Settore giovanile, il punto del dirigente Andrea Prati: “L’accordo tra Folgore Rubiera, San Faustino e Atletico Bilbagno ci permetterà di migliorare ulteriormente il livello della formazione che potremo fornire ai ragazzi. Ovviamente più siamo e meglio è, ma la quantità di iscritti non rappresenta un assillo: ciò che conta sta nella qualità del lavoro che proporremo, e sono certo che le esperienze di ciascun club saranno molto utili per svolgere un’attività efficace in ogni ambito”. Su Torroni: “Pur essendo abituato al calcio degli adulti, lui si è messo sùbito a nostra disposizione nel ruolo di responsabile tecnico generale del nuovo vivaio allargato. Entusiasmo e competenze non gli mancano affatto”. A giorni sarà ufficializzato l’elenco delle squadre che affronteranno la prossima stagione

Andrea Prati, direttore generale del San Faustino

Andrea Prati, dg del San Faustino e storico bomber della Folgore Bagno

Come ampiamente annunciato nei giorni scorsi, la Folgore Rubiera si appresta a iniziare una nuova era per quanto riguarda il settore giovanile: nella prossima stagione il club biancorossoblù sarà infatti coinvolto anche a livello di vivaio, mediante un accordo tra società indipendenti che coinvolge anche San Faustino e Atletico Bilbagno.

Alcune ulteriori anticipazioni ci vengono fornite da Andrea Prati, direttore generale del San Faustino ed ex attaccante di prim’ordine: tutti ricordano la sua lunga permanenza nella vecchia Folgore Bagno, durante la quale lui ha messo a segno addirittura un centinaio di gol. “Qui a San Faustino, tutti noi stiamo cominciando questo nuovo percorso con una forte dose di ragionevole fiducia – esordisce Prati – Folgore e Bilbagno sono contraddistinte dal nostro stesso stato d’animo, e dunque si tratta di un cammino che va a iniziare con premesse davvero incoraggianti. Senza dubbio, è un’operazione tesa a migliorare e ottimizzare sempre più il livello della formazione che possiamo fornire ai ragazzi. Più nello specifico, la collaborazione fra i nostri tre sodalizi darà luogo a un settore giovanile davvero speciale: da ora in avanti potremo promuovere con ulteriore forza e convinzione un solido universo di valori umani, coniugandoli sempre con la crescita tecnica e sportiva di ogni singolo giocatore”. 

Continua a leggere

Annunci

Andrea Ippolito entra nello staff della Folgore Rubiera: “Oltre a essere direttore sportivo della Juniores, rivestirò l’incarico di collaboratore della gestione sportiva per quanto riguarda l’organico di Eccellenza”. E sempre a proposito degli Juniores, Fabrizio Tagliavini annuncia un grande ritorno in panchina: “La squadra sarà nuovamente allenata da Roberto Cavalletti, mentre Fausto Strozzi tornerà ad avere il ruolo di dirigente responsabile”

ippolito andrea

Andrea Ippolito

Altre novità per quanto riguarda la Folgore Rubiera: da oggi lo staff biancorossoblù può contare su una nuova figura di riferimento. Si tratta di Andrea Ippolito, nome ben noto a chi segue il calcio dilettantistico: dal 2014 al 2017 lui è stato il ds della Vignolese, e negli ultimi due anni ha rivestito lo stesso incarico nei ranghi della Solierese. “Io sono di Rubiera, e quindi la Folgore rappresenta una soluzione molto comoda dal punto di vista logistico – commenta Ippolito – Tuttavia, come è facile intuire, le ragioni che mi hanno portato a iniziare questa nuova esperienza sono anche e soprattutto ben altre. Stiamo infatti parlando di un club che si sta dando un indirizzo chiaro e convincente, sia a livello di Prima squadra sia per ciò che riguarda la compagine Juniores: in buona sostanza la Folgore sta scrivendo una nuova pagina della proprio percorso, e io sono onorato di farne parte. Qui c’è tutto quel che serve per fare calcio ad alti livelli – prosegue Andrea Ippolito – Mi riferisco alla competenza delle persone, ma anche all’elevata qualità dell’impiantistica di cui questo club può disporre: ringrazio tutto lo staff societario, per la grande fiducia che mi è stata concessa. Al tempo stesso, un grazie va anche a Vignolese e Solierese: negli ultimi cinque anni, ho potuto accrescere in misura visibile e ulteriore il mio bagaglio di cultura calcistica”.

Continua a leggere

Folgore Rubiera, San Faustino e Atletico Bilbagno sottoscrivono un accordo tra società indipendenti, per la gestione comune di Settore giovanile e Scuola Calcio. Il responsabile tecnico generale sarà Pierantonio Torroni, che in passato ha allenato la Folgore Bagno

Torroni Pierantonio

Pierantonio Torroni

La novità che era stata ventilata nelle ultime settimane è diventata ufficiale. Folgore Rubiera, Asd San Faustino e Atletico Bilbagno hanno sottoscritto un accordo tra società indipendenti, che riguarda la comune gestione delle attività riguardanti il Settore giovanile e la Scuola Calcio. I dettagli organizzativi dell’operazione verranno resi noti nei prossimi giorni: intanto, la collaborazione fra i tre club dà origine a un vivaio che al momento può contare su ben 250 giocatori tesserati.

Nella prossima stagione agonistica, la formazione che affronterà il campionato Juniores regionale Figc sarà ancora targata Folgore Rubiera. Per quanto riguarda invece le altre categorie, alcune squadre gareggeranno sotto le insegne dell’Asd San Faustino: altre invece avranno il marchio dell’Atletico Bilbagno.

Ad ogni modo, l’insieme delle attività sarà gestito congiuntamente dai tre sodalizi: non a caso c’è già un responsabile tecnico generale, che si occuperà di seguire e coordinare nel dettaglio il lavoro di tutte le formazioni. La figura in questione è un nome decisamente noto al pubblico calcistico del nostro territorio: si tratta di Pierantonio Torroni, che senza dubbio può garantire l’esperienza e le competenze che servono per portare avanti questo nuovo percorso. Da giocatore, Torroni ha indossato le maglie di Forlimpopoli, Modena, Perugia, Spezia, Massese, Mantova e Sassuolo: tra l’altro con il Modena ha vinto la Coppa Anglo-Italiana e un campionato di serie C1. A seguire, lui si è reso artefice di un’apprezzata carriera da allenatore: tra le squadre che ha guidato figurano Correggese, Scandianese, Arcetana e soprattutto la vecchia Folgore Bagno.

Juniores, Il Torneo Cavazzoli resta stregato: il Bibbiano San Polo si impone nella finalissima del “Mirabello” per il secondo anno consecutivo, peraltro con lo stesso risultato di 12 mesi fa. Ieri non è bastata la doppietta del fantasista rubierese Alessandro Porrini, che ha anche ricevuto un premio individuale: la formazione della Val d’Enza ha prevalso 2-3. Il tecnico biancorossoblù Marco Ognibene: “Abbiamo sfiorato quella che sarebbe stata una vera impresa, contro un’avversaria decisamente di qualità. Un vero peccato perchè avremmo meritato di imporci, considerando anche l’ottimo cammino svolto durante il Torneo: in ogni caso quest’anno i ragazzi sono ulteriormente maturati, e sono convinto che molti di loro potranno essere un buon investimento per la Folgore del futuro”

PORRINI ALESSANDRO

Alessandro Porrini, autore di 2 gol

FOLGORE RUBIERA – BIBBIANO SAN POLO

2 – 3

RETI: 17’pt Porrini (F), 6’st Cilloni (B), 9’st rig. Porrini (F), 16’st e 46’st Cilloni (B).

FOLGORE RUBIERA: Burani, Vena, Blotta, Paglia, Piredda (dal 19’st Di Mattia), Ascari, Chiossi (dal 34’st Merendino), Bassoli, Porrini, Dosso (dal 16’st Corradini Gobbi), Durantini (dal 22’st Parenti). A disp.: Loschi, Serpetti, D’Ambrosio, Melli, Bonini. Allenatore: Marco Ognibene.

BIBBIANO SAN POLO: Rizzo, Fema (dal 21’st Venturi), Fioroni, Borghi, Renzi, Barry, Trombi, Colombini, Ametta; Neri, Cilloni. A disp.: Spaggiari, Vescovini, Grasselli, Venturi, Guidelli, Truzzi, Bellocchi, Chierici, Kondakciu. Allenatore: Delrio.

ARBITRO: Pedrini (assistenti Zanre e Caggiano).

NOTE: ammoniti Vena e Di Mattia (F). Prima dell’inizio della gara, è stato osservato un minuto di raccoglimento in memoria di Francesco Rossi e Matteo Paolini.

Continua a leggere

Francesco Rossi e Matteo Paolini perdono la vita in seguito al tragico incidente di Cervia: il cordoglio della Folgore Rubiera

nastro neroQuesta notte, in seguito a un tragico incidente stradale, hanno perso la vita due giocatori decisamente conosciuti e stimati nell’universo del calcio reggiano: a Cervia, sulla statale Adriatica, sono scomparsi Francesco Rossi e il 30enne Matteo Paolini. Rossi, nato nel 1993, è stato tra i protagonisti dell’ultimo campionato di Prima Categoria nelle file della Vianese: Paolini si preparava invece a scendere in campo nel Torneo della Montagna 2019, competizione in cui avrebbe vestito la maglia della Borzanese. L’Asd Folgore Rubiera esprime le più sincere condoglianze ai familiari di entrambi i ragazzi, e alle società direttamente interessate da questo straziante lutto.

Rivogliamo inoltre il nostro migliore “in bocca al lupo” a Daniele Tagliani, rimasto seriamente coinvolto dallo schianto avvenuto a Cervia. Il 28enne attaccante della Vianese, ex Arcetana e Scandianese, è attualmente ricoverato in gravi condizioni all’ospedale Bufalini di Cesena: coraggio Daniele, tutti noi facciamo il tifo per Te!

Torneo Cavazzoli, la Folgore Juniores va a caccia della rivincita: domani pomeriggio al “Mirabello” la finalissima con il Bibbiano San Polo, che un anno fa si aggiudicò il titolo sconfiggendo proprio i rubieresi nell’ultimo atto. Il centrocampista biancorossoblù Davide Chiossi: “Proveniamo da settimane molto intense, ma abbiamo gestito bene le nostre energie. Di conseguenza saremo molto competitivi, sia sul piano fisico sia per quanto riguarda la mentalità. Durante questa competizione siamo stati capaci di sviluppare un gioco armonico, nel vero senso del termine: ciascun elemento in campo ha un ruolo di primo piano nella costruzione della manovra, e si tratta di una dote che cercheremo di far valere anche stavolta”

Folgore Juniores Cavazzoli

La Folgore Rubiera Juniores che sta giungendo all’epilogo del 38° Torneo Cavazzoli

Il 38° Torneo Juniores “Aldo Cavazzoli” propone la stessa finale che ha contraddistinto l’edizione di 12 mesi fa: ancora una volta, le protagoniste dell’atto conclusivo saranno Folgore Rubiera e Bibbiano San Polo. I nostri beniamini hanno quindi l’opportunità di prendersi la rivincita: lo scorso anno, infatti, la formazione della Val d’Enza si impose mettendo a segno il gol decisivo durante il tempo supplementare. L’attesissimo appuntamento è fissato per domani pomeriggio 8 giugno, a partire dalle ore 17.30: la sfida si giocherà ovviamente allo stadio “Mirabello” di Reggio, lo storico impianto che abitualmente ospita l’epilogo del “Cavazzoli”.

Entrambe le contendenti hanno portato avanti un percorso caratterizzato da sole vittorie. La compagine di mister Marco Ognibene ha superato a pieni voti il girone preliminare, riportando un tris di successi: 1-3 sul campo dello Sporting Cavriago, 2-1 al “Valeriani” contro la Virtus Libertas e 3-0 nell’altro duello casalingo con la Fidentina. A seguire, sono arrivati due successi ai rigori: 6-5 negli ottavi al cospetto del Vezzano, 5-4 nei quarti contro la rivelazione Castelnovese/Meletolese. Tutto questo fino ad arrivare alla semifinale, che si è disptuata martedì sera al “Torelli” di Scandiano: i biancorossoblù hanno avuto la meglio nel sempre prestigioso derby contro l’Arcetana, in una gara che si è chiusa sul punteggio di 3-1.

Davide Chiossi

Il centrocampista biancorossoblù Davide Chiossi

Per quanto riguarda invece i prossimi avversari, nella prima fase il Bibbiano San Polo ha avuto la meglio su Sporting Club Sant’Ilario (6-0), Masone (2-0) e Vezzano (3-2). Negli ottavi è quindi giunto il successo per 1-0 sulla Falkgalileo, mentre nei quarti la formazione della Val D’Enza ha prevalso ai rigori sulla fuoriserie Colorno (6-5). In questo caso, la semifinale si è disputata mercoledì sera in via Campioli a Reggio: nell’occasione, il Bibbiano San Polo ha sconfitto la Bagnolese con il risultato di 2-1.

“Di certo il cammino che abbiamo portato avanti è stato particolarmente intenso – osserva Davide Chiossi, centrocampista della Folgore Rubiera Juniores – Ad ogni modo, posso garantire che domani ci presenteremo in campo con un’elevata quantità di energie a nostra disposizione: nel corso delle settimane siamo stati capaci di gestire le forze in modo efficace, e si tratta di un aspetto che ci permetterà di essere quanto mai competitivi in questa sfida di così grande prestigio. Inoltre, non abbiamo affatto paura dei “fantasmi” legati all’edizione 2018: al contrario, il fatto di confrontarci ancora una volta con il Bibbiano San Polo rappresenta un ulteriore e prezioso incentivo a fare bene. Come sapete, tanti miei compagni di squadra hanno vissuto in prima persona la finale dello scorso anno: chi ha subìto sul campo quella sconfitta può quindi contare su una sana e fortissima volontà di rivincita. Si tratta di uno stato d’animo che sta coinvolgendo l’intero organico, anche chi come me non ha vissuto in prima persona l’ultimo atto di 12 mesi fa”.

Continua a leggere

Torneo Cavazzoli, la Folgore Juniores è in finale per il secondo anno di fila: l’affermazione nel derby contro l’Arcetana permette ai biancorossoblù di accedere all’atto conclusivo. Mister Ognibene: “Un successo di grande rilievo, ottenuto contro un’avversaria coriacea e di livello elevato. Anche stavolta i nostri ragazzi hanno dato prova di avere grande maturità, sia tecnica sia caratteriale: non ci siamo mai persi d’animo, nemmeno dopo aver subìto il gol del momentaneo pari. Si tratta di una vittoria che ci dà un’ulteriore e preziosa spinta in vista dell’appuntamento di sabato al Mirabello: in questi giorni ci prepareremo in modo minuzioso, ma cercheremo anche di recuperare le tante energie spese nelle ultime settimane”. Stasera il nome dell’altra finalista: Bibbiano San Polo o Bagnolese

corradini gobbi 2

Alex Corradini Gobbi, attaccante della Folgore Rubiera Juniores

FOLGORE RUBIERA – ARCETANA

3 – 1

RETI: per la Folgore Rubiera Alex Corradini Gobbi e doppietta di Kader Dosso. Per l’Arcetana, gol di Cominci.
FOLGORE RUBIERA: Burani, Blotta, Melli (Merendino), Bassoli, Paglia, D’Ambrosio (Durantini), Vena, Chiossi (Parenti), Dosso, Corradini Gobbi, Porrini (Di Mattia). A disp.: Loschi, Serpetti, Piredda, Romoli, Bonini. Allenatore: Marco Ognibene.
ARCETANA: Cortenova, Riccò, Branca, Tavaglione, Rebecchi, Pacella, Tirelli (Travagliati), Cavanna, Trotta, Di Luca, Cominci. A disp.: Romagnani, Salvatore, Concini, Baroni, Prandi, Buontempi, Maltempo, Prodi. Allenatore: Ettore Becchi.
ARBITRO: Giovanni (assistenti Nasi e Poli).

NOTE: ammoniti Blotta, Vena, Durantini e Di Mattia (F), Riccò e Di Luca (A). Espulsi Tavaglione e Rebecchi (A).

Continua a leggere

Torneo Cavazzoli, Folgore Rubiera Juniores in campo domani a Scandiano per la semifinale: in agenda c’è il gran derby con l’Arcetana. Il difensore biancorossoblù Samuele Serpetti: “Stiamo andando oltre le migliori aspettative, e ora possiamo puntare con rinnovata convinzione a centrare quel 1° posto che lo scorso anno ci è sfuggito davvero per un soffio. Adesso inizia a farsi largo un po’ di stanchezza, come è normale che sia dopo una stagione così intensa: d’altro canto, mister Ognibene sa impostare un lavoro di grande efficacia anche per quanto riguarda il recupero delle energie”. Sui biancoverdi: “I nostri prossimi avversari possono contare su una buona prestanza fisica e su una fase di centrocampo particolarmente efficiente. Sfida complessa, ma l’affronteremo facendo valere le migliori doti che ci caratterizzano”

SERPETTI

Samuele Serpetti, difensore della Folgore Rubiera

Tempo di semifinali al 38° Torneo “Aldo Cavazzoli”: la Folgore Rubiera Juniores ha l’opportunità di disputare la finalissima per il secondo anno consecutivo, ma prima bisognerà superare un ostacolo che si preannuncia tutt’altro che semplice. Domani sera 4 giugno, a partire dalle ore 21, i biancorossoblù saranno di scena al “Torelli” di Scandiano nel gran derby contro l’Arcetana: si tratta della semifinale, che ovviamente si giocherà con la consueta formula della gara secca a eliminazione diretta. In caso di parità al termine degli 80 minuti regolamentari, si procederà allo svolgimento di un tempo supplementare della durata di un quarto d’ora: se l’equilibrio nel punteggio dovesse persistere, spazio ancora una volta ai calci di rigore. Considerando il recente cammino delle due contendenti, l’espressione “ancora una volta” risulta decisamente appropriata: sia la Folgore sia l’Arcetana provengono infatti da due affermazioni maturate in seguito ai tiri dagli 11 metri. Nella fattispecie i nostri beniamini hanno superato il Vezzano negli ottavi e la Castelnovese/Meletolese nei quarti, mentre i biancoverdi sono riusciti ad avere la meglio su Atletico Montagna (ottavi) e San Michelese (quarti).

“Fin dall’inizio del 38° Cavazzoli, sapevamo di avere a disposizione una serie di potenzialità più che egregie – osserva il difensore rubierese Samuele Serpetti D’altro canto si tratta di un torneo in cui i pronostici hanno un valore davvero relativo, addirittura inferiore rispetto al solito: dunque, non era affatto scontato che noi riuscissimo ad arrivare così lontano. Prendendo in esame il modo in cui abbiamo raggiunto la semifinale, credo che questa Folgore stia andando ben oltre le più rosee aspettative: d’altro canto, come è ovvio che sia, ora non ci sentiamo affatto con la pancia piena”.

“Io sono tra i giocatori che hanno fatto parte della Folgore Juniores che ha partecipato al Cavazzoli 2018 – rimarca Serpetti – Quella sconfitta in finale contro il Bibbiano San Polo brucia ancora, e adesso ciascuno di noi può contare su una dose di motivazioni davvero elevata: siamo intenzionati, anzi intenzionatissimi a centrare quel trofeo che lo scorso anno ci è sfuggito davvero per un soffio. Chiaramente, la semifinale contro l’Arcetana rappresenta un passaggio di basilare importanza in tal senso”.

Continua a leggere