Eccellenza, la Folgore Rubiera deve guardarsi dagli artigli dei “Gatti”: domenica al Valeriani arriva un Fiorano alla ricerca di punti salvezza. Il portiere biancorossoblù Lanzotti: “Siamo in arrivo da una vittoria ottenuta grazie alle migliori doti che ci caratterizzano. Anche se il 2° posto è ormai irraggiungibile, il nostro approccio alle partite non cambia di una virgola: spirito di gruppo, concentrazione e tenacia sono i veri capisaldi della concezione di gioco che ci contraddistingue. Contro i modenesi saremo nuovamente rimaneggiati, ma abbiamo sempre dimostrato di saper arginare le assenze in modo costruttivo ed efficace. All’andata abbiamo vinto 0-3, ed è da lì che bisogna prendere le mosse per centrare di nuovo i tre punti”. Un bilancio stagionale: “A livello di squadra c’è una punta di amarezza, che però non toglie assolutamente nulla alla grande soddisfazione per l’ottimo percorso svolto”

lanzotti-riccardo.jpg

Riccardo Lanzotti, portiere della Folgore Rubiera

Dal Felino ai… Gatti: queste fasi conclusive della stagione biancorossoblù si prestano facilmente a un simpatico gioco di parole etologico. Dopo l’altisonante vittoria riportata domenica scorsa sul campo della compagine parmense, ora la formazione di mister Semeraro è al lavoro per affrontare il Fiorano: come è noto, il gatto è l’animale che da sempre campeggia sullo stemma sociale del club modenese. La sfida con i biancorossi d’oltre Secchia si disputerà domenica prossima 14 aprile sul terreno del “Valeriani”, con fischio d’inizio alle ore 15.30: il confronto sarà valido per la terzultima giornata di Eccellenza, che sarà anche l’ultima sfida prima della pausa pasquale. In seguito il girone A tornerà a far parlare di sè il 28 aprile e il 5 maggio, con le due giornate che concluderanno la ricca galoppata iniziata lo scorso settembre.

A Felino, la porta rubierese è stata difesa da Riccardo Lanzotti: “La mentalità ha avuto un ruolo essenziale per portare a casa i tre punti – sottolinea il guardiano della Folgore – Innanzitutto, sulle prime la sfida non si era affatto messa così bene per noi: ancora una volta abbiamo dovuto presentarci con una formazione falcidiata dalle assenze, e inoltre i padroni di casa hanno sbloccato la situazione in proprio favore dopo soli 10 minuti. In condizioni simili sarebbe stato facile farsi prendere da un’eccessiva superficialità, affrontando la trasferta parmense come se fosse una semplice gita: invece noi abbiamo sviluppato un atteggiamento diametralmente opposto, che alla fine ci ha dato ragione in pieno”.

Continua a leggere

Annunci

Eccellenza, domenica una Folgore Rubiera in versione decimata sarà di scena sul campo dell’Agazzanese: all’orizzonte c’è la sfida contro la seconda della classe. Il centrocampista biancorossoblù Fabio Agrillo: “Lo 0-0 con la Correggese è in parte una delusione, perchè avremmo meritato l’intera posta in palio. Tuttavia si tratta comunque di un pareggio di valore, che ci deve dare rinnovato slancio in vista delle ultime 6 partite. In terra piacentina le motivazioni non mancheranno affatto: nella mia e nostra visione, tra il 4° e il 7° posto c’è una bella differenza. Purtroppo Semeraro dovrà fronteggiare tanti forfait, tra cui anche il mio: d’altro canto, chi scenderà in campo darà il 150%”

agrillo-fabio.jpg

Fabio Agrillo, navigato centrocampista della Folgore Rubiera

La Folgore Rubiera di mister Semeraro è al lavoro in vista della trasferta piacentina in programma per domenica, 24 marzo: in occasione del 29° turno di Eccellenza, i nostri beniamini saranno impegnati al “Baldini” di Agazzano, contro i coriacei padroni di casa che sono ancora in piena lotta per accedere ai play off nazionali. Il fischio d’inizio è fissato alle ore 14.30, per l’ultima volta in questa stagione agonistica: a partire dal 31 marzo, infatti, il via delle gare sarà posticipato di un’ora.

“Siamo in arrivo da un pareggio che si presta a una doppia chiave di lettura – esordisce il centrocampista rubierese Fabio Agrillo Da un lato si tratta di una grande delusione: senza dubbio avremmo meritato di conquistare l’intera posta in palio, infliggendo alla Correggese quella che sarebbe stata la prima sconfitta stagionale. Chi ha seguito la partita conosce bene il livello su cui ci siamo espressi: abbiamo manifestato grande vivacità in ogni zona del campo, creando peraltro una quantità di occasioni da gol decisamente superiore rispetto ai biancorossi. Purtroppo, come già accaduto altre volte in questo campionato, ci è mancato quel guizzo di concretezza in più che ci avrebbe permesso di piazzare l’impresa”.

Continua a leggere

E’ online il nuovo numero di “Folgore Rubiera Magazine”!

Francesco TognettiLa Prima squadra sta viaggiando spedita verso un nuovo impegno casalingo: dalle ore 14.30 di dopodomani, la formazione di mister Semeraro affronterà il Felino in occasione della 14esima giornata di Eccellenza. Torna quindi puntuale l’ appuntamento con “Folgore Rubiera Magazine”: la pubblicazione sarà distribuita domenica direttamente allo stadio “Valeriani”, ma come sempre qui sul nostro sito è possibile visualizzarne i contenuti in anteprima.

Questi dunque i temi del settimo numero stagionale:

  • Il difensore Francesco Tognetti (nella foto) commenta l’attuale momento della Folgore, e traccia le prospettive in vista dell’imminente duello con i parmensi
  • Riccardo Lanzotti e Jacopo Burani raccontati da Andrea Ferrari, preparatore dei portieri biancorossoblù
  • Uno sguardo sugli avversari con Gianluca Maiavacchi, ds del Felino
  • Calendari & numeri del campionato di Eccellenza
  • L’agenda della Folgore Juniores

Tutto questo cliccando qui FOLGORE RUBIERA MAGAZINE N° 7 – DOMENICA 25 NOVEMBRE 2018 o recandosi nell’apposita sezione del sito. Buona lettura!

Eccellenza, il portiere Jacopo Burani: “A Castelvetro potevamo effettivamente fare meglio, ma la prova che abbiamo fornito non è stata tutta da buttar via. In ogni caso, ogni scenario fosco sarebbe del tutto fuori luogo: stiamo lavorando con efficacia per ritrovare i nostri migliori standard di rendimento, già a partire da domenica prossima”. Al “Valeriani” la Folgore Rubiera ospiterà la Solierese: “Chi crede che si tratti di un ostacolo agevole commette un errore molto grave. Intanto noi saremo ancora in versione incompleta, poi in questo girone A le squadre-materasso non esistono proprio: inoltre i gialloblù ci creeranno problemi a non finire, perchè saranno intenzionati a dare una svolta al proprio campionato. Da parte nostra servirà determinazione mista a saggezza”. Calendario difficile: giovedì 1° novembre la trasferta di Rolo, il 4 quella di Correggio. “E’ il tipo di agenda che ci serve, perchè ci darà grandi motivazioni. Lo sforzo fisico sarà consistente, ma reggeremo: abbiamo la competenza necessaria per gestire bene le energie a disposizione”

jacopo-burani

Jacopo Burani

“In effetti, a Castelvetro non siamo stati così brillanti come al solito: ci è in parte mancato quel mordente combattivo che fin qui era stato tra le nostre principali caratteristiche”. Jacopo Burani, portiere della Folgore Rubiera, commenta così la prima battuta d’arresto stagionale: come è noto domenica scorsa i nostri beniamini sono stati bloccati 2-0 in terra modenese, e con tale sconfitta i biancorossoblù hanno dovuto abbandonare la seconda piazza scendendo al terzo posto. “Ad ogni modo, mi associo alle parole che mister Semeraro ha pronunciato dopo la partita – prosegue il guardiano classe 2000 – Chiaramente è un ko amaro come tutte le sconfitte, ma adesso non è affatto il caso di mettersi a disegnare scenari foschi che sarebbero completamente fuori luogo. Innanzitutto, la prova che abbiamo fornito a Castelvetro non è stata tutta da buttare via: pur essendo meno concreti rispetto ai nostri abituali standard, siamo comunque stati capaci di fornire qualche spunto di buon livello in ogni reparto. Poi, un singolo stop non può certo bastare a rimuovere il valore di ciò che abbiamo fatto fin qui: ci stiamo rendendo artefici di un cammino più che positivo, e ora puntiamo a riprenderlo con vigore già a partire dall’impegno che ci attende”.

Continua a leggere

E’ online il nuovo numero di “Folgore Rubiera Magazine”!

Billo

Daniele “Billo” Orlandini

Con l’avvicinarsi della partita casalinga tra Folgore Rubiera e Rosselli Mutina, valevole per la terza giornata del campionato di Eccellenza, torna puntuale l’appuntamento con “Folgore Rubiera Magazine”: la pubblicazione sarà distribuita domenica allo stadio “Valeriani” in occasione del confronto con i modenesi, ma come sempre è possibile visualizzarla in anteprima qui sul nostro sito.

Questi i contenuti del secondo numero stagionale:

  • Daniele “Billo” Orlandini fa il punto sulla trasferta di Sant’Agostino e illustra le prospettive in vista del match di dopodomani
  • Andrea Ferrari, preparatore dei portieri della Folgore, tesse le lodi di Rizzo, Burani e Gobbi
  • Uno sguardo sugli avversari con Roberto Notari, allenatore della Rosselli Mutina
  • Calendari & numeri del campionato di Eccellenza
  • Folgore Rubiera avanti in Coppa Italia
  • I primi impegni stagionali della Folgore Juniores

Tutto questo cliccando qui FOLGORE RUBIERA MAGAZINE N° 2 – 17 SETTEMBRE 2017

o recandosi nell’apposita sezione del sito. Buona lettura!

Prima squadra, Rizzo: “A Sant’Agostino l’arbitro ci ha creato problemi, ma anche in terra ferrarese siamo incappati in alcune sviste che sono costate parecchio care. Ci serve una dose maggiore di concentrazione”. Domenica al Valeriani il big match contro la Rosselli Mutina: “Avversaria di grandissimo valore, ma noi non siamo certo da meno. Dovremo stringere i denti, mantenendo però la massima autostima”. A livello personale: “Da quando sono qui, credo proprio di essere migliorato”

Rizzo per sito

Nicholas Rizzo, portiere della Folgore Rubiera

“La classifica dopo le prime due giornate di campionato è un po’ bugiarda: meriteremmo di avere almeno 4 punti, ma a Sant’Agostino abbiamo pagato a caro prezzo alcune sviste di troppo”. Nelle parole di Nicholas Rizzo, portiere della Folgore Rubiera, ci sono accenti di inevitabile amarezza per il 2-2 della scorsa settimana in terra ferrarese: tuttavia, l’estremo difensore ex Carpineti manifesta anche un tocco di deciso ottimismo in vista del big match casalingo di domenica contro la Rosselli Mutina. “Sono certo che contro i modenesi sapremo mettere in campo l’atteggiamento giusto – evidenzia il guardiano rubierese – Siamo consapevoli di essere attesi da una partita di grande sofferenza, perchè l’avversaria è di primissimo livello: tuttavia anche noi possiamo puntare molto in alto, e dunque dovremo stringere i denti con la massima autostima”.

Intanto, Rizzo, due parole sul pareggio contro il Sant’Agostino: che cosa non ha funzionato nel confronto con i “ramarri”? Fino all’ultimissimo istante, la vittoria era praticamente in tasca…
“E’ vero, e il nostro successo sarebbe stato tutt’altro che scandaloso: le migliori caratteristiche della Folgore si stanno già vedendo, ma credo che adesso serva fare un ulteriore passo avanti sotto certi punti di vista. In particolare, è necessario riporre maggiore attenzione sugli episodi che sembrano essere più marginali o ininfluenti: il gol che abbiamo subìto al 95′ e oltre è una lampante dimostrazione dei momenti di appannamento in cui a volte incappiamo. Poi servirebbe aumentare l’efficienza in chiave offensiva, perchè abbiamo sciupato davvero troppo sia contro il Sant’Agostino sia la domenica prima con la Virtus Castelfranco. Ad ogni modo credo che i miglioramenti in fase offensiva arriveranno molto presto, specie considerando l’assoluta qualità del nostro reparto offensivo”.

Continua a leggere

Prima squadra, mister Vacondio: “Campagna acquisti straordinaria e riconferme di assoluto rilievo, ma adesso credo che sia bene non abbondare in facili entusiasmi. La Folgore avrà tante rivali di spessore nell’alta classifica, a cominciare da Rosselli Mutina, Rolo e Axys”. Sugli equilibri di squadra: “Abbiamo un organico con giocatori che sono anche e soprattutto persone intelligenti, quindi credo proprio che lo spirito di gruppo sarà una vera marcia in più per noi”. La preparazione inizierà il 16 agosto: “Definito quasi tutto lo staff tecnico, con Leke unico punto interrogativo”

Ivano Vacondio“Dire che sono contento è banale e quasi inutile, perchè in fin dei conti si tratta di una frase scontata: dopo l’ottima stagione che abbiamo vissuto lo scorso anno, restare alla guida della Folgore Rubiera era proprio quello che speravo”. A parlare è ovviamente mister Ivano Vacondio, che ha appena deciso di rimanere sulla nostra panchina anche nel prossimo campionato di Eccellenza: “Come sapete, prima di accettare ho dovuto sistemare più di una situazione a livello personale. Ho detto di sì alla proposta della società solo quando si sono aperti gli spazi per conciliare il calcio con le esigenze dettate da lavoro e famiglia. Nella mia filosofia, il ruolo di allenatore richiede un forte impegno sia fisico sia mentale: anche se siamo a livello dilettantistico, io affronto questo ruolo in modo quasi professionale”. 
Un tipo di approccio molto apprezzato: non a caso, mister, la dirigenza ti aveva offerto la riconferma già nel maggio scorso…
“E qui veniamo a un argomento che mi rende davvero lieto: si tratta della grande stima da cui sono circondato qui alla Folgore, sia a livello tecnico-agonistico sia soprattutto dal punto di vista umano. Con la squadra dello scorso anno ho sempre avuto un ottimo rapporto, non solo nei momenti più felici ma anche in quelli di appannamento. In più, la società mi ha aspettato per tutto questo tempo: un segno inequivocabile della grande considerazione che il club nutre nei miei riguardi, e non posso che esserne grato. Tutto ciò rappresenta davvero un’ulteriore spinta di rilievo a fare sempre meglio”.

Continua a leggere

Prima squadra, la parola al nuovo allenatore dei portieri. Andrea Ferrari: “In tanti anni da giocatore ho imparato tantissimo da maestri molto qualificati, e ora sono animato dalla ferma volontà di mettere a frutto quello che so. Non conosco ancora bene Rizzo e Burani, ma entrambi godono di ottima reputazione: sia tecnicamente, sia soprattutto sotto il profilo del carattere e della serietà”. Sul futuro della squadra: “Prevedo un’Eccellenza molto complessa, ma penso che avremo i mezzi per restare tra le maggiori potenze della categoria”

ferrari portiere“La nuova esperienza che sto per iniziare è tra le naturali conseguenze di ciò che ho fatto durante il mio percorso calcistico. In tanti anni ho potuto lavorare con persone di elevatissima competenza, che mi hanno insegnato veramente parecchio: sono quindi animato dalla ferma volontà di mettere a frutto quello che so, per aiutare la Folgore Rubiera a raggiungere traguardi ancora più rilevanti”. Le parole di Andrea Ferrari, rubierese doc che pochi giorni fa ha compiuto 40 anni, testimoniano bene l’entusiasmo del nostro nuovo preparatore dei portieri: nella prossima stagione agonistica, lui sarà il tecnico chiamato ad affinare e consolidare il talento dei guardiani che giocheranno in Prima squadra.
Nella foto: Andrea Ferrari (secondo da destra) negli ultimi anni della sua carriera da portiere.

Continua a leggere