Giovanili, parla il responsabile tecnico Pierantonio Torroni: “La collaborazione tra Folgore, San Faustino e Bilbagno può prefiggersi una gamma di obiettivi ragionevolmente ambiziosi. Tutto ciò senza perdere di vista la crescita umana e caratteriale di bambini e ragazzi, aspetto di basilare importanza nel nostro lavoro”

Torroni Pierantonio

Pierantonio Torroni

Come annunciato già da svariate settimane, Pierantonio Torroni sarà parte integrante dell’accordo di collaborazione tra Folgore Rubiera San Fao, Asd San Faustino e Atletico Bilbagno: nella fattispecie, il blasonato allenatore sarà il nuovo responsabile tecnico di tutto il movimento giovanile.

“Non è la mia prima esperienza nell’ambito del vivaio – commenta il diretto interessato – Tra la fine degli anni ’90 e l’inizio dei 2000 avevo già ricoperto una mansione simile, prima al Sassuolo e poi nei ranghi del Formigine. In quei contesti, il numero di squadre non era ancora così elevato: tuttavia siamo comunque riusciti a portare avanti un buon lavoro, e credo di aver dato un buon contributo nel favorire la progressiva espansione di entrambi i Settori giovanili. Adesso – prosegue Torroni – mi attende un compito ancora più complesso rispetto a 20 anni fa: Folgore, San Faustino e Bilbagno possono contare su una quantità di compagini decisamente elevata, e io avrò il delicato ruolo di seguire da vicino tutta l’attività di allenatori e ragazzi”.

Continua a leggere

Folgore Rubiera San Fao, Asd San Faustino e Atletico Bilbagno hanno inaugurato in grande stile il nuovo accordo di collaborazione a livello giovanile. Andrea Baccarani: “L’ingresso di figure del calibro di Torroni e Fantuzzi dà ulteriore slancio alla programmazione che abbiamo stilato. Inoltre i tesserati potranno contare su un pulmino navetta”. Barbara Serravalle: “Questa collaborazione ci permette di costruire una più ampia offerta, schierando almeno una squadra in ogni categoria”. Tony Miosi: “Sugli obiettivi da raggiungere, c’è fin da adesso una piena comunanza di intenti. Si punta non soltanto alla crescita tecnica, ma anche allo sviluppo morale e caratteriale di bambini e ragazzi”. Laura Monzani: “Crediamo che il calcio non sia solo uno sport, ma anche un vero fenomeno sociale con una grande valenza formativa”. Fabrizio Tagliavini: “Stasera si avvera quello che era un mio autentico sogno. Questo nuovo settore giovanile può benissimo arrivare a 500 tesserati”. Alessandro Semeraro: “La presenza della Folgore in Eccellenza è un valore aggiunto per tutto lo sport reggiano, e questo accordo nell’ambito del vivaio va ulteriormente nella giusta direzione”

San Fao - da sx Baccarani, Monzani, Serravalle etc

Un’immagine emblematica di ieri sera: da sinistra Andrea Baccarani, Laura Monzani, Barbara Serravalle, Mauro Cavazzoli, Tony Miosi e Fabrizio Tagliavini

Ieri sera, a San Faustino, si è scritta una vera e propria pagina di storia nell’ambito del calcio dilettantistico reggiano: la sede del club blugranata ha infatti ospitato la presentazione ufficiale della nuova collaborazione tra Folgore Rubiera San Fao, Atletico Bilbagno e appunto San Faustino. Un accordo di cui si è parlato molto nelle scorse settimane, e che ora ha preso ufficialmente il via sotto i migliori auspici: grande e motivato l’entusiasmo, unanimemente condiviso dal numeroso pubblico presente.

Ad aprire la serata è stata la raffinatezza verbale di Laura Monzani, componente del nuovo ufficio di segreteria che sarà unico per tutte e tre le società: la responsabile di tale settore sarà Barbara Serravalle, e ne farà parte anche Daniela Baccarani. “Dopo alcuni “abboccamenti” avvenuti negli anni scorsi – ha detto la Monzani – le società di San Faustino e Atletico Bilbagno hanno finalmente deciso di unire le proprie forze nella gestione della Scuola Calcio e di tutta l’attività inerente il Settore giovanile. E’ una collaborazione che inizierà a partire dalla prossima annata calcistica: registi indiscussi di questa operazione sono stati alcuni dirigenti della Folgore, che spinti da una grande passione calcistica hanno promosso quest’idea con slancio e concretezza”.

Continua a leggere

Antonino Miosi, presidente dell’Atletico Bilbagno: “L’accordo a livello giovanile con San Faustino e Folgore Rubiera San Fao rappresenta un’operazione innovativa e ben sviluppata, che aprirà orizzonti nuovi e gratificanti per ciascuna delle società coinvolte. L’intesa che abbiamo siglato ci permetterà di essere presenti in tutte le categorie, fornendo ai ragazzi molte reali occasioni di crescita non solo a livello tecnico. La nostra tradizione parrocchiale ci porta a trasmettere un solido universo di valori sportivi ed educativi”

Miosi Antonino 2

Antonino “Tony” Miosi, presidente dell’Atletico Bilbagno

“Un’operazione innovativa e ben sviluppata, che apre nuovi e significativi orizzonti per tutte e tre le società coinvolte”: è il commento di Antonino “Tony” Miosi, presidente dell’Atletico Bilbagno, in merito al nuovo accordo che il club biancorosso ha sancito con Folgore Rubiera San Fao e Asd San Faustino. Tale accordo, giova ricordarlo, consiste in un’intesa tra società indipendenti per la gestione comune di Settore giovanile e Scuola calcio.

“L’Atletico Bilbagno è nato una quindicina d’anni fa – ricorda Miosi – A tal proposito non possiamo certo dimenticare il ruolo di don Giuliano Berselli, sacerdote di profonda spiritualità e umanità che purtroppo è scomparso nel 2007 in seguito a un’incidente stradale. Quando la società è nata, lui era il parroco di Villa Bagno e ha dato un impulso di fondamentale importanza per la fondazione del nostro club. Inoltre dobbiamo essere grati alla vecchia Folgore Bagno, che nei primi anni ci ha dato un forte aiuto per favorire il costante sviluppo delle nostre attività: noi condividevamo gli stessi impianti parrocchiali, e abbiamo instaurato fin da sùbito una collaborazione tanto proficua quanto efficace. Ora si chiama Folgore Rubiera San Fao, ma lo spirito è lo stesso e il gruppo dirigenziale è rimasto in buona parte immutato: dunque siamo davvero felici di ritrovare la Folgore, e sono certo che insieme riusciremo a fare grandi cose”.

Continua a leggere

Settore giovanile, il punto del dirigente Andrea Prati: “L’accordo tra Folgore Rubiera, San Faustino e Atletico Bilbagno ci permetterà di migliorare ulteriormente il livello della formazione che potremo fornire ai ragazzi. Ovviamente più siamo e meglio è, ma la quantità di iscritti non rappresenta un assillo: ciò che conta sta nella qualità del lavoro che proporremo, e sono certo che le esperienze di ciascun club saranno molto utili per svolgere un’attività efficace in ogni ambito”. Su Torroni: “Pur essendo abituato al calcio degli adulti, lui si è messo sùbito a nostra disposizione nel ruolo di responsabile tecnico generale del nuovo vivaio allargato. Entusiasmo e competenze non gli mancano affatto”. A giorni sarà ufficializzato l’elenco delle squadre che affronteranno la prossima stagione

Andrea Prati, direttore generale del San Faustino

Andrea Prati, dg del San Faustino e storico bomber della Folgore Bagno

Come ampiamente annunciato nei giorni scorsi, la Folgore Rubiera si appresta a iniziare una nuova era per quanto riguarda il settore giovanile: nella prossima stagione il club biancorossoblù sarà infatti coinvolto anche a livello di vivaio, mediante un accordo tra società indipendenti che coinvolge anche San Faustino e Atletico Bilbagno.

Alcune ulteriori anticipazioni ci vengono fornite da Andrea Prati, direttore generale del San Faustino ed ex attaccante di prim’ordine: tutti ricordano la sua lunga permanenza nella vecchia Folgore Bagno, durante la quale lui ha messo a segno addirittura un centinaio di gol. “Qui a San Faustino, tutti noi stiamo cominciando questo nuovo percorso con una forte dose di ragionevole fiducia – esordisce Prati – Folgore e Bilbagno sono contraddistinte dal nostro stesso stato d’animo, e dunque si tratta di un cammino che va a iniziare con premesse davvero incoraggianti. Senza dubbio, è un’operazione tesa a migliorare e ottimizzare sempre più il livello della formazione che possiamo fornire ai ragazzi. Più nello specifico, la collaborazione fra i nostri tre sodalizi darà luogo a un settore giovanile davvero speciale: da ora in avanti potremo promuovere con ulteriore forza e convinzione un solido universo di valori umani, coniugandoli sempre con la crescita tecnica e sportiva di ogni singolo giocatore”. 

Continua a leggere

Folgore Rubiera, San Faustino e Atletico Bilbagno sottoscrivono un accordo tra società indipendenti, per la gestione comune di Settore giovanile e Scuola Calcio. Il responsabile tecnico generale sarà Pierantonio Torroni, che in passato ha allenato la Folgore Bagno

Torroni Pierantonio

Pierantonio Torroni

La novità che era stata ventilata nelle ultime settimane è diventata ufficiale. Folgore Rubiera, Asd San Faustino e Atletico Bilbagno hanno sottoscritto un accordo tra società indipendenti, che riguarda la comune gestione delle attività riguardanti il Settore giovanile e la Scuola Calcio. I dettagli organizzativi dell’operazione verranno resi noti nei prossimi giorni: intanto, la collaborazione fra i tre club dà origine a un vivaio che al momento può contare su ben 250 giocatori tesserati.

Nella prossima stagione agonistica, la formazione che affronterà il campionato Juniores regionale Figc sarà ancora targata Folgore Rubiera. Per quanto riguarda invece le altre categorie, alcune squadre gareggeranno sotto le insegne dell’Asd San Faustino: altre invece avranno il marchio dell’Atletico Bilbagno.

Ad ogni modo, l’insieme delle attività sarà gestito congiuntamente dai tre sodalizi: non a caso c’è già un responsabile tecnico generale, che si occuperà di seguire e coordinare nel dettaglio il lavoro di tutte le formazioni. La figura in questione è un nome decisamente noto al pubblico calcistico del nostro territorio: si tratta di Pierantonio Torroni, che senza dubbio può garantire l’esperienza e le competenze che servono per portare avanti questo nuovo percorso. Da giocatore, Torroni ha indossato le maglie di Forlimpopoli, Modena, Perugia, Spezia, Massese, Mantova e Sassuolo: tra l’altro con il Modena ha vinto la Coppa Anglo-Italiana e un campionato di serie C1. A seguire, lui si è reso artefice di un’apprezzata carriera da allenatore: tra le squadre che ha guidato figurano Correggese, Scandianese, Arcetana e soprattutto la vecchia Folgore Bagno.