Eccellenza, un ritorno super lusso. Dopo una stagione nelle file del Campagnola, Sasà Greco vestirà di nuovo la maglia biancorossoblù: “Per me è davvero come tornare a casa. Qui a Rubiera ritrovo tantissimi amici, e anche per questo sono felice di poter dare nuovamente man forte a questa realtà calcistica. Provengo da un’annata difficile sotto l’aspetto dei risultati, e dunque sono fermamente intenzionato a voltare pagina”. Inoltre, le buone notizie per la Prima squadra non sono finite: i difensori Stefano Ficarelli e Daniele Vacondio restano alla Folgore, così come il preparatore atletico Gabriele Iotti

GRECO Salvatore

Salvatore “Sasà” Greco, di nuovo a Rubiera dopo un anno di assenza

Periodo molto vivace per la Folgore Rubiera: oltre alla Juniores attualmente impegnata nel Torneo Cavazzoli, la società sta lavorando a pieno ritmo per costruire la squadra che affronterà il prossimo campionato di Eccellenza. A tal proposito, ieri sono state ufficializzate tre importantissime riconferme: mister Alessandro Semeraro, il suo vice Nicola Valentini e il team manager Alessandro Mattioli.

Adesso arrivano ulteriori novità, che non sono affatto di poco conto. Nell’ambito dei giocatori, il primo rinforzo è rappresentato da un attaccante che costituisce un vero e proprio simbolo per il nostro club: stiamo parlando di Salvatore “Sasà” Greco, che fa ritorno alla Folgore dopo un anno trascorso lontano dalle rive del Secchia. Il bomber nativo di Cariati è un nome ben noto al pubblico rubierese, ma non solo: nel suo lungo percorso calcistico, “Sasà” ha avuto modo di ricevere meritati applausi con tante altre casacche. Nel corso degli anni, il goleador classe 1980 ha vestito le maglie di Rossanese, Corigliano, Castel San Pietro Terme, Pavullese, Atletic Pico e Formigine: l’elenco comprende anche Dorando Pietri Carpi, Bagnolese e Rolo. Tutto ciò fino ad arrivare al suo primo approdo a Rubiera, datato 2014: Greco è rimasto alla Folgore per un totale di quattro annate tutte in Eccellenza, e durante la sua permanenza in biancorossoblù ha messo a segno una settantina di reti. Lo scorso anno Sasà ha disputato ancora una volta l’Eccellenza, con la casacca del Campagnola: un’annata intensa ma purtroppo amara a livello di squadra, conclusa con la retrocessione dei rosanero in seguito ai play out.

Continua a leggere

Annunci

Eccellenza, il girone A giunge all’ultimo atto: la Folgore saluta il pubblico rubierese ospitando il Pallavicino

RINIERI ALEX

Alex Rinieri, attuale capocannoniere della Folgore Rubiera con 14 reti

Il girone A di Eccellenza sta per giungere al proprio epilogo: la giornata conclusiva è infatti prevista per dopodomani, domenica 5 maggio. Per la Folgore Rubiera di mister Semeraro si profila dunque l’ultimo impegno ufficiale della stagione: a partire dalle ore 16.30, i biancorossoblù saranno di scena allo stadio Valeriani per ospitare i parmensi del Pallavicino.

Dal punto di vista sostanziale, soltanto gli ospiti hanno ancora un preciso obiettivo da raggiungere: i verdiani devono infatti vincere, per provare ad agganciare in extremis la zona play out evitando così la retrocessione diretta. Discorso ben differente per i nostri beniamini, che sono già sicuri del proprio piazzamento finale: qualsiasi sarà il risultato della sfida di domenica, la Folgore terminerà il campionato con un 6° posto senza dubbio di spessore.

judmir-hoxha

Judmir Hoxha, che quest’anno ha raggiunto le 13 realizzazioni in campionato

Ad ogni modo, come annunciato più volte anche dall’allenatore, i padroni di casa non saranno affatto in vena di sconti: il chiaro obiettivo è infatti quello di onorare fino in fondo la stagione. Una vittoria sarebbe il modo migliore per ringraziare il pubblico rubierese, che anche quest’anno ha seguito la squadra con simpatia e attenzione: i giocatori biancorossoblù lo sanno bene, e dunque sono pronti a dare il massimo per inseguire con fermezza i tre punti. Peraltro, fin da inizio annata la Folgore si sta distinguendo anche per il proprio atteggiamento tenace e combattivo: doti che i rubieresi hanno manifestato anche in queste ultime settimane di campionato, cogliendo pure alcune vittorie di assoluto spessore. Dopodomani Semeraro potrà contare su un organico quasi al completo: l’unico assente sarà Stefano Ficarelli, indisponibile causa squalifica.

L’arbitro di Folgore Rubiera-Pallavicino sarà il sig. Simone Baiocchi, del Comitato di Rimini: assistenti i sigg. Onofrio Robello di Piacenza e Rodolfo Zambelli di Finale Emilia.

Continua a leggere

Eccellenza, calci di fine stagione per la Folgore Rubiera: domenica la trasferta contro la San Michelese. Il difensore biancorossoblù Simone Blotta: “Stiamo continuando a svolgere tre allenamenti a settimana, e ciò la dice lunga sull’atteggiamento che ci caratterizza in questo scorcio conclusivo dell’annata. Anche se abbiamo perso per strada qualche punto prezioso, il nostro percorso in campionato può già definirsi ampiamente positivo: ora proveremo fino in fondo a migliorare il piazzamento di classifica, perchè ciascuno di noi ci tiene moltissimo. In terra sassolese prevedo una partita di grande intensità: noi dovremo fare attenzione al loro gioco brillante e molto ordinato, senza dimenticare che anche il sintetico potrebbe portarci qualche insidia”. Sul futuro: “Se ce ne fosse la possibilità, sarei davvero lieto di proseguire la mia lunga esperienza rubierese”

blotta milos

Da sinistra, il difensore Simone Blotta e il fantasista Milos Malivojevic (foto pubblicata sul profilo Facebook di Blotta)

Calci di fine stagione per la Folgore Rubiera: dopo la pausa pasquale, domenica il campionato di Eccellenza riprenderà il proprio cammino con la disputa della penultima giornata. Come è noto, i nostri beniamini non hanno più degli specifici obiettivi di classifica: il 2° posto non è più raggiungibile, e nel contempo i biancorossoblù hanno messo la salvezza in cassaforte già da parecchio tempo. Ad ogni modo, la formazione di Alessandro Semeraro non ha affatto l’intenzione di mollare la presa: l’obiettivo preciso della Folgore è quello di puntare addirittura al 3° posto in classifica. All’orizzonte c’è la trasferta sul sintetico “Zanti” di San Michele dei Mucchietti: di fronte ci saranno ovviamente i padroni di casa della San Michelese, in un duello che avrà inizio alle ore 15,30. I biancoverdi d’oltre Secchia stazionano a quota 44 in classifica, e non hanno più problemi in ottica salvezza.

“Non pensiamo affatto a concederci delle vacanze anticipate, e nelle ultime gare lo abbiamo ampiamente dimostrato – evidenzia il difensore rubierese Simone Blotta – Come lo stesso mister Semeraro ha ribadito più volte, questa Folgore continuerà a macinare gioco e possibilmente vittorie fino all’ultimo istante della stagione. Ciascuno di noi ha la ferma intenzione di fare il meglio possibile fino all’ultimo, per una questione di gratificazione personale ma non solo. La realtà calcistica rubierese merita davvero tutto il nostro impegno: mi riferisco al pubblico, agli sponsor e alla compagine societaria, che anche in questa stagione ha compiuto grandi sforzi per vivere una stagione di alto livello. Dunque, noi non molleremo la presa: i panni della squadra-materasso non ci appartengono affatto, e continueremo a darne prova pure nelle prossime due sfide”. 

Continua a leggere

Eccellenza, Folgore Rubiera alla ricerca di un immediato riscatto dopo l’amaro ko casalingo con il Colorno: domenica la squadra di Semeraro sarà di scena sul campo del coriaceo Felino. Il capitano biancorossoblù Omar Dallari: “Proveniamo da una sconfitta che non rispecchia quanto visto in campo, ma da parte nostra non c’è nessuna amarezza legata al 2° posto. Mancano quattro giornate al termine, e noi siamo sesti con 45 punti: è una situazione per cui a inizio stagione avremmo firmato al volo. Ora, non abbiamo affatto la volontà di tirare i remi in barca: con la salvezza in cassaforte, siamo nello stato d’animo ideale per migliorare ancora il nostro piazzamento. In terra parmense spero di essere della partita, anche perchè all’andata avevo segnato: tuttavia, devo fare i conti con un fastidioso dolore al polpaccio”. Sul suo futuro agonistico: “Pensavo di smettere a 40 anni, ma continuerò almeno fino a 42. Se la società lo vorrà, sarei felice di proseguire la mia esperienza rubierese”

DALLARI OMAR

Omar Dallari, centrocampista nonchè capitano della Folgore Rubiera

La Folgore Rubiera sta lavorando a pieno ritmo per smaltire rapidamente la delusione di domenica scorsa: il riferimento è ovviamente alla Prima squadra, che quattro giorni fa ha rimediato una beffarda sconfitta interna ad opera del Colorno. Come è noto i parmensi si sono imposti per 3-4, realizzando il gol-vittoria proprio a tempo scaduto: un ko che suscita più di qualche amarezza, specie considerando che i nostri beniamini erano riusciti a portarsi in vantaggio sul 2-0.
Ad ogni modo, ora non è certo il momento di perdere tempo con i rimpianti: all’orizzonte c’è infatti una nuova avversaria d’oltre Enza, e i biancorossoblù hanno tutta l’intenzione di trovare un immediato e tangibile riscatto. Domenica prossima, 7 aprile, la squadra di mister Semeraro sarà di scena al “Bonfanti” di Felino contro i rossoblù di casa: il duello sarà valevole per la 31esima giornata di Eccellenza, ovviamente girone A.

“Di certo, il ko contro il Colorno ci punisce in misura tanto eccessiva quanto ingiusta – evidenzia Omar Dallari, centrocampista e capitano della Folgore Rubiera – Purtroppo, però, anche la scorsa domenica sono emerse le nostre pecche per quanto riguarda la gestione del risultato. Come sapete, io non sono sceso in campo causa squalifica: ero comunque in tribuna, e ho seguito la partita nel minimo dettaglio. Dopo aver maturato il doppio vantaggio, la Folgore ha avuto una decina di minuti di sbandamento che alla fine sono costati davvero cari: non a caso, è proprio in quel lasso di tempo che i gialloverdi sono riusciti a portarsi sul 2-2. La nostra squadra si è rilassata un po’ troppo, subendo così due reti che sono risultate determinanti ai fini del punteggio finale”.

Continua a leggere

Eccellenza, domenica la Folgore è attesa sul campo della Solierese: il chiaro obiettivo dei biancorossoblù è quello di piazzare il terzo acuto vincente di fila. L’attaccante rubierese Marko Malivojevic: “Affronteremo un’avversaria che avrà ancora più energie rispetto al solito, ma noi saremo motivatissimi proprio come loro. Con una vittoria, arriveremmo infatti a conquistare la salvezza in modo praticamente definitivo. Comunque sia noi resteremo combattivi fino all’ultimo istante del campionato: siamo un gruppo di valore, e proprio per questo puntiamo a un piazzamento di classifica che rispecchi bene il nostro potenziale medio-alto”. Sul rendimento individuale: “I gol che ho siglato nelle ultime due gare sono la ciliegina sulla torta di una stagione positiva. Io però non mi riposo mai sugli allori, e da qui a maggio spero proprio di segnare ancora”

malivojevic marko 2

L’attaccante biancorossoblù Marko Malivojevic

Le due vittorie consecutive maturate la scorsa settimana, contro Campagnola e Castelvetro, autorizzano la Folgore Rubiera a guardare con assoluta fiducia al prosieguo della stagione: domenica la squadra di Eccellenza sarà tuttavia impegnata in una trasferta che non si preannuncia affatto agevole, specie considerando l’assoluta sete di punti che animerà i padroni di casa. Domenica pomeriggio, dalle ore 14.30, la formazione di mister Semeraro sarà di scena allo “Stefanini” di Soliera: di fronte ci sarà ovviamente la Solierese, che nel confronto di andata disputato al “Valeriani” ha perso soltanto di stretta misura (1-0 il 28 ottobre scorso).

“Il nostro mese di febbraio era iniziato con due pareggi casalinghi dal sapore più amaro che dolce – evidenzia l’attaccante rubierese Marko Malivojevic – Infatti in entrambe le occasioni siamo stati raggiunti negli istanti conclusivi, sia contro il Nibbiano Valtidone sia con il Salsomaggiore. Dopo queste mancate vittorie, era importantissimo piazzare una reazione di spessore sul piano dei risultati: non solo per guadagnare punti preziosi, ma anche per non smarrire quella indole combattiva e vincente che ci deve sempre caratterizzare. La missione può dirsi compiuta in pieno, senza timore di smentita: le vittorie su Campagnola e Castelvetro hanno un consistente valore, specie considerando la buona caratura degli organici che abbiamo affrontato. Ora siamo ancora più tranquilli, perchè la salvezza è davvero alle porte – sottolinea Marko – Tuttavia, ciò non significa affatto che vivremo questo finale di stagione in modo distratto”.

Continua a leggere

Eccellenza, la Folgore Rubiera veleggia verso una settimana con tre partite nel giro di 7 giorni. Domenica la trasferta di Campagnola, poi le sfide casalinghe contro Nibbiano Valtidone e Salsomaggiore: occhio però alla neve, che potrebbe ancora portare a variazioni di programma. Il centrocampista biancorossoblù Alex Rinieri: “La speranza è quella di giocare, altrimenti dovremmo compiere ulteriori sforzi per ritrovare il giusto ritmo-partita. In ogni caso, se la sosta dovesse prolungarsi, sono certo che sapremo fronteggiare il problema nel modo migliore. Con tre vittorie, arriveremmo di fatto alla salvezza diretta: a quel punto le nostre possibilità di raggiungere il 2° posto aumenterebbero, ma non dobbiamo scordarci che l’elenco delle pretendenti ai play off nazionali si presenta molto ampio e agguerrito”

Rinieri 6

Alex Rinieri, centrocampista della Folgore Rubiera

La Prima squadra della Folgore Rubiera sta andando incontro a una settimana decisamente impegnativa, contraddistinta dalla disputa di ben tre gare ufficiali nell’arco di appena sette giorni. Andando con ordine, domenica i biancorossoblù saranno di scena al “Sabbadini” di Campagnola per affrontare i padroni di casa rosanero: fischio d’inizio previsto alle 14,30. A seguire, l’agenda rubierese prevede due confronti casalinghi: mercoledì sera il recupero contro il Nibbiano Valtidone (ore 20.30), poi domenica 10 febbraio il duello con il Salsomaggiore (ore 14.30).

Ad ogni modo, il duello di Campagnola resta tuttora in forte dubbio: le abbondanti nevicate di ieri notte hanno creato difficoltà anche sui campi della Bassa reggiana, e quindi l’ipotesi di un rinvio della sfida non è completamente da escludere. Stesso discorso anche per quanto riguarda la partita con il Nibbiano: il terreno del “Valeriani” si presenta nuovamente coperto da una coltre bianca, e le gelate notturne rendono molto difficoltoso lo scioglimento della neve.

“La speranza è ovviamente quella di giocare, sia domenica sia mercoledì – evidenzia Alex Rinieri, centrocampista della Folgore Rubiera – Ci siamo già fermati lo scorso fine settimana, e ulteriori stop ci costringerebbero a un sovrappiù di sforzi per ritrovare con efficacia il giusto ritmo-partita. Comunque vada, io resto ugualmente ottimista: se questa sosta forzata del campionato dovesse proseguire anche nei prossimi giorni, ritengo che il nostro organico abbia la maturità che serve per fronteggiare il problema in modo efficace e convincente.

Di certo sarebbe meglio giocare con continuità ogni domenica, senza continue variazioni di calendario: tuttavia in questo periodo la neve va sempre messa in preventivo, e una squadra con la S maiuscola non può certo lasciarsi condizionare in negativo da questo tipo di inghippi”.

Continua a leggere

Eccellenza, incognita neve sulla partita di domenica: la Folgore Rubiera dovrebbe ospitare il Nibbiano Valtidone, ma il condizionale resta necessario. Intanto, l’attaccante biancorossoblù Niccolò Vena racconta il proprio esordio da titolare in Prima squadra: “Sono felice di aver dato un tangibile contributo alla vittoria di Formigine, un successo che tutti noi abbiamo dimostrato di meritare ampiamente. Ad ogni modo, mi sento tutt’altro che “arrivato”: nel calcio non si smette mai di imparare”. Sugli orizzonti stagionali: “Ben vengano le ambizioni legate al 2° posto, perchè possono rappresentare un ulteriore incentivo a fare bene. D’altro canto, guai a perdere di vista le elevate difficoltà che questo campionato ha ancora in serbo per noi. Nulla è scontato”

vena giorn

Niccolò Vena

Ulteriormente galvanizzata dalla prima vittoria del 2019, ottenuta domenica scorsa sul campo del Formigine, la Folgore Rubiera si appresta ad affrontare l’ostica sfida casalinga contro il Nibbiano Valtidone. Il confronto, valevole per la 21esima giornata di Eccellenza, dovrebbe giocarsi domenica prossima a partire dalle ore 14.30: il condizionale resta tuttavia necessario, perchè la fitta coltre bianca che al momento ricopre il “Valeriani” rende più che possibile l’ipotesi di un rinvio della partita. Dopo la copiosa nevicata che stanotte ha interessato quasi tutta la Regione, non è affatto escluso che la Figc regionale decida di rimandare in blocco lo svolgimento del 21° turno: nelle prossime ore ne sapremo sicuramente di più.

Intanto, quattro giorni fa i biancorossoblù hanno avuto due validi motivi per festeggiare: oltre ai 3 punti conquistati in terra modenese, c’è stato anche il positivo esordio di Niccolò Vena nelle vesti di titolare in Prima squadra. “L’intero ambiente della Folgore mi sta concedendo grande fiducia, e io non posso che esserne felice – sottolinea il promettente attaccante classe 2001 – Il debutto da titolare ha rappresentato una soddisfazione di alto livello, che per me rappresenta un ulteriore incentivo nel proseguire con rinnovato slancio il mio impegno qui a Rubiera. Complessivamente parlando, sono felice per la prestazione che ho fornito a Formigine: al tempo stesso ciò non significa affatto che io mi senta “arrivato”.

“Nel gioco del calcio, così come in tanti aspetti della vita, non si finisce mai di migliorare e imparare: bisogna sempre porsi nuovi obiettivi di crescita, specie quando si è ancora così giovani come me. Se mi permettete un pensiero particolare – prosegue Vena – vorrei dedicare alla mia famiglia la prova che ho fornito domenica scorsa: mamma e papà mi sostengono da sempre, e non mancano mai di seguire con costanza e attenzione ogni partita che mi coinvolga direttamente”.

Continua a leggere

Eccellenza, Folgore verso il primo impegno casalingo del 2019: domenica al “Valeriani” la sfida con una Cittadella in piena forma. Il difensore rubierese Mattia Paglia: “Il pari di Traversetolo rappresenta un risultato più che egregio, che dovrà darci un’ulteriore dose di motivazioni in vista della sfida con i modenesi. Il duello che ci attende è tra i crocevia più complessi della stagione: per affrontarlo al meglio dovremo esprimere in pieno la nostra idea di gioco, senza farci influenzare dalle prerogative degli avversari di turno”. Sugli scenari a lungo termine: “Una vittoria ci darebbe terreno fertile per rivolgere lo sguardo verso il 2° posto, ma con la dovuta moderazione. Il campionato è lunghissimo, e la concorrenza diventa sempre più agguerrita di settimana in settimana”

mattia-paglia

Mattia Paglia, difensore della Folgore Rubiera

Prima partita casalinga del 2019 per la Folgore Rubiera: il riferimento è ovviamente alla squadra di Eccellenza, che domenica sarà di scena al “Valeriani” per la diciannovesima giornata del girone A. A partire dal consueto orario delle 14.30, i nostri beniamini affronteranno la Cittadella Vis San Paolo: un’avversaria che si preannuncia decisamente ostica, perchè si tratta senza dubbio di una tra le squadre più in forma di questa stagione invernale. La formazione allenata da Alessandro Semeraro vivrà quindi un ulteriore e rilevante banco di prova, anche per quanto riguarda le ambizioni che i nostri beniamini potranno nutrire in questa intensa stagione agonistica.

“Siamo in arrivo da un pareggio che ha comunque grande valore – spiega innanzitutto il difensore biancorossoblù Mattia Paglia – Un punto a Traversetolo non si getta mai via, tutt’altro: abbiamo impattato sul campo di una tra le maggiori potenze del campionato, e dunque stiamo parlando di un risultato che deve accrescere ulteriormente la nostra autostima. Inoltre, per come si erano messe le cose, si tratta senza dubbio di un punto guadagnato: non va infatti dimenticato che la Piccardo ha condotto nel punteggio fin quasi alla fine della gara, un vantaggio che si è spezzato all’ 87′ quando Durantini ha realizzato il definitivo 1-1″.

“Osservando il livello del gioco che siamo stati capaci di esprimere, si è trattato di un pari del tutto meritato: anzi, durante l’incontro abbiamo anche creato parecchie occasioni per portare a casa l’intera posta in palio. Se avessimo vinto, credo proprio che nessuno avrebbe gridato allo scandalo – evidenzia il classe ’99 – Purtroppo ci è mancato un tocco di buona sorte in alcuni momenti nevralgici del confronto, ma adesso non è proprio il caso di stare qui a versare lacrime che sarebbero fuori luogo. Il pari con la Piccardo rappresenta un motivo in più per ricavare ulteriore energia, in vista del duello che ci attende”.

Continua a leggere