Novità di mercato: la Folgore saluta Davide Addona, Benjamin Onwuachi, Marco Mattioli e Federico Sassi, che lasciano Rubiera definitivamente. Un arrivederci a Simone Piacentini, che concluderà la stagione in prestito alla Falkgalileo

addona

Davide Addona

Sabato scorso si è ufficialmente aperta la sessione di mercato dicembrina, e ci sono già le prime novità che coinvolgono la Folgore Rubiera.

Per quanto riguarda l’organico di Eccellenza, Davide Addona ai saluti: come da lui stesso annunciato su Facebook, dopo due stagioni l’esperto difensore lascia i colori biancorossoblù per “traslocare” al Campagnola. Anche Benjamin Onwuachi non è più un giocatore della Folgore: l’accordo che legava l’attaccante nigeriano al nostro club è stato sciolto, con il consenso di entrambe le parti.

piacentini foto 2

Simone Piacentini

Inoltre, Simone Piacentini concluderà l’annata in Promozione alla Falkgalileo: il suo esordio con la casacca dei “falketti” è avvenuto proprio ieri, nella sfida sul campo della Riese terminata con il punteggio di 1-1. Per l’esattezza il difensore classe ’99 è stato trasferito con la formula del prestito, fino al 30 giugno prossimo: Piacentini avrà così la possibilità di affinare ulteriormente le proprie caratteristiche, trovando buoni spazi. A tal proposito, non va dimenticato che l’allenatore della Falkgalileo è Cesare Vitale: un tecnico di grande e indiscutibile esperienza, noto anche per la sua capacità di saper lavorare con notevole efficacia proprio nell’ambito della valorizzazione dei giovani.

Per quel che concerne il mercato in entrata, in questi giorni il Direttore sportivo Alessandro Melli sta lavorando per migliorare ulteriormente la rosa a disposizione di mister Semeraro.

Continua a leggere

Annunci

Eccellenza, Davide Addona: “La Folgore Rubiera è tra le società che lavorano con maggiore serietà, professionalità e competenza. Proprio per questo ho deciso di restare qui, anche se il lavoro mi porterà a un periodo lontano dai campi. Sarò a disposizione fino al termine di agosto, poi rientrerò al più tardi per i primi di dicembre”. Sugli obiettivi stagionali: “Il nostro organico parte con prospettive incoraggianti, ma come sempre sarà il campo a dire quanto valiamo. Prevedo un campionato nuovamente livellato verso l’alto: anche le neopromosse potranno recitare un ruolo di rilievo”

Addona per sito 2

Davide Addona, difensore classe 1983

“La Folgore Rubiera è una realtà calcistica dove il lavoro viene organizzato con serietà, professionalità e competenza: proprio per questo ho scelto di restare almeno per un’altra stagione, nonostante le difficoltà logistiche legate ai miei nuovi incarichi professionali”. Sono parole di un volto ormai più che noto al pubblico rubierese: si tratta di Davide Addona, l’esperto difensore classe 1983 che si appresta a vivere un nuovo campionato di Eccellenza sotto le insegne della Folgore. “Inoltre – prosegue l’ex Reggiana e Sanremese – credo che sia doveroso sottolineare l’ottimo ambiente che si respira a Rubiera: una dimensione amichevole e gratificante sotto l’aspetto umano, che ha senza dubbio rafforzato la mia decisione di restare qui”.

Nello specifico, Addona, come si articolerà il tuo impegno alla Folgore durante la prossima annata agonistica?
“Parteciperò regolarmente al raduno del 16 agosto, e resterò a disposizione fino al termine del mese: poi a settembre e ottobre dovrò allontanarmi, e l’assenza proseguirà fino a novembre inoltrato. Il mio rientro nei ranghi dell’organico è previsto, al più tardi, per i primi di dicembre. Colgo l’occasione per ringraziare anche la società, che si è resa assolutamente disponibile nel venire incontro alle esigenze della mia nuova attività in campo universitario”.

Continua a leggere

Eccellenza, il portiere Riccardo Lanzotti approda a Rubiera. Dallari, Tognetti e Piacentini vestiranno di nuovo la maglia della Folgore: restano anche Addona, Agrillo e Hoxha

Lanzotti

Riccardo Lanzotti, nuovo portiere della Folgore Rubiera

Novità nel reparto portieri della Folgore Rubiera: è stato perfezionato l’accordo con Riccardo Lanzotti, che entra così a fare parte dell’organico di mister Semeraro per il prossimo campionato di Eccellenza. Classe ’96, il nuovo guardiano rubierese è cresciuto nel settore giovanile del Modena: in seguito lui si è fatto notare addirittura a livello di serie D, dapprima nelle file del Padova e successivamente con la casacca dell’Imolese. Durante la scorsa annata, Lanzotti ha invece disputato l’Eccellenza.

Continua a leggere

Allievi, la Cremonese si aggiudica il Memorial Gustavo Zini a 24 anni di distanza dal primo trionfo grigiorosso. Stamattina la finalissima al “Valeriani”: sconfitta onorevole per la Reggiana, piegata 2-1. Il trainer lombardo Lucchini: “Una vittoria che dedichiamo a Emiliano Mondonico”

Cremonese con Angelo Ricchetti

Foto di gruppo per la Cremonese con Angelo Ricchetti, presidente della Asd Folgore Rubiera

REGGIANA – CREMONESE 1 – 2

RETI: 14’pt Panina (C), 34’pt Rossato (C), 1’st Bojardi (R).

REGGIANA: Stefanini, Albertini, Baietta, Piccinini S., Bojardi, Dani, Ziveri, Piccinini G., Cassano (dal 19’st Mattioli), Ray, Tesone (dal 1’st Gurini). A disp.: Galeazzi, Agyemang,

Addona e S Piccinini

Davide Addona, difensore della Folgore Rubiera, mentre consegna a Stefano Piccinini della Reggiana il riconoscimento come miglior difensore del 32° Zini

Apparuti, Talarico, Bruno. Allenatore: Giorgio Gherardi.

CREMONESE: De Bono, Fini, Bonzi (dal 1’st Bia), Rizzi, Biasin, Battini, Schirone (dal 5’st Bresciani), Pederzoli (dal 1’st Ghisolfi), Bertazzoli, Panina (dal 26’st Niang), Rossato (dal 9’st Cavalleri). A disp.: Scarduzio, Monticelli. Allenatore: Stefano Lucchini.

ARBITRO: Rizzo (assistenti Cabrini e Casoni).

NOTE: spettatori 350 circa. Ammonito Schirone (C). Si è giocato su due tempi da 35 minuti ciascuno.

Continua a leggere

​Eccellenza, la Folgore Rubiera viaggia verso un altro super derby casalingo: domenica al Valeriani​ arriva il Rolo. Davide Addona: “​Non credo che usciranno sentenze definitive, perchè abbiamo davanti altri tre mesi di grande intensità. Ad ogni modo, nessun spazio per astrusi conteggi o tabelle di marcia: l’unico obiettivo deve essere quello di piazzare un filotto di vittorie più prolungato possibile, missione complessa ma non certo proibitiva. Al di là delle giuste considerazioni legate a schemi e tattiche, il cuore e la determinazione sono ingredienti basilari per arrivare a fare la differenza”​​. Sulla Coppa: “​Intanto, vincendo la fase regionale abbiamo guadagnato l’onore di una citazione su wikipedia. Ora dovremo sfruttare ​al meglio l’entusiasmo che deriva dalla prospettiva di duellare con un colosso come il Grosseto”

addona

Davide Addona, esperto difensore della Folgore Rubiera

Nonostante la lusinghiera prova fornita domenica scorsa, a Pianello Valtidone è arrivato soltanto un punto: la Folgore Rubiera ha quindi l’inevitabile necessità di tornare quanto prima al successo in campionato, visto che l’ultima vittoria risale a esattamente un mese fa (1-2 a Castelfranco). Domenica prossima, a partire dalle ore 14.30, i nostri beniamini avranno una grande opportunità per riprendere quota in grande stile sotto l’aspetto dei risultati: al Valeriani” arriverà infatti il Rolo, per un derby che dirà moltissimo sugli equilibri della medio-alta classifica. In terra piacentina, Davide Addona non ha potuto scendere in campo poichè squalificato: tuttavia, ciò non gli ha certo impedito di seguire nel dettaglio le varie fasi dell’incontro.

Proveniamo da una sfida decisamente maschia”  spiega il difensore rubierese – Del resto, il campo del Nibbiano Valtidone ha una conformazione che si presta parecchio a sfide decisamente combattute. Come affermato da mister Vacondio a fine gara, la prestazione della Folgore è stata davvero confortante: una prova contraddistinta da una pregevole compattezza di squadra, che ha anche permesso di creare qualche buona occasione per vincere.

Dunque, Addona, è uno 0-0 che calza stretto alla Folgore?
​Nel complesso, direi di no: osservando l’andamento complessivo della partita, il pareggio è il risultato che fotografa meglio ciò che si è visto in terra piacentina. Infatti, grande merito va dato anche ai padroni di casa: il N​​ibbiano Valtidone ha messo in campo tutte le qualità tecniche e agonistiche che lo contraddistinguono​. ​

Continua a leggere

Eccellenza, tra poco il confronto casalingo con l’Agazzanese: appuntamento al “Valeriani” dalle ore 14.30, per cercare un immediato ritorno alla vittoria

Daniele Fornaciari

Daniele Fornaciari, centrocampista della Folgore Rubiera

Il campionato di Eccellenza giunge oggi alla disputa della 14esima giornata: impegno casalingo per la Folgore Rubiera, che dalle ore 14.30 sarà di scena al “Valeriani” per il duello casalingo contro l’Agazzanese. Interamente modenese la terna arbitrale: la sfida sarà diretta dal sig. Michel Tatti, coadiuvato dagli assistenti sigg. Leonardo Primieri Granieri e Ilaria Melchiorri.

I nostri beniamini hanno il compito di far dimenticare sùbito le amarezze di domenica scorsa: sette giorni fa, infatti, i rubieresi sono incappati in un tanto sonoro quanto inaspettato scivolone sul sintetico della San Michelese. Oggi c’è quindi un’occasione d’oro per riprendersi, e per dimostrare che il ko in terra sassolese è stato soltanto un incidente di percorso: del resto la Folgore proveniva da quattro successi consecutivi in campionato, e oggi potrebbe riannodare il filo di quella striscia vincente che a San Michele si è purtroppo spezzata.

Ad ogni modo, il compito contro questa Agazzanese non sarà affatto dei più semplici: nelle ultime tre partite la compagine allenata da Sandro Melotti ha sconfitto il Nibbiano Valtidone e la Fidentina, due successi intervallati dal buon pareggio al cospetto del Rolo. Morale quindi molto alto tra i piacentini, che peraltro in classifica hanno solo tre punti in meno rispetto a noi: dunque i granata cercheranno di sfruttare al meglio l’onda positiva, visto che un successo li proietterebbe con ulteriore decisione nella medio-alta classifica.

Continua a leggere

E’ online il nuovo numero di “Folgore Rubiera Magazine”!

Addona per sito 2Con l’avvicinarsi della prossima partita casalinga di Eccellenza, torna puntuale l’appuntamento con “Folgore Rubiera Magazine”. Il nuovo numero sarà distribuito domenica allo stadio “Valeriani”, in occasione del confronto con la Fidentina: tuttavia, come d’abitudine, qui sul nostro sito potete visualizzare le pagine in anteprima.

Questi dunque gli argomenti della quarta uscita stagionale:

  • Davide Addona (nella foto) commenta il pareggio di Rolo, e il rendimento della Folgore in questo primo scorcio del campionato: l’esperto difensore rubierese si sofferma inoltre sulle prospettive in vista della sfida di dopodomani
  • Il preparatore atletico Gabriele Iotti illustra l’attuale situazione della Prima squadra, dal punto di vista della condizione fisica
  • Uno sguardo sugli avversari con Giuseppe Bonati, diesse della Fidentina
  • Calendari & numeri del campionato di Eccellenza
  • Il punto sulla Coppa Italia di Eccellenza
  • L’agenda della Folgore Juniores

Tutto ciò cliccando qui FOLGORE RUBIERA MAGAZINE N° 4 – DOMENICA 15 OTTOBRE 2017o recandosi nell’apposita sezione del sito. Buona lettura!

 

Prima squadra, Judmir Hoxha: “Non ci siamo affatto scordati come si fa a vincere, e il nostro animo è tutt’altro che demoralizzato. Fin qui abbiamo pagato a carissimo prezzo ogni singola svista, senza dimenticare qualche bizzarro provvedimento arbitrale: tuttavia il gruppo ha una valida intelaiatura sia tecnica sia caratteriale, e ci prepariamo ad affrontare senza timori un’avversaria di primissimo piano come il Nibbiano Valtidone”. A livello personale: “Spero di fare meglio dell’anno scorso, raggiungendo la doppia cifra nella classifica marcatori”

HOXHA Judmir

Judmir Hoxha, attaccante della Prima squadra

“Perchè la Folgore non riesce più a vincere?” E’ la domanda che pubblico e addetti ai lavori si stanno facendo con insistenza, specie alla luce del nuovo segno X di domenica scorsa. Tra i personaggi più qualificati per rispondere c’è senza dubbio Judmir Hoxha: lui ha infatti siglato l’ultimo gol rubierese in ordine di tempo, quello che il 17 settembre scorso ha permesso di raggiungere l’1-1 casalingo contro la Rosselli Mutina.

“In questo primo scorcio del campionato di Eccellenza che stiamo vivendo, una serie di fattori ci ha giocato contro – evidenzia l’esperto attaccante di origine albanese – Le responsabilità sono in buona parte nostre, ma non solo. Purtroppo, troppe volte siamo incappati in leggerezze o errori di ingenuità: si è trattato di sviste passeggere e del tutto episodiche, che però sono costate davvero care in termini di risultati. In buona sostanza, fin qui siamo stati puniti a ogni minimo errore: del resto c’era da aspettarsi questa severità da parte degli avversari, anche perchè fin qui abbiamo sempre affrontato delle squadre di medio-alta classifica. Poi, il mio intento non è affatto quello di fare polemica riguardo agli arbitraggi, perchè in fin dei conti gli errori di chi dirige la gara fanno parte del gioco: ad ogni modo è impossibile ignorare gli strani provvedimenti a nostro sfavore che sono stati presi in certe occasioni, come la trasferta di Sant’Agostino o il match del Valeriani contro la Rosselli”.
Domenica scorsa a Bagnolo avete rimediato il quarto pareggio consecutivo, che in realtà è il sesto se consideriamo anche gli impegni di Coppa. A fine gara, mister Vacondio ha parlato di una Folgore sottotono rispetto alle occasioni precedenti: sei d’accordo?
“In effetti, forse la nostra prova contro la Bagnolese è stata meno appariscente e tambureggiante del solito: comunque sia abbiamo giocato con intensità e impegno, e non a caso siamo riusciti a ritagliarci più di qualche buona occasione per portare a casa l’intera posta in palio. Considerando l’andamento complessivo dell’incontro, il pari è un risultato giusto: i rossoblù ci hanno tenuto testa nel migliore dei modi, e hanno dimostrato di avere un dna da grande squadra. Per contro resta una punta di amarezza, perchè era davvero un’occasione buona per cogliere il primo successo: penso ad esempio al gol che ho davvero sfiorato, con il portiere bagnolese Della Corte che ha compiuto un autentico miracolo sulla mia conclusione”.

Continua a leggere