Folgore Rubiera proiettata sul confronto casalingo di domenica: al “Valeriani” arriverà la San Michelese, per una vera classica del campionato di Eccellenza. L’attaccante biancorossoblù Durantini: “Anche se abbiamo otto punti in più rispetto ai prossimi avversari, la classifica non ci permette di elaborare pronostici a nostro favore. I sassolesi stanno vivendo un periodo negativo sul piano dei risultati, e proprio per questo saranno animati da una fortissima sete di punti: è uno stato d’animo che conosciamo bene… Per quanto ci riguarda, nessun segreto o strategia particolare: continueremo sulla strada che stiamo tracciando, con determinazione e grande attenzione anche ai minimi dettagli”. A livello personale: “Bilancio positivo, sono davvero felice per la fiducia che squadra e staff tecnico mi stanno accordando”

Lorenzo Durantini

Lorenzo Durantini

Lorenzo Durantini ha saputo ritagliarsi un ruolo di buon spessore nella vittoria che la Folgore Rubiera ha ottenuto domenica scorsa: il giovane attaccante biancorossoblù ha giocato titolare nel duello sul campo del Fiorano, rimanendo in campo fin quasi al termine della gara. “Lo scorso anno il mio impegno era rivolto essenzialmente alla Folgore Juniores, e questo è ufficialmente il mio primo anno in Eccellenza – spiega il promettente classe 2000 – Adesso la stagione 2018/2019 è quasi giunta a metà strada, e fin qui il bilancio personale non può che essere positivo: mister Semeraro mi sta assegnando molti spazi e grande fiducia. D’altro canto, alla mia età non si può certo pensare di essere “arrivati”: allo stesso modo, non ho la minima intenzione di montarmi la testa per il buon periodo che sto attraversando. So di dover ancora imparare molto, sotto ogni punto di vista: oltre alle indicazioni dello staff tecnico, anche i preziosi consigli dei miei compagni di squadra si stanno rivelando davvero utili per concretizzare quei miglioramenti che rappresentano il mio preciso obiettivo”.

E visto che siamo sull’argomento dei traguardi individuali, viene naturale domandarsi quale sia la meta di Durantini in termini di bottino offensivo: Al momento devo pensare a sbloccarmi in chiave di attacco, cercando di realizzare il mio primo gol in Eccellenza – spiega il diretto interessato – sarebbe una tappa di grandissima importanza nel percorso di crescita di cui parlavo prima, e soprattutto aiuterebbe l’intera Folgore a raccogliere quelle soddisfazioni che ci meritiamo come squadra”.

Continua a leggere

Annunci

Eccellenza, Folgore in cerca di rilancio dopo due sconfitte consecutive: domenica al “Valeriani” il confronto interno con l’Agazzanese seconda della classe. Luca Bassoli: “Proveniamo da due risultati che ci puniscono in misura eccessiva. A Rolo avremmo meritato almeno un punto: la Correggese è invece stratosferica, tuttavia tra noi e loro c’è stato meno divario rispetto al 3-0 finale. Le assenze non sono un alibi, ma credo che un’infermeria così affollata come la nostra creerebbe difficoltà a qualsiasi squadra”. Contro i piacentini mister Semeraro dovrà ancora fare i conti con i forfait, ma il centrocampista biancorossoblù mantiene fiducia insieme a tutto il resto dell’organico: “Palla a terra e passaggi veloci per sorprendere i prossimi avversari. Un ko non ci getterebbe nello sconforto, ma comunque adesso siamo concentratissimi sulle tangibili possibilità di vittoria che abbiamo”

luca-bassoli

Luca Bassoli, centrocampista della Folgore Rubiera

La Folgore Rubiera di mister Semeraro ha mandato agli archivi una settimana che purtroppo non è stata così fruttuosa sotto l’aspetto dei risultati: dopo la meritata vittoria casalinga contro la Solierese, datata 28 ottobre, sono infatti arrivate due sconfitte consecutive sui campi di Rolo e Correggese. Ora, il calendario di Eccellenza continua a essere particolarmente severo con i nostri beniamini: domenica prossima, infatti, i biancorossoblù affronteranno un altro grosso calibro dell’alta classifica. A partire dalle ore 14.30, Dallari e soci saranno impegnati al “Valeriani” contro l’Agazzanese seconda della classe: un confronto che riveste caratteristiche cruciali per le ambizioni e il cammino di questa Folgore. In caso di successo i rubieresi tornerebbero brillantemente al 2° posto, ma al contrario una sconfitta li porterebbe facilmente a scendere nelle acque del centroclassifica.

“Innanzitutto, non è certo il caso di disperarsi o di nutrire inutili ansie – evidenzia il centrocampista Luca Bassoli, tra i più positivi in questo periodo nelle file della Folgore – Considerando i piani tracciati a inizio stagione e l’attuale situazione relativa all’infermeria, il nostro percorso complessivo continua a rimanere ben al di sopra delle aspettative. Inoltre, sul piano del gioco, siamo in arrivo da due risultati che ci puniscono in misura eccessiva”.

Continua a leggere

Eccellenza, Milos Malivojevic dopo il blitz sul campo del Nibbiano: “Segnare il gol-vittoria all’ultimissimo istante è una sensazione molto gratificante, ma non mi sento affatto l’eroe del giorno. Ho semplicemente fatto quel che dovevo, ben supportato dai miei compagni di squadra”. Domenica, a Campogalliano, la Folgore Rubiera affronterà il Campagnola: “C’è sempre il rischio di sottovalutare le sfide con le neopromosse, ma sono certo che non commetteremo un errore simile. Stiamo studiando a fondo i rosanero, e sappiamo bene che la formazione della Bassa è una debuttante di lusso in questa categoria”. Capitolo obiettivi: “Un avvio così positivo può suscitare un sano entusiasmo da parte di chi ci segue, ma adesso bisogna essere realisti e guardare al futuro senza castelli fantasiosi. Fin qui stiamo soltanto portando avanti il nostro percorso di crescita e miglioramento, nel contesto di un campionato che richiede parecchie energie fisiche e mentali”

Milos Malivojevic 2

Milos Malivojevic, centrocampista offensivo della Folgore Rubiera

“Realizzare un gol decisivo all’ultimo istante è sempre qualcosa che dà un’emozione sportiva formidabile: stavolta la gioia è stata totale, anche perchè la mia rete ci ha permesso di espugnare il campo di una squadra solida e attrezzatissima come il Nibbiano”. Sono ovviamente parole di Milos Malivojevic: domenica scorsa il centrocampista offensivo della Folgore Rubiera ha siglato la rete della vittoria, giunta in pieno recupero. Come è noto, nel primo tempo i padroni di casa piacentini si erano portati in vantaggio con Dioh: durante la ripresa è invece arrivato il pareggio di Alex Rinieri, e poi Milos ha completato il sorpasso. “Tutto ciò è molto gratificante, ma non mi sento affatto l’eroe del giorno – rimarca Malivojevic – A Pianello Valtidone ho semplicemente fatto ciò che devo fare, ben supportato dai miei compagni di casacca. Anche se porta la mia firma, il gol del definitivo 1-2 non è arrivata soltanto grazie a me: il merito è pure di tutto il resto della squadra, che mi ha messo nelle condizioni ideali per colpire a rete”.

Più in generale, Milos, quello contro il Nibbiano Valtidone è un successo meritato?
“Intendiamoci: abbiamo affrontato una tra le formazioni meglio allestite del campionato, che sicuramente ha i mezzi per avere un ruolo di primo piano nella parte alta della classifica. Considerando l’andamento complessivo della partita, un pareggio non avrebbe fatto gridare allo scandalo: ad ogni modo, ritengo che quest’affermazione sia comunque meritata. Nonostante il gol subìto, la Folgore ha saputo esprimere un calcio concreto ed efficiente già nel corso del primo tempo: dopo l’intervallo le nostre doti sono emerse in modo ancora più netto, e la reazione allo svantaggio è stata tra le migliori sotto ogni aspetto”.

Continua a leggere

Folgore Rubiera al lavoro in vista della sfida di domenica prossima sul campo del Nibbiano Valtidone: la compagine di Semeraro è l’unica squadra dell’Eccellenza emiliano-romagnola a non avere ancora subìto reti. Daniele Vacondio: “La nostra fase difensiva è un vero e proprio concetto globale di squadra. Gli sforzi per evitare di prendere gol non riguardano soltanto noi giocatori di reparto, ma l’intero undici in campo”. Sulla trasferta in terra piacentina: “Squadra e mister si stanno confrontando per trovare le migliori strategie da applicare in campo, e fin qui sono emerse idee convincenti. Ci attende una sfida di altissimo impegno, ma possiamo senza dubbio giocarcela alla pari”. Obiettivi stagionali: “Nessuna euforia, meglio mantenere un sano realismo e i piedi ben piantati a terra. Abbiamo un organico di valore, però il cammino resta lungo e i proclami devono lasciare il posto alla massima cautela”

Daniele Vacondio

Daniele Vacondio, difensore della Folgore Rubiera

Il pareggio casalingo di domenica scorsa, 0-0 con il Formigine Rosselli Mutina, non ha impedito alla Folgore Rubiera di conservare la vetta della classifica di Eccellenza: 7 i punti fin qui totalizzati, proprio come quella Correggese che adesso condivide il 1° posto con i nostri beniamini.
Restando sempre a parlare di dati meramente statistici, la compagine di mister Semeraro è riuscita a conquistare un primato tanto singolare quanto significativo: dopo le prime tre giornate di campionato, la Folgore è l’unica squadra dell’Eccellenza emiliano-romagnola a non avere ancora subìto gol. Tutte le altre formazioni sono state perforate almeno una volta, sia nel girone A sia nel gruppo B.

“La nostra fase difensiva è un vero e proprio concetto globale di squadra – spiega Daniele Vacondio, componente della retroguardia rubierese – Gli sforzi per evitare di prendere gol non si limitano a un solo reparto, ma coinvolgono l’intero undici in campo. Quando sono gli avversari ad avere palla, tutti noi ci mettiamo d’impegno per costruire un’efficace cerniera: in poche parole, anche i centrocampisti e persino le punte diventano parte attiva del fortino che costruiamo”.

Continua a leggere

Eccellenza, oggi pomeriggio la Folgore Rubiera ospita al “Valeriani” il Formigine Rosselli Mutina: appuntamento dalle ore 15,30. Juniores, il cammino dei nostri beniamini inizia purtroppo con una sconfitta: la formazione di Ognibene cede sul difficile campo della San Michelese

Omar Dallari

Omar Dallari, colonna della Folgore Rubiera

Archiviata la Coppa Italia, la Folgore Rubiera è pronta per rituffarsi nel clima campionato: oggi pomeriggio, a partire dalle ore 15.30, i nostri beniamini ospiteranno al “Valeriani” il Formigine Rosselli Mutina in occasione della terza giornata di Eccellenza. Il duello sarà arbitrato dal sig. Simone Baiocchi di Rimini, coadiuvato dagli assistenti sigg. Andrea Carrucciu e Luca Granata entrambi di Parma.

La compagine allenata da Alessandro Semeraro si presenta con buone credenziali, avvalorate dal cammino a punteggio pieno che ha contraddistinto le prime due giornate di campionato: tutto ciò senza dimenticare la partita di mercoledì sera in Coppa, una buona prova contro la Piccardo anche se il punteggio non è andato oltre lo 0-0. Oggi, tuttavia, i rubieresi non si presenteranno al completo: Luca Bassoli e Sabri Mhadhbi saranno assenti a causa dei rispettivi infortuni, mentre Stefano Ficarelli dovrà scontare la prima delle due giornate di squalifica inflitte dal Giudice Sportivo dopo l’espulsione di domenica scorsa. Sono inoltre in dubbio Judmir Hoxha e Niccolò Vena, entrambi non al meglio della condizione fisica. Viceversa, nelle file ospiti al momento non sono previste assenze.

Le altre partite del terzo turno sono Agazzanese-Nibbiano Valtidone, Bagnolese-Campagnola, Castelvetro-Solierese, Colorno-San Michelese, Correggese-Piccardo Traversetolo, Felino-Cittadella Vis San Paolo, Fiorano-Pallavicino e Rolo-Salsomaggiore.

Classifica del campionato di Eccellenza – girone A: Folgore Rubiera e Salsomaggiore 6 punti; Felino, Correggese, Nibbiano Valtidone e San Michelese 4; Agazzanese, Campagnola, Castelvetro, Colorno, Piccardo Traversetolo, Formigine Rosselli Mutina e Solierese 3; Fiorano e Rolo 1; Bagnolese, Cittadella Vis San Paolo e Pallavicino 0.

Continua a leggere

Eccellenza, tre “giovani” riconferme per l’organico della Folgore: Burani, Paglia e Bassoli resteranno a Rubiera anche nella prossima stagione

jacopo-burani

Jacopo Burani

Tre ulteriori riconferme in casa Folgore Rubiera: l’organico che affronterà il prossimo campionato di Eccellenza, sotto la guida di mister Semeraro, sta prendendo sempre più forma.

Nella prossima stagione agonistica, il portiere classe 2000 Jacopo Burani indosserà ancora la nostra casacca: durante l’annata 2017/2018, il guardiano di scuola Reggio Calcio ha saputo destare ottime impressioni sia in Prima squadra sia nel recente Torneo Cavazzoli.
mattia paglia

Mattia Paglia

Per quanto riguarda la retroguardia, il classe ’99 Mattia Paglia resta alla Folgore: anche lui è cresciuto nel florido vivaio della Reggio Calcio, per poi trasferirsi nelle file del Parma Berretti. Un anno fa questo promettente talento difensivo è approdato qui a Rubiera, e nel corso dei mesi ha saputo guadagnarsi la riconferma a pieni voti.

luca-bassoli

Luca Bassoli

A centrocampo, spicca poi il rinnovo dell’accordo con il ’99 Luca Bassoli: si tratta di un volto ormai noto al pubblico del “Valeriani”, visto che lui si appresta a vivere la sua terza stagione consecutiva nelle file rubieresi. Nel 2016/2017, Luca era arrivato con l’intento di dare man forte alla compagine Juniores: tuttavia, le sue doti sia tecniche sia caratteriali ne hanno favorito la promozione in Prima squadra già a dicembre 2016.

In precedenza, tutti e tre i giocatori erano alla Folgore Rubiera con la formula del prestito: ora però il nostro club ha acquisito i rispettivi cartellini a “titolo definitivo”.

E’ online il nuovo numero di “Folgore Rubiera Magazine”!

luca-bassoli

Luca Bassoli

Domenica pomeriggio, dalle ore 14.30, i nostri beniamini ospiteranno l’Agazzanese per il 14° turno di Eccellenza: ritorna dunque il nostro “Folgore Rubiera Magazine“, che giunge al suo settimo appuntamento stagionale. Le copie in formato cartaceo saranno distribuite direttamente allo stadio “Valeriani“, in occasione della partita: tuttavia, come sempre qui sul nostro sito è possibile visualizzare in anteprima i contenuti della pubblicazione.

Questo dunque il menu della nuova uscita:

  • Il centrocampista Luca Bassoli commenta la sconfitta di San Michele, e traccia le prospettive rubieresi in vista della sfida contro l’Agazzanese
  • Uno sguardo sugli avversari con Francesco Ghidini, direttore generale della compagine piacentina
  • Calendari & numeri del campionato di Eccellenza
  • Coppa Italia di Eccellenza: la Folgore ha raggiunto la semifinale per la seconda volta nelle ultime tre stagioni.
  • Il grande ritorno di Fabio Agrillo, di nuovo a disposizione dopo il lungo stop per infortunio
  • L’agenda della Folgore Juniores

Tutto ciò cliccando qui FOLGORE RUBIERA MAGAZINE N° 7 – DOMENICA 26 NOVEMBRE 2017 o recandosi nell’apposita sezione del nostro sito.

Buona lettura!

Prima squadra, Judmir Hoxha: “Non ci siamo affatto scordati come si fa a vincere, e il nostro animo è tutt’altro che demoralizzato. Fin qui abbiamo pagato a carissimo prezzo ogni singola svista, senza dimenticare qualche bizzarro provvedimento arbitrale: tuttavia il gruppo ha una valida intelaiatura sia tecnica sia caratteriale, e ci prepariamo ad affrontare senza timori un’avversaria di primissimo piano come il Nibbiano Valtidone”. A livello personale: “Spero di fare meglio dell’anno scorso, raggiungendo la doppia cifra nella classifica marcatori”

HOXHA Judmir

Judmir Hoxha, attaccante della Prima squadra

“Perchè la Folgore non riesce più a vincere?” E’ la domanda che pubblico e addetti ai lavori si stanno facendo con insistenza, specie alla luce del nuovo segno X di domenica scorsa. Tra i personaggi più qualificati per rispondere c’è senza dubbio Judmir Hoxha: lui ha infatti siglato l’ultimo gol rubierese in ordine di tempo, quello che il 17 settembre scorso ha permesso di raggiungere l’1-1 casalingo contro la Rosselli Mutina.

“In questo primo scorcio del campionato di Eccellenza che stiamo vivendo, una serie di fattori ci ha giocato contro – evidenzia l’esperto attaccante di origine albanese – Le responsabilità sono in buona parte nostre, ma non solo. Purtroppo, troppe volte siamo incappati in leggerezze o errori di ingenuità: si è trattato di sviste passeggere e del tutto episodiche, che però sono costate davvero care in termini di risultati. In buona sostanza, fin qui siamo stati puniti a ogni minimo errore: del resto c’era da aspettarsi questa severità da parte degli avversari, anche perchè fin qui abbiamo sempre affrontato delle squadre di medio-alta classifica. Poi, il mio intento non è affatto quello di fare polemica riguardo agli arbitraggi, perchè in fin dei conti gli errori di chi dirige la gara fanno parte del gioco: ad ogni modo è impossibile ignorare gli strani provvedimenti a nostro sfavore che sono stati presi in certe occasioni, come la trasferta di Sant’Agostino o il match del Valeriani contro la Rosselli”.
Domenica scorsa a Bagnolo avete rimediato il quarto pareggio consecutivo, che in realtà è il sesto se consideriamo anche gli impegni di Coppa. A fine gara, mister Vacondio ha parlato di una Folgore sottotono rispetto alle occasioni precedenti: sei d’accordo?
“In effetti, forse la nostra prova contro la Bagnolese è stata meno appariscente e tambureggiante del solito: comunque sia abbiamo giocato con intensità e impegno, e non a caso siamo riusciti a ritagliarci più di qualche buona occasione per portare a casa l’intera posta in palio. Considerando l’andamento complessivo dell’incontro, il pari è un risultato giusto: i rossoblù ci hanno tenuto testa nel migliore dei modi, e hanno dimostrato di avere un dna da grande squadra. Per contro resta una punta di amarezza, perchè era davvero un’occasione buona per cogliere il primo successo: penso ad esempio al gol che ho davvero sfiorato, con il portiere bagnolese Della Corte che ha compiuto un autentico miracolo sulla mia conclusione”.

Continua a leggere