Eccellenza, il nuovo arrivato Riccardo Cavallini si presenta: “La Folgore Rubiera San Fao mi ha offerto un’opportunità brillante, che non potevo affatto rifiutare. Con Burani ci sarà una sana e amichevole concorrenza interna: una nobile e salutare competizione, che aiuterà entrambi a migliorarsi. Non conosco ancora bene Andrea Ferrari, ma so che si tratta di un preparatore dei portieri contraddistinto da un curriculum davvero egregio: le sue indicazioni, unite a quelle di tutto lo staff tecnico, saranno senza dubbio utilissime per affinare il mio livello di efficacia”. Sull’agenda del prossimo campionato: “Tornare a Traversetolo da avversario mi farà un effetto davvero singolare, anche perchè là ho vissuto un ottimo periodo. Tuttavia, se giocherò io, farò davvero di tutto per tenere la saracinesca ben abbassata”

“Qui alla Folgore Rubiera San Fao ci sono tutte le premesse necessarie per vivere una stagione davvero soddisfacente: non solo a livello personale, ma anche e soprattutto per ciò che riguarda i risultati di squadra”. Il classe ’99 Riccardo Cavallini è già carico a mille in vista della sua nuova esperienza rubierese, e le sue parole ne sono una visibile testimonianza. In passato, lui si è distinto nelle giovanili della Reggiana e all’interno della Correggese Juniores: nella scorsa annata il portiere cavriaghese ha disputato l’Eccellenza nelle file della Piccardo Traversetolo, ma il suo cartellino è di proprietà del Montecchio. Ora, lui è approdato in biancorossoblù con la formula del prestito.

Cavallini in azione

Il portiere Riccardo Cavallini in azione (foto tratta da http://www.piccardotraversetolo.it)

“Mio padre Stefano è da sempre molto attento nel seguire il percorso sportivo che sto portando avanti – spiega l’estremo difensore – Il mio primo contatto con la Folgore si deve proprio a una conversazione informale tra lui e il ds Fabrizio Tagliavini: la traiettoria che mi ha condotto a Rubiera è partita proprio da lì. Ovviamente tengo in grande considerazione i consigli di papà, perchè lui mastica calcio da una vita: tuttavia sono sempre io a prendere le decisioni finali in merito alla mia destinazione, e devo dire che sono rimasto davvero contentissimo quando la Folgore mi ha cercato. In buona sostanza, non potevo certo dire di no: questo club rappresenta una realtà prestigiosa e vivace nell’ambito del calcio dilettantistico reggiano, e il fatto di poter indossare questa maglia rappresenta un autentico valore aggiunto. Peraltro non ho mai sentito di un giocatore che a Rubiera si sia trovato male: ciò rappresenta un aspetto che la dice senz’altro lunga sulla serietà e sulla qualità dell’ambiente biancorossoblù”.

Continua a leggere

Annunci

Eccellenza, l’organico della Folgore Rubiera San Fao si arricchisce con un ulteriore innesto: è quello del promettente guardiano Riccardo Cavallini, classe ’99 che nella scorsa stagione ha difeso la porta della Piccardo Traversetolo

cavallini riccardo

Il portiere Riccardo Cavallini (foto tratta da http://www.piccardotraversetolo.it)

Un altro volto nuovo per la Folgore Rubiera San Fao: tra i giocatori biancorossoblù che affronteranno il prossimo campionato di Eccellenza, ci sarà anche il portiere Riccardo Cavallini. Nato nel 1999, il promettente estremo difensore può vantare rilevanti esperienze nelle giovanili della Reggiana: si tratta di un guardiano che ha disputato anche il campionato Juniores nazionale con la Correggese, e inoltre conosce già molto bene l’ambiente dell’Eccellenza.

Nella scorsa stagione, Cavallini ha infatti indossato la casacca della Piccardo Traversetolo: nelle file parmensi lui è riuscito a mettersi in luce in varie occasioni, anche nella sfida di ritorno contro i nostri beniamini. Lo scorso 6 gennaio, la Folgore ha infatti ottenuto un pareggio per 1-1 sul difficile campo della Val d’Enza: in porta per i padroni di casa c’era proprio Cavallini, che ha saputo fornire una prova di buon livello pure in quella circostanza.

Continua a leggere

Eccellenza, il nuovo arrivato Francesco Silipo: “Per i pronostici approfonditi è ancora presto, ma le mosse della Folgore Rubiera stanno andando verso una direzione molto chiara: saremo in grado di esprimere qualità e tenacia nell’affrontare ogni avversaria, e avremo le stesse doti anche contro le squadre che adesso sembrano candidarsi al 1° posto”. A livello personale: “Tra le mie principali caratteristiche c’è l’efficacia nei duelli uno contro uno, ma anche la capacità di realizzare gol a sorpresa con conclusioni dalla lunga distanza. Fisicamente sono in forma, e spero che il giorno del raduno arrivi prima possibile: dopo gli 8 gol in campionato che ho messo a segno nella passata stagione, nel 2019/2020 punterò ad arrivare in doppia cifra”

Silipo Francesco

Francesco Silipo, nuovo attaccante della Folgore Rubiera

“Per i pronostici più approfonditi bisognerà ancora aspettare qualche settimana, perchè adesso il mercato è ancora in pieno svolgimento: tuttavia, credo che il mercato rubierese stia prendendo una direzione decisamente chiara e confortante. Penso proprio che questa Folgore saprà sempre essere all’altezza della situazione, anche nel confronto con le superpotenze del girone di Eccellenza che andremo a disputare”. A parlare è Francesco Silipo: l’attaccante classe 1996 è tra i volti nuovi della formazione biancorossoblù per la stagione 2019/2020. Agli inizi del suo percorso calcistico, lui ha indossato le casacche di Reggiana Giovanissimi, Parma Allievi (campione d’Italia 2013) e Torino Primavera: a seguire è arrivato il trasferimento in serie D, dove Silipo si è fatto notare nelle file di Jolly Montemurlo (Toscana) e Virtus Castelfranco. Nella prima parte del campionato 2017/2018, lui ha quindi disputato l’Eccellenza nelle file della Casalgrandese: a metà annata è poi arrivato il trasferimento in Promozione, dove Silipo è stato tra i principali punti di riferimento dell’Atletico Montagna. Nella scorsa annata, il ritorno in Eccellenza: il nuovo arrivato in casa Folgore proviene da un’intera stagione nelle file della Bagnolese. La compagine del Torrazzo ha raggiunto il 3° posto nel girone A con 60 punti, sfiorando l’accesso ai play off nazionali: l’attaccante di Fogliano ha dato un forte contributo alla causa rossoblù, totalizzando un bottino pari a 8 gol in campionato.

silipo torino

A sinistra, Francesco Silipo in azione durante la sua permanenza nella nella Primavera del Torino (stagione 2014/2015)

E adesso, Silipo, quali sono le ragioni che ti hanno spinto a scegliere la Folgore Rubiera?

“Anche se sono un nuovo arrivato, conosco già molto bene la realtà biancorossoblù: si tratta di una squadra che ho affrontato varie volte da avversario. Inoltre lo staff dirigenziale è caratterizzato da assoluta serietà e massima competenza: ne parlo a ragion veduta, perchè i miei primi contatti con la Folgore risalgono a un paio d’anni fa. Adesso l’accordo tra noi ha finalmente potuto concretizzarsi, e non posso che ringraziare la società per avermi continuato a cercare con forte e costante convinzione: un grazie particolare va ovviamente al ds Fabrizio Tagliavini, che da sempre crede fermamente nelle mie potenzialità. Inoltre, i motivi che mi hanno portato qui riguardano anche la conformazione generale della squadra: sta per nascere un organico che saprà divertirsi e far divertire, sulla falsariga di quanto è già avvenuto nella scorsa stagione. Di conseguenza, credo proprio di avere trovato la soluzione che fa al caso mio: inoltre io lavoro proprio a Rubiera, e quindi questa mia nuova sistemazione calcistica è ottimale pure dal punto di vista logistico”.

Continua a leggere

Juniores, Il Torneo Cavazzoli resta stregato: il Bibbiano San Polo si impone nella finalissima del “Mirabello” per il secondo anno consecutivo, peraltro con lo stesso risultato di 12 mesi fa. Ieri non è bastata la doppietta del fantasista rubierese Alessandro Porrini, che ha anche ricevuto un premio individuale: la formazione della Val d’Enza ha prevalso 2-3. Il tecnico biancorossoblù Marco Ognibene: “Abbiamo sfiorato quella che sarebbe stata una vera impresa, contro un’avversaria decisamente di qualità. Un vero peccato perchè avremmo meritato di imporci, considerando anche l’ottimo cammino svolto durante il Torneo: in ogni caso quest’anno i ragazzi sono ulteriormente maturati, e sono convinto che molti di loro potranno essere un buon investimento per la Folgore del futuro”

PORRINI ALESSANDRO

Alessandro Porrini, autore di 2 gol

FOLGORE RUBIERA – BIBBIANO SAN POLO

2 – 3

RETI: 17’pt Porrini (F), 6’st Cilloni (B), 9’st rig. Porrini (F), 16’st e 46’st Cilloni (B).

FOLGORE RUBIERA: Burani, Vena, Blotta, Paglia, Piredda (dal 19’st Di Mattia), Ascari, Chiossi (dal 34’st Merendino), Bassoli, Porrini, Dosso (dal 16’st Corradini Gobbi), Durantini (dal 22’st Parenti). A disp.: Loschi, Serpetti, D’Ambrosio, Melli, Bonini. Allenatore: Marco Ognibene.

BIBBIANO SAN POLO: Rizzo, Fema (dal 21’st Venturi), Fioroni, Borghi, Renzi, Barry, Trombi, Colombini, Ametta; Neri, Cilloni. A disp.: Spaggiari, Vescovini, Grasselli, Venturi, Guidelli, Truzzi, Bellocchi, Chierici, Kondakciu. Allenatore: Delrio.

ARBITRO: Pedrini (assistenti Zanre e Caggiano).

NOTE: ammoniti Vena e Di Mattia (F). Prima dell’inizio della gara, è stato osservato un minuto di raccoglimento in memoria di Francesco Rossi e Matteo Paolini.

Continua a leggere

Eccellenza, tre ulteriori riconferme per la Folgore Rubiera: restano in biancorossoblù anche i talentosi giovani Jacopo Burani, Mattia Paglia e Luca Bassoli

PAGLIA MATTIA

Mattia Paglia

Tre ulteriori riconferme per la Folgore Rubiera di Eccellenza: un terzetto di giovani di assoluto talento, che in svariate occasioni ha saputo conquistare i meritati applausi del pubblico biancorossoblù. “Nella prossima stagione agonistica, mister Semeraro potrà ancora fare affidamento sul portiere classe 2000 Jacopo Burani – afferma il ds Fabrizio Tagliavini – Restano anche il difensore ’99 Mattia Paglia e il suo coetaneo Luca Bassoli, che gioca nel ruolo di centrocampista. Burani e Bassoli sono arrivati nel 2016, mentre Mattia ci ha raggiunti l’anno dopo: tutti e tre sono cresciuti calcisticamente nel vivace e prestigioso settore giovanile della Reggio Calcio. Il loro percorso qui alla Folgore è stato contraddistinto da ulteriori e costanti miglioramenti, e dunque siamo davvero lieti di avere piazzato questo rilevante tris di rinnovi”.

BURANI JACOPO

Jacopo Burani

“Come è noto – prosegue il direttore sportivo – Jacopo, Mattia e Luca saranno anche tra i protagonisti della finalissima del Torneo Juniores “Aldo Cavazzoli”: la sfida con il Bibbiano San Polo si giocherà domani pomeriggio a Reggio, nella cornice dello stadio Mirabello. A tale proposito, colgo l’occasione per rivolgere il migliore “in bocca al lupo” all’intero gruppo della Folgore che giocherà per la conquista dell’ambito titolo: l’augurio si estende ovviamente a mister Ognibene e al ds uscente Melli. Fin qui, la Juniores che ha disputato il Cavazzoli ha saputo costruire un percorso davvero di ottimo livello: ora resta l’ultimo gradino da scalare, e siamo certi di avere le potenzialità necessarie per provare fino in fondo a centrare il bersaglio pieno”.

Continua a leggere

Torneo Cavazzoli, Folgore Rubiera Juniores in campo domani a Scandiano per la semifinale: in agenda c’è il gran derby con l’Arcetana. Il difensore biancorossoblù Samuele Serpetti: “Stiamo andando oltre le migliori aspettative, e ora possiamo puntare con rinnovata convinzione a centrare quel 1° posto che lo scorso anno ci è sfuggito davvero per un soffio. Adesso inizia a farsi largo un po’ di stanchezza, come è normale che sia dopo una stagione così intensa: d’altro canto, mister Ognibene sa impostare un lavoro di grande efficacia anche per quanto riguarda il recupero delle energie”. Sui biancoverdi: “I nostri prossimi avversari possono contare su una buona prestanza fisica e su una fase di centrocampo particolarmente efficiente. Sfida complessa, ma l’affronteremo facendo valere le migliori doti che ci caratterizzano”

SERPETTI

Samuele Serpetti, difensore della Folgore Rubiera

Tempo di semifinali al 38° Torneo “Aldo Cavazzoli”: la Folgore Rubiera Juniores ha l’opportunità di disputare la finalissima per il secondo anno consecutivo, ma prima bisognerà superare un ostacolo che si preannuncia tutt’altro che semplice. Domani sera 4 giugno, a partire dalle ore 21, i biancorossoblù saranno di scena al “Torelli” di Scandiano nel gran derby contro l’Arcetana: si tratta della semifinale, che ovviamente si giocherà con la consueta formula della gara secca a eliminazione diretta. In caso di parità al termine degli 80 minuti regolamentari, si procederà allo svolgimento di un tempo supplementare della durata di un quarto d’ora: se l’equilibrio nel punteggio dovesse persistere, spazio ancora una volta ai calci di rigore. Considerando il recente cammino delle due contendenti, l’espressione “ancora una volta” risulta decisamente appropriata: sia la Folgore sia l’Arcetana provengono infatti da due affermazioni maturate in seguito ai tiri dagli 11 metri. Nella fattispecie i nostri beniamini hanno superato il Vezzano negli ottavi e la Castelnovese/Meletolese nei quarti, mentre i biancoverdi sono riusciti ad avere la meglio su Atletico Montagna (ottavi) e San Michelese (quarti).

“Fin dall’inizio del 38° Cavazzoli, sapevamo di avere a disposizione una serie di potenzialità più che egregie – osserva il difensore rubierese Samuele Serpetti D’altro canto si tratta di un torneo in cui i pronostici hanno un valore davvero relativo, addirittura inferiore rispetto al solito: dunque, non era affatto scontato che noi riuscissimo ad arrivare così lontano. Prendendo in esame il modo in cui abbiamo raggiunto la semifinale, credo che questa Folgore stia andando ben oltre le più rosee aspettative: d’altro canto, come è ovvio che sia, ora non ci sentiamo affatto con la pancia piena”.

“Io sono tra i giocatori che hanno fatto parte della Folgore Juniores che ha partecipato al Cavazzoli 2018 – rimarca Serpetti – Quella sconfitta in finale contro il Bibbiano San Polo brucia ancora, e adesso ciascuno di noi può contare su una dose di motivazioni davvero elevata: siamo intenzionati, anzi intenzionatissimi a centrare quel trofeo che lo scorso anno ci è sfuggito davvero per un soffio. Chiaramente, la semifinale contro l’Arcetana rappresenta un passaggio di basilare importanza in tal senso”.

Continua a leggere

Torneo Cavazzoli, parte la fase a eliminazione diretta: domani gli ottavi di finale. Cambia la sede della gara: si gioca al “Valeriani” di Rubiera, e una battagliera Folgore Juniores ospita il Vezzano. Il portiere biancorossoblù Burani: “Stiamo portando avanti un percorso in crescendo, anche sul piano caratteriale. La formazione matildica punta molto sulle sue grandi capacità di corsa: di conseguenza, dovremo saper sviluppare una manovra tanto rapida quanto efficiente”

burani-jacopo.jpg

Jacopo Burani, portiere della Folgore Rubiera

Da adesso in avanti, non sono più ammessi errori: il 38° Torneo “Aldo Cavazzoli” entra nella fase a eliminazione diretta, e dunque da ora in avanti la vittoria rappresenta l’unico risultato utile. Ad ogni modo, la Folgore Rubiera Juniores è abituata a cogliere l’intera posta in palio: i biancorossoblù si sono infatti qualificati agli ottavi di finale dopo aver chiuso il girone A a punteggio pieno, con 3 successi su altrettante gare disputate. Nel turno inaugurale, giova ricordarlo, la formazione di Marco Ognibene si è imposta per 1-3 sul campo dello Sporting Cavriago: a seguire sono arrivati due acuti casalinghi, 2-1 contro la Virtus Libertas e 3-0 nella sfida di martedì scorso al cospetto della Fidentina.

Gli ottavi si giocheranno domani sera, martedì 28 maggio: in tutti i casi si tratterà di gare secche e senza appello. I nostri Juniores affronteranno i pari età del Vezzano, che hanno ottenuto il 2° posto nel raggruppamento C. Attenzione al campo di gioco, perchè c’è una rilevante variazione rispetto a quanto comunicato nei giorni scorsi: il duello non si giocherà al “Poggio” di Albinea, ma al “Valeriani” di Rubiera. Invariato l’orario d’inizio, che resta fissato alle 21.

“Al di là dei risultati che abbiamo ottenuto fin qui, sono davvero felice per il percorso che stiamo portando avanti – commenta il portiere rubierese Jacopo Burani – In questo Torneo Cavazzoli, lo spirito di squadra e l’unità d’intenti stanno facendo la differenza a nostro favore: sono doti che ci contraddistinguono in pieno, e che ci stanno permettendo di arrivare a progressivi miglioramenti anche sotto il profilo tecnico. In particolare, credo che la sfida della settimana scorsa rispecchi al meglio la crescita di questa Folgore: abbiamo saputo imporci con grande autorità contro un’avversaria di alto livello, aggiudicandoci quello che era un vero e proprio spareggio per il 1° posto del girone”. 

Continua a leggere

Eccellenza, la Folgore Rubiera deve guardarsi dagli artigli dei “Gatti”: domenica al Valeriani arriva un Fiorano alla ricerca di punti salvezza. Il portiere biancorossoblù Lanzotti: “Siamo in arrivo da una vittoria ottenuta grazie alle migliori doti che ci caratterizzano. Anche se il 2° posto è ormai irraggiungibile, il nostro approccio alle partite non cambia di una virgola: spirito di gruppo, concentrazione e tenacia sono i veri capisaldi della concezione di gioco che ci contraddistingue. Contro i modenesi saremo nuovamente rimaneggiati, ma abbiamo sempre dimostrato di saper arginare le assenze in modo costruttivo ed efficace. All’andata abbiamo vinto 0-3, ed è da lì che bisogna prendere le mosse per centrare di nuovo i tre punti”. Un bilancio stagionale: “A livello di squadra c’è una punta di amarezza, che però non toglie assolutamente nulla alla grande soddisfazione per l’ottimo percorso svolto”

lanzotti-riccardo.jpg

Riccardo Lanzotti, portiere della Folgore Rubiera

Dal Felino ai… Gatti: queste fasi conclusive della stagione biancorossoblù si prestano facilmente a un simpatico gioco di parole etologico. Dopo l’altisonante vittoria riportata domenica scorsa sul campo della compagine parmense, ora la formazione di mister Semeraro è al lavoro per affrontare il Fiorano: come è noto, il gatto è l’animale che da sempre campeggia sullo stemma sociale del club modenese. La sfida con i biancorossi d’oltre Secchia si disputerà domenica prossima 14 aprile sul terreno del “Valeriani”, con fischio d’inizio alle ore 15.30: il confronto sarà valido per la terzultima giornata di Eccellenza, che sarà anche l’ultima sfida prima della pausa pasquale. In seguito il girone A tornerà a far parlare di sè il 28 aprile e il 5 maggio, con le due giornate che concluderanno la ricca galoppata iniziata lo scorso settembre.

A Felino, la porta rubierese è stata difesa da Riccardo Lanzotti: “La mentalità ha avuto un ruolo essenziale per portare a casa i tre punti – sottolinea il guardiano della Folgore – Innanzitutto, sulle prime la sfida non si era affatto messa così bene per noi: ancora una volta abbiamo dovuto presentarci con una formazione falcidiata dalle assenze, e inoltre i padroni di casa hanno sbloccato la situazione in proprio favore dopo soli 10 minuti. In condizioni simili sarebbe stato facile farsi prendere da un’eccessiva superficialità, affrontando la trasferta parmense come se fosse una semplice gita: invece noi abbiamo sviluppato un atteggiamento diametralmente opposto, che alla fine ci ha dato ragione in pieno”.

Continua a leggere