che non a caso qui a Rubiera è ormai diventata una vera e propria costante di ogni estate: peraltro la squadra vi sta partecipando in maniera massiccia e convinta, e ciò la dice lunga sulla vitalità che si è già venuta a creare all’interno del nostro gruppo”. 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...