Prima squadra, domenica la Folgore Rubiera saluta il 2018 con la trasferta sul campo del Pallavicino. Le prime parole di Kreshnik Zogu da attaccante biancorossoblù: “La società mi ha dato un’occasione che non potevo affatto rifiutare, si tratta di una sfida gratificante anche a livello personale. In campo punto molto sulla forza fisica, e riesco a esprimermi bene nello sviluppo del gioco in profondità. Sono in forma, e mi sento ancora competitivo a livello di Eccellenza: tuttavia ho il preciso intento di lavorare tantissimo per migliorare, e qui a Rubiera c’è un ambiente ideale in tal senso”. Sul duello in programma a Busseto: “Ci attende una tra le sfide più complesse della stagione, da affrontare senza minimamente guardare la classifica. Dovremo pensare solo ed esclusivamente alle nostre potenzialità di squadra, senza farci influenzare dall’assetto degli avversari”

Cena Rubiera - Zogu

Kreshnik Zogu durante la festa di martedì sera

Con la Festa di Natale della società, che si è svolta ieri l’altro al Centro sportivo Tetra Pak, la Folgore Rubiera di Eccellenza ha potuto trarre un’ulteriore iniezione di entusiasmo in vista dell’ultimo impegno del 2018 agonistico. Domenica prossima, la fase di andata giungerà alla propria conclusione: a partire dalle ore 14.30 i nostri beniamini saranno di scena al “Cavagna” di Busseto, per affrontare i padroni di casa parmensi targati Pallavicino.

Tra i giocatori a disposizione di mister Semeraro ci sarà ovviamente il classe ’96 Kreshnik Zogu, nuovo arrivato in casa biancorossoblù: “Come sapete, negli ultimi tre mesi ho disputato la Prima categoria nelle file del San Prospero – racconta l’attaccante originario di Tirana, ma da tempo residente a San Martino in Rio – Resto più che mai grato al club correggese, ma la Folgore mi ha fornito un’occasione che non potevo affatto rifiutare. Innanzitutto, qui c’è la prospettiva di disputare l’Eccellenza all’interno di una realtà calcistica di primo piano: la squadra ha talento, e inoltre la società può contare su un solida struttura e su un notevole blasone”

“Per quanto mi riguarda, si tratta anche di una gratificante scommessa a livello personale – prosegue Zogu – In anni recenti io ho già disputato l’Eccellenza a San Felice e a Luzzara: di certo servirà da parte mia un elevato tasso di lavoro e impegno, ma credo proprio di essere ancora competitivo a questi livelli e qui a Rubiera avrò l’opportunità di dimostrarlo. Intanto, non posso che ringraziare tutta l’Asd Folgore Rubiera per la grande fiducia riposta nei miei confronti: un grazie particolare va ovviamente al ds Melli, che mi ha cercato con grande convinzione in questo mercato invernale”.

Continua a leggere

Annunci

Eccellenza, la Folgore Rubiera deve fare attenzione agli artigli dei “Gatti”: domenica la trasferta sul sintetico del Fiorano. Marko Malivojevic: “Proveniamo da un pari che si presta a due chiavi di lettura, entrambe veritiere. C’è soddisfazione per il livello della nostra prova, sotto ogni punto di vista: non manca però una punta di rammarico, perchè avremmo meritato l’intera posta in palio. Ad ogni modo, nessuna disperazione: continuando a esprimerci come stiamo facendo, sono certo che il ritorno alla vittoria non sia per niente lontano. Dobbiamo solo recuperare un po’ di fortuna, acquisendo anche un pizzico di mira in più per quel che riguarda la fase offensiva”. Sulle condizioni fisiche: “Il risentimento muscolare è ormai superato, sono all’80% della forma e presto tornerò al meglio”

malivojevic marko

Marko Malivojevic, attaccante della Folgore Rubiera

Ancora tre tappe prima delle vacanze natalizie: il campionato di Eccellenza sta per dare inizio al trittico di sfide che concluderanno sia il 2018 agonistico, sia il programma della fase di andata. Per quanto riguarda più nello specifico la Folgore Rubiera, l’agenda del fine settimana prevede un singolare doppio confronto con il Fiorano: sabato i due club si affronteranno al “Valeriani” nell’ambito degli Juniores regionali, mentre domenica la Prima squadra di mister Alessandro Semeraro si recherà in terra modenese. In quest’ultimo caso, l’appuntamento sarà sul sintetico “Ferrari” di piazza dei Ciliegi, ovviamente a Fiorano: il duello sarà valevole per il 15° turno di Eccellenza, e l’orario d’inizio ha subìto una variazione rispetto al consueto. A causa di alcune esigenze organizzative legate all’utilizzo del campo, il “via” della sfida è stato posticipato alle ore 15.

In questa trasferta d’oltre Secchia, Semeraro potrà contare anche su Marko Malivojevic: l’attaccante classe ’95 ha ormai risolto i recenti problemi legati a un fastidioso risentimento muscolare. “Ho ripreso ad allenarmi venerdì scorso, ottenendo riscontri incoraggianti – spiega il diretto interessato – Poi, come sapete, domenica scorsa è finalmente avvenuto il mio rientro ufficiale in campo: contro il Felino ho giocato soltanto nei minuti finali, ma si tratta comunque di una tappa molto significativa nel percorso che porta a ritrovare la migliore condizione fisica. Adesso non sono ancora al meglio, ma la strada è quella giusta: adesso mi sento all’ 80% della forma, e le prospettive per tornare al massimo nel giro di breve tempo ci sono davvero tutte”.

Continua a leggere

Eccellenza, dopodomani la Folgore ospiterà il Felino quarto della classe. Il centrocampista rubierese Milos Malivojevic: “Abbiamo un potenziale di buon livello, e le amarezze delle ultime quattro partite non possono bastare per cancellarlo. In questi giorni stiamo vivendo una sorta di malumore positivo, uno stato d’animo che ci aiuta a sviluppare ulteriori energie fisiche e mentali per reagire alle ultime quattro sconfitte. Contro i parmensi dobbiamo mantenere questo atteggiamento propositivo e combattivo, pur nella piena consapevolezza delle difficoltà che incontreremo: l’alta classifica dei rossoblù non è affatto una sorpresa, e per giunta loro hanno una difesa coriacea ed efficiente proprio come la nostra. La classifica? Dobbiamo pensare al campo”

Milos Malivojevic 2

Milos Malivojevic

Le cifre novembrine non sono affatto amiche della Folgore Rubiera: il bilancio delle quattro partite disputate questo mese parla infatti di zero vittorie e di zero gol segnati. Il riferimento è ovviamente alla Prima squadra, che ora si appresta a tornare in campo per la quattordicesima giornata: domenica allo stadio “Valeriani” i nostri beniamini ospiteranno il neopromosso Felino, realtà che è stata capace di passare dalla Prima Categoria all’Eccellenza nel giro di soli due anni. Il confronto avrà inizio al consueto orario delle 14.30: arbitrerà il sig. Simone Baiocchi di Rimini, coadiuvato dagli assistenti sigg. Riccardo Tozzi e Federico Pasotti entrambi di Imola.

“I soli numeri non sono sufficienti per raccontare il nostro rendimento durante le ultime quattro gare – sottolinea il centrocampista offensivo rubierese Milos Malivojevic In settimana il dirigente Tagliavini ha già puntualizzato questo aspetto: adesso, in vista della sfida di domenica, credo proprio che sia il caso di ribadirlo. Osservando il modo in cui ci siamo espressi, questo digiuno di punti può dirsi ampiamente immeritato: ci può stare la battuta d’arresto con la fuoriserie Correggese, ma la qualità che abbiamo messo in campo nelle altre partite non è stata premiata nel modo giusto”.

Continua a leggere

Eccellenza, Folgore in cerca di rilancio dopo due sconfitte consecutive: domenica al “Valeriani” il confronto interno con l’Agazzanese seconda della classe. Luca Bassoli: “Proveniamo da due risultati che ci puniscono in misura eccessiva. A Rolo avremmo meritato almeno un punto: la Correggese è invece stratosferica, tuttavia tra noi e loro c’è stato meno divario rispetto al 3-0 finale. Le assenze non sono un alibi, ma credo che un’infermeria così affollata come la nostra creerebbe difficoltà a qualsiasi squadra”. Contro i piacentini mister Semeraro dovrà ancora fare i conti con i forfait, ma il centrocampista biancorossoblù mantiene fiducia insieme a tutto il resto dell’organico: “Palla a terra e passaggi veloci per sorprendere i prossimi avversari. Un ko non ci getterebbe nello sconforto, ma comunque adesso siamo concentratissimi sulle tangibili possibilità di vittoria che abbiamo”

luca-bassoli

Luca Bassoli, centrocampista della Folgore Rubiera

La Folgore Rubiera di mister Semeraro ha mandato agli archivi una settimana che purtroppo non è stata così fruttuosa sotto l’aspetto dei risultati: dopo la meritata vittoria casalinga contro la Solierese, datata 28 ottobre, sono infatti arrivate due sconfitte consecutive sui campi di Rolo e Correggese. Ora, il calendario di Eccellenza continua a essere particolarmente severo con i nostri beniamini: domenica prossima, infatti, i biancorossoblù affronteranno un altro grosso calibro dell’alta classifica. A partire dalle ore 14.30, Dallari e soci saranno impegnati al “Valeriani” contro l’Agazzanese seconda della classe: un confronto che riveste caratteristiche cruciali per le ambizioni e il cammino di questa Folgore. In caso di successo i rubieresi tornerebbero brillantemente al 2° posto, ma al contrario una sconfitta li porterebbe facilmente a scendere nelle acque del centroclassifica.

“Innanzitutto, non è certo il caso di disperarsi o di nutrire inutili ansie – evidenzia il centrocampista Luca Bassoli, tra i più positivi in questo periodo nelle file della Folgore – Considerando i piani tracciati a inizio stagione e l’attuale situazione relativa all’infermeria, il nostro percorso complessivo continua a rimanere ben al di sopra delle aspettative. Inoltre, sul piano del gioco, siamo in arrivo da due risultati che ci puniscono in misura eccessiva”.

Continua a leggere

Eccellenza, il portiere Jacopo Burani: “A Castelvetro potevamo effettivamente fare meglio, ma la prova che abbiamo fornito non è stata tutta da buttar via. In ogni caso, ogni scenario fosco sarebbe del tutto fuori luogo: stiamo lavorando con efficacia per ritrovare i nostri migliori standard di rendimento, già a partire da domenica prossima”. Al “Valeriani” la Folgore Rubiera ospiterà la Solierese: “Chi crede che si tratti di un ostacolo agevole commette un errore molto grave. Intanto noi saremo ancora in versione incompleta, poi in questo girone A le squadre-materasso non esistono proprio: inoltre i gialloblù ci creeranno problemi a non finire, perchè saranno intenzionati a dare una svolta al proprio campionato. Da parte nostra servirà determinazione mista a saggezza”. Calendario difficile: giovedì 1° novembre la trasferta di Rolo, il 4 quella di Correggio. “E’ il tipo di agenda che ci serve, perchè ci darà grandi motivazioni. Lo sforzo fisico sarà consistente, ma reggeremo: abbiamo la competenza necessaria per gestire bene le energie a disposizione”

jacopo-burani

Jacopo Burani

“In effetti, a Castelvetro non siamo stati così brillanti come al solito: ci è in parte mancato quel mordente combattivo che fin qui era stato tra le nostre principali caratteristiche”. Jacopo Burani, portiere della Folgore Rubiera, commenta così la prima battuta d’arresto stagionale: come è noto domenica scorsa i nostri beniamini sono stati bloccati 2-0 in terra modenese, e con tale sconfitta i biancorossoblù hanno dovuto abbandonare la seconda piazza scendendo al terzo posto. “Ad ogni modo, mi associo alle parole che mister Semeraro ha pronunciato dopo la partita – prosegue il guardiano classe 2000 – Chiaramente è un ko amaro come tutte le sconfitte, ma adesso non è affatto il caso di mettersi a disegnare scenari foschi che sarebbero completamente fuori luogo. Innanzitutto, la prova che abbiamo fornito a Castelvetro non è stata tutta da buttare via: pur essendo meno concreti rispetto ai nostri abituali standard, siamo comunque stati capaci di fornire qualche spunto di buon livello in ogni reparto. Poi, un singolo stop non può certo bastare a rimuovere il valore di ciò che abbiamo fatto fin qui: ci stiamo rendendo artefici di un cammino più che positivo, e ora puntiamo a riprenderlo con vigore già a partire dall’impegno che ci attende”.

Continua a leggere

Eccellenza, il nuovo arrivato Alessio Acquafresca: “L’attuale secondo posto della Folgore non mi stupisce. Prima del tesseramento mi sono allenato qui a Rubiera per quasi un mese, e durante il periodo di prova ho potuto capire in maniera diretta le potenzialità che caratterizzano il nostro gruppo. D’altronde, bisogna scolpire a chiare lettere una grande verità: i pronostici approfonditi possono e devono attendere ancora. Tra poco vivremo una settimana parecchio impegnativa, con due trasferte molto ravvicinate a Rolo e Correggio: si tratta di confronti che diranno molto sulle nostre reali prospettive future”. Intanto, domenica prossima si va a Castelvetro: “La classifica non deve trarci in inganno, perchè i modenesi saranno motivatissimi nel cercare riscatto cogliendo una vittoria di lusso. Noi dovremo affrontare i padroni di casa esattamente come se fossero una compagine di alta classifica”

acquafresca rubiera

Alessio Acquafresca, centrocampista della Folgore Rubiera

Come preannunciato, domenica la Folgore Rubiera ha potuto inserire un nome nuovo sulla propria distinta di giocatori: è quello di Alessio Acquafresca, tesserato la scorsa settimana. “Su tanti siti specializzati c’è scritto che sono nato a Roma, ma in realtà non è così – puntualizza il centrocampista biancorossoblù classe 1999 – Mio padre è originario della Capitale, ma io sono nato a Mirandola e ho sempre vissuto nella Bassa modenese: più precisamente, abito a Fossa di Concordia”.

Il nuovo arrivato nelle file della Folgore passa poi a raccontare il proprio percorso calcistico: “Ho iniziato a tirare i primi calci al pallone nelle file del Carpi – evidenzia Alessio – In seguito ho giocato nelle giovanili del Parma, e poi in quelle del Sassuolo fino ad arrivare alla formazione Primavera. Nella passata stagione, ho quindi svolto le prime esperienze a livello di categoria: nella prima parte dell’annata ho disputato la serie D piemontese con il Gozzano che poi ha vinto il campionato, mentre da gennaio in avanti sono tornato in Emilia disputando l’Eccellenza a San Felice. Purtroppo, la stagione della compagine modenese si è chiusa con la retrocessione: tuttavia, l’esperienza che ho svolto in giallorosso è stata comunque molto utile per la mia ulteriore crescita a livello tecnico, agonistico e caratteriale”.

Continua a leggere

Eccellenza, Milos Malivojevic dopo il blitz sul campo del Nibbiano: “Segnare il gol-vittoria all’ultimissimo istante è una sensazione molto gratificante, ma non mi sento affatto l’eroe del giorno. Ho semplicemente fatto quel che dovevo, ben supportato dai miei compagni di squadra”. Domenica, a Campogalliano, la Folgore Rubiera affronterà il Campagnola: “C’è sempre il rischio di sottovalutare le sfide con le neopromosse, ma sono certo che non commetteremo un errore simile. Stiamo studiando a fondo i rosanero, e sappiamo bene che la formazione della Bassa è una debuttante di lusso in questa categoria”. Capitolo obiettivi: “Un avvio così positivo può suscitare un sano entusiasmo da parte di chi ci segue, ma adesso bisogna essere realisti e guardare al futuro senza castelli fantasiosi. Fin qui stiamo soltanto portando avanti il nostro percorso di crescita e miglioramento, nel contesto di un campionato che richiede parecchie energie fisiche e mentali”

Milos Malivojevic 2

Milos Malivojevic, centrocampista offensivo della Folgore Rubiera

“Realizzare un gol decisivo all’ultimo istante è sempre qualcosa che dà un’emozione sportiva formidabile: stavolta la gioia è stata totale, anche perchè la mia rete ci ha permesso di espugnare il campo di una squadra solida e attrezzatissima come il Nibbiano”. Sono ovviamente parole di Milos Malivojevic: domenica scorsa il centrocampista offensivo della Folgore Rubiera ha siglato la rete della vittoria, giunta in pieno recupero. Come è noto, nel primo tempo i padroni di casa piacentini si erano portati in vantaggio con Dioh: durante la ripresa è invece arrivato il pareggio di Alex Rinieri, e poi Milos ha completato il sorpasso. “Tutto ciò è molto gratificante, ma non mi sento affatto l’eroe del giorno – rimarca Malivojevic – A Pianello Valtidone ho semplicemente fatto ciò che devo fare, ben supportato dai miei compagni di casacca. Anche se porta la mia firma, il gol del definitivo 1-2 non è arrivata soltanto grazie a me: il merito è pure di tutto il resto della squadra, che mi ha messo nelle condizioni ideali per colpire a rete”.

Più in generale, Milos, quello contro il Nibbiano Valtidone è un successo meritato?
“Intendiamoci: abbiamo affrontato una tra le formazioni meglio allestite del campionato, che sicuramente ha i mezzi per avere un ruolo di primo piano nella parte alta della classifica. Considerando l’andamento complessivo della partita, un pareggio non avrebbe fatto gridare allo scandalo: ad ogni modo, ritengo che quest’affermazione sia comunque meritata. Nonostante il gol subìto, la Folgore ha saputo esprimere un calcio concreto ed efficiente già nel corso del primo tempo: dopo l’intervallo le nostre doti sono emerse in modo ancora più netto, e la reazione allo svantaggio è stata tra le migliori sotto ogni aspetto”.

Continua a leggere

Eccellenza, domenica Folgore Rubiera a Bagnolo per il debutto in Coppa Italia. Agrillo: “Il nostro organico ha avuto un approccio molto positivo alla stagione che sta per iniziare, ma solo tra qualche settimana sarà possibile soppesare il vero valore della Folgore. La Coppa Italia richiede sforzi supplementari, ma quando si va in campo l’obiettivo è sempre quello di vincere: un blitz al F.lli Campari sarebbe importantissimo, anche per darci ulteriore slancio in vista del campionato”. L’unico punto interrogativo per Semeraro riguarda Bassoli, in forse a causa di un problema alla gamba

a-destra-agrillo-in-azione

A destra, Fabio Agrillo in azione

La locomotiva Folgore Rubiera viaggia spedita, verso il primo impegno ufficiale dell’annata 2018/2019: domenica è infatti previsto l’appuntamento con il turno inaugurale della Coppa Italia di Eccellenza, e il debutto prevede una vera e propria classica del calcio dilettantistico. A partire dalle ore 16.30, i nostri beniamini saranno di scena sul terreno del “F.lli Campari” di Bagnolo in Piano contro i padroni di casa: il duello è valevole per il gruppo C della prima fase, un girone con partite di sola andata che comprende pure la Piccardo Traversetolo.

Mercoledì sera, 29 agosto, la perdente della sfida di domenica affronterà proprio la formazione parmense: se il duello di dopodomani terminerà in pareggio, sarà la Bagnolese a scendere in campo. Più avanti, il 12 settembre, il raggruppamento si chiuderà con il confronto tra la Piccardo e la vincente del derby reggiano. Solo la prima classificata avrà accesso alla seconda fase, contraddistinta dalla disputa di altri gironi triangolari.
LOGO“Il primo scorcio della nostra preparazione si è svolto senza inghippi – evidenzia Fabio Agrillo, navigato centrocampista della Folgore Rubiera – Si è formato un organico già molto solido, capace di seguire con efficacia e impegno le indicazioni di mister Semeraro. Peraltro nessuno sta peccando di supponenza, e i giocatori più esperti sono ben lontani dal darsi arie: l’intero organico è caratterizzato dalla ferma volontà di migliorarsi, un intento che unisce sia noi “senatori” sia i ragazzi più giovani. Detto questo – prosegue Agrillo – le prospettive sono molto lusinghiere in termini di approccio alla stagione che sta per iniziare: inoltre la società ha svolto un buon lavoro in fase di mercato, ma io ritengo che sia ancora prestissimo per delineare con esattezza gli obiettivi. A tutti i “pronosticatori”, voglio ricordare che finora abbiamo disputato soltanto due amichevoli in famiglia: da domenica inizieremo invece a fronteggiare delle avversarie vere e proprie, e solo da lì in avanti sarà possibile iniziare a soppesare il valore della Folgore in termini di classifica. Inoltre – rimarca il centrocampista classe ’83 – va ricordato che noi ci presentiamo con una rosa in buona parte rinnovata rispetto alla passata stagione: dunque adesso stiamo ancora lavorando per trovare la migliore dimensione in termini di gioco, proprio come accade a quasi tutte le altre compagini”.

Continua a leggere